Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Quando Sciascia, da intellettuale, si interessò della Valle del Belìce
Se ne è parlato a Kaos, il festival dell'editoria e della legalità svoltosi a Sambuca. Silenzio totale da parte dei letterati locali
Quando Sciascia, da intellettuale, si interessò della Valle del Belìce admin
admin - martedì, 28 gennaio, 2020
Visualizzazioni: 985
News [1389]


Si è parlato anche del “Quaderno di Montevago” (pubblicato a Palermo nell’ottobre 1968) a Kaos, il festival dell’editoria e della legalità, che per tre giorni ha animato Sambuca di Sicilia.

Il Quaderno di Montevago, con l’introduzione di Leonardo Sciascia, contiene alcuni disegni e temi degli alunni della scuola di Montevago risalenti al mese antecedente il terremoto del gennaio 1968. I compiti sviluppati dagli alunni avevano temi semplici: “Parla della Sicilia e del tuo paese”, “dell’autunno”, “del Natale”, “di una festa del tuo paese”.

Gli elaborati furono trovati sotto le macerie.

I disegni furono poi esposti in una mostra a Roma e venduti a favore dei terremotati.

Il piccolo volume, intitolato Quaderno di Montevago, raccolse invece alcuni di quei disegni e dei brani tratti dai temi di diciassette alunni delle classi IB e IIB. In essi si parla degli Xirotta che lo avevano fondato, dei Gravina che lo avevano ereditato.

Lo scopo della pubblicazione fu quello di destinare il ricavato della vendita del Quaderno alla costruzione di un complesso per l’infanzia nella zona di Montevago.

Il volume fu realizzato dall’Assemblea Regionale Siciliana sotto il patrocinio dell’UNICEF e della UIPE (Union International de Protection de l’Enfance).

A ricordarlo è stato Pippo Di Falco, che ultimamente ha comprato la casa di Sciascia a Racalmuto per destinarla a centro studi sull’opera sciasciana.

L’intervento è stato finalizzato a ricordare lo scrittore e intellettuale di Racalmuto. Un voler rimarcare come alcuni letterati decidono di prendere posizione nel contesto sociale in cui vivono e di vestire, quindi, a pieno titolo i panni degli intellettuali.

Sulla stessa lunghezza d’onda si è sintonizzato lo scrittore Enzo Randazzo ricordando di aver accompagnato Leonardo Sciascia per i paesi della Valle del Belice. Sciascia voleva conoscere direttamente la realtà economica della Valle del Belìce.

Gli interventi sono stati inseriti nello spazio concesso al Lions Club Sambuca–Belice presieduto da Teresa Monteleone.

                           
Articoli Correlati
La giunta regionale di Rosario Crocetta ha deliberato la costituzione di una Commissione per la Valle del Belice. Nella sezione Territorio&Burocrazia il testo integrale.... Dopo un attento restyling è ora online il nuovo sito istituzionale del Comune di Santa Margherita di Belìce. Il sito è arricchito nei contenuti ed ha una.... Mercoledì 18 giugno si è riunita a Santa Margherita di Belìce l'assemblea dei simpatizzanti Partito Democratico, alla presenza del segretario provinciale.... Se oggi Giuseppe Tomasi di Lampedusa percorresse la villa comunale di Santa Margherita di Belice la sua malinconia andrebbe oltre i limiti narrati ne “I Racconti”,.... Radio Sisma è la prima Web Radio della Valle del Belìce.Il nome della Radio, prende spunto dal bisogno e dalla voglia di Scuotere gli animi, le coscienze e....