Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Un'estate di libri. Tante presentazioni ma pochi salotti letterari.
Oggi e domani appuntamento a S. Margherita di Belice. Domani anche a Sciacca
Un'estate di libri. Tante presentazioni ma pochi salotti letterari. admin
admin - venerdì, 7 agosto, 2020
Visualizzazioni: 323
News [1398]

L’estate è anche vetrina per i libri. Per le presentazioni. Per i salotti o i caffè letterari. Non vi è rischio di assembramento. Le presenze, quando si parla solo di libri, non sono mai oceaniche. Ci sono letterati che parlano di libri tutto l’anno, anche in tempo di covid-19. Pensiamo ad esempio al gruppo di letterati che, sotto la guida di Enzo Randazzo, hanno dato vita a “Chez moi”: il salotto letterario virtuale che con appuntamenti costanti ha mantenuto i riflettori accesi sulle piacevoli discussione di libri.

Ci sono poi gli appuntamenti istituzionali. Che rispettano il calendario. Che l’emergenza sanitario del coronavirus ha messo in ginocchio. La presentazione di “Zuleika apre gli occhi”, di Guzel’ Jacina, vincitrice dell’edizione 2020 del “Premio Internazionale G. Tomasi di Lampedusa”, ad esempio, ha abbandonato la location di piazza Matteotti dei concerti strapaesani per spostarsi nella più raccolta villa comunale: “La passeggiata”. No concerto abbinato alla premiazione e no grande masse. Quindi spazi ristretti. Relatori regolarmente di fuori. Magari ben inseriti nelle redazioni dei giornali. I selfies d’obbligo devono avere grande eco. Appuntamento per questa sera a S. Margherita di Belice.

Domani sera, sempre nel paese del Cafè House, stessa location ma con minori “effetti speciali”, si parlerà di donne. Promotrice la dinamica Margò Cacioppo. Si parlerà di “Tina Modotti – Fuoco che non muore”, di Gabriella Ebano. Anche in questo caso, con l’eccezione dell’organizzatrice, i relatori sono rigorosamente non margheritesi.

Sempre domani sera, presso il Castello incantato di Sciacca, va in scena “La villa delle ombre”, di Stefani Agnello, Maurizio Bono e Rita Massaro. Uno dei autori è di Sciacca.

Nei giorni scorso a “La Nivina” era stato presentato “L’ogliastro per il mito”, di Salvatore Maurici. Altro clima, altra atmosfera, altra atmosfera. Relatori del territorio e poltrone non prenotate. L’autore è sambucese doc.

Altri due libri sono in attesa di programmazione. “Da Zabut a Sambuca”, di Francesco Lo Vecchio. Il titolo non deve ingannare. Il romanzo non è ambientato soltanto del “borgo dei borghi”. Una storia romanzata su tanti personaggi del Gattopardo che trovano riscontro nella vita reale, malgrado l’autore sai originario di sambuca.

Il saggio “Nessun uomo è luce di se stesso”, fa scoprire un Michele Barbera anche saggista, oltre che romanziere e poeta. Ma di questo parleremo più avanti.

                           
Articoli Correlati
  Chez moi, Salotti letterari itineranti virtuali, torna e propone “Il Giallo oggi Sicilia niura”. L’appuntamento è per sabato 9 maggio alle ore....   di Joseph Cacioppo   E pur si muove. Gli inviti a leggere cominciano ad arrivare anche dai giovani. Almeno d’estate. Almeno in seno alle manifestazioni....     LA FILASTROCCA DI FRANCESCA SANTANGELO   Vibrano i venti, increspano onde di schiuma bianca. Un’isola di donna sulla roccia ricorda la sua.... "Storia vera di un amore inventato", questo il titolo del libro di Katia Regina (Libridine Edizioni) che sarà discusso durante il Caffè letterario del 28.... Il capogruppo consiliare di maggioranza, Baldo Portolano, con un suo post sulla pagina facebook "Il futuro dipende da te" del 6 maggio usa parole non certo da bon ton nei....