Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Discorso del sindaco alla messa pasquale. Succede a S. Margherita di Belice
L'iniziativa ha riscosso un enorme successo tra i fedeli. Centinaia di like sul profilo facebook del primo cittadino
Discorso del sindaco alla messa pasquale. Succede a S. Margherita di Belice admin
admin - lunedì, 13 aprile, 2020
Visualizzazioni: 825
News [1395]

 

“Da oggi e sino a nuove disposizioni, in ottemperanza delle indicazioni della Cei, dispongo che rimangano chiuse al pubblico le chiese parrocchiali e non parrocchiali e in generale gli edifici di culto di qualunque genere”. A scriverlo è stato il cardinale Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento, nel suo messaggio in seguito all’emergenza Coronavirus.

Il messaggio non deve essere arrivato a Santa Margherita di Belice, o la sua eco è arrivata smorzata, quasi impercettibile.

E così il primo cittadino del paese del Cafè House può vantarsi di aver provato l’esperienza di aver “parlato in una Chiesa vuota. In una Chiesa grandissima, sconfinata. In una Chiesa immersa nella luce e animata solo da immagini sacre”. “Ho parlato – scrive il sindaco sul suo profilo facebook - avvolto in un profondo silenzio. Tutto così surreale. Inimmaginabile. Una esperienza da COVID-19”.

“So – aveva precisato il cardinale Montenegro - che molti sacerdoti si stanno organizzando con dirette Facebook o altro (ovviamente nel rispetto delle norme, tenendo la chiesa chiusa e collaborato dal solo operatore)”.

Ma pur di far provare al sindaco di Santa Margherita “una esperienza da covid 19”, il parroco ha fatto un piccolo strappo alla regola.

“Vietate anche messe e liturgie celebrate alla presenza dei fedeli. Una decisione dolorosa e difficile ma necessaria”, ha raccomandato la Conferenza Episcopale Siciliana. Ma si sa, ogni parrocchia ha le sue necessità.

Anche se, ad esempio, a Pescara “quattordici fedeli e un sacerdote sono stati multati perché sorpresi dalla Polizia in chiesa a celebrare la messa”.

A Narbolia, in provincia di Oristano, “quattro donne che collaboravano con il parroco, sono state multate dai carabinieri. Le quattro donne stavano svolgendo un servizio in sostituzione di quello che normalmente fanno i chierichetti durante la funzione religiosa”.

L’episodio di Santa Margherita di Belice, però, ha una peculiarità: il sindaco è a capo di una Amministrazione comunale a trazione massonica. Chissà se il parroco, don Massimo Musso, ne è a conoscenza. E chissà se i fedeli dal like facile hanno mai letto i libri di don Luigi Villa o se sono a conoscenza dei rapporti che intercorrono tra Chiesa e Massoneria.

Quanto sono distanti le immagini di Papa Francesco solo in piazza S. Pietro.

                           
Articoli Correlati
Novantotto anni e non li dimostra. Parliamo di Pasquale Sciara, l’arzillo nonnino margheritese che non disdegna di curarsi l’orto personalmente. A festeggiarlo, chi.... Oggi, domenica 15 aprile, alle ore 19,30, il candidato sindaco Calogero Maggio presenta alla cittadinanza la sua squadra di candidati consiglieri comunali e assessori. La.... E’ Pier Paolo Di Prima il candidato sindaco, scelto da Giorgio Mangiaracina e Salvatore Ferraro, che dovrebbe contrapporsi a Joseph Cacioppo alle prossime amministrative.... Nell'era dei selfie, l'apparire diventa prioritario rispetto all'essere. Succede anche nella segnaletica stradale. Succede a S. Margherita di Belice. Dove ci sono i "divieti di.... Saranno ricordati domenica pomeriggio, a Santa Margherita, gli imprenditori Borsellino, di Lucca Sicula, uccisi dalla mafia 20 anni fa. Era il 1992 quando nella cittadina....