Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Mensa scolastica a S. Margherita di Belice: se Licio Gelli sembra metterci lo zampino
Malgrado le lezioni siano iniziate il 10 settembre, gli 'organi democratici' non spiegano quando il servizio verrà avviato per consentire lo svolgimento del 'tempo prolungato'.
Mensa scolastica a S. Margherita di Belice: se Licio Gelli sembra metterci lo zampino admin
admin - giovedì, 31 ottobre, 2019
Visualizzazioni: 721
News [1331]

 

di Joseph Cacioppo

 

Il “Piano Rinascita”, quello che sarebbe stato predisposto dalla P2 di Licio Gelli, pare che prevedesse una sorta di “depotenziamento”, dall’interno, degli organi di democrazia.

A leggere tale proposito in questa forma estremamente sintetizzata sembra una questione che non interessa il comune cittadino.

Poi ci sono dei piccoli episodi che danno forma plastica a concetti che, letti sui giornali, sembrano cose da fantascienza. Lontani anni luce dal quotidiano del cittadino.

Prendiamo l’esempio di due organi di democrazia con i quali il cittadino medio fa i conti tutti i giorni: la scuola e l’Amministrazione comunale.

Alla “gestione” della scuola i cittadini/genitori partecipano con i propri rappresentanti nei “Consigli di classe” e nel “Consiglio d’Istituto”.  

 

All’Istituto Comprensivo “Giuseppe Tomasi di Lampedusa” di S. Margherita di Belice, ad esempio, le elezioni dei rappresentanti dei genitori nei “consigli di classe” si sono svolte dal 21 al 24 ottobre scorso. Per la scuola media sono stati eletti 4 rappresentanti per classe (si potevano dare due preferenze), mentre alla scuola elementare e materna è stato eletto un rappresentante per classe (era prevista una sola preferenza). Difficile conoscere i nomi dei genitori eletti. Il sito internet della scuola non ne fa cenno.

Risulta vuota anche la sezione del sito scolastico dedicata alla mensa. Una disattenzione non da poco visto che i “siti internet” delle Istituzioni sono previsti proprio per garantire la cosiddetta “trasparenza amministrativa”. Eppure le lezioni sono iniziate il 10 settembre scorso.

 

Del “Consiglio d’Istituto”, presieduto da Antonino Gioia, fanno parte: il Dirigente scolastico Piazza Girolamo; i docenti Buriani Virginia, Femminella Lina, Flore Maria Ester, Gulotta Francesca, Marchese Giuseppe, Mulè Caterina, Sciara Margherita e Scoma Maria; i genitori: Abate Maurizio, Bavetta Rosita, Calandra Anna, Campo Nella, Ciaccio Rosaria, Gioia Antonino, Sutera Domenica e Turano Antonina; il personale Ata: Amato Liboria e Saladino Giovanni.

Il “Consiglio d’Istituto” si è riunito prima dell’inizio delle lezioni per decidere, tra l’altro, anche dei “criteri generali per la formazione dell’orario delle lezioni e dell’orario individuale dei docenti”. E se ha deliberato sull’orario delle lezioni, vuol dire che il Consiglio d’Istituto ha, se non altro, preso atto del cosiddetto “tempo prolungato”.

 

Dal 10 settembre sono passati quasi due mesi e del tempo prolungato, almeno alle scuole materna ed elementare, non si vede nemmeno l’ombra. Colpa del mancato avvio del servizio della mensa scolastica.

Servizio mensa che deve avviare l’Amministrazione comunale guidata da Franco Valenti. Della sua Giunta comunale fanno parte: Giacomo Abruzzo, Rosanna Scarpinata, Filippo Rabito e Maurizio Marino.

 

Sul “sito internet” dell’Amministrazione comunale, “sezione trasparenza”, non si riesce a trovare il provvedimento (delibera e/o determina) con la quale si avvia la procedura di affidamento del servizio della mensa scolastica.

Né i rappresentanti dei genitori negli “organi democratici” della scuola e nemmeno i rappresentati dei margheritesi, eletti al “Consiglio comunale”, riescono a spiegare perché la mensa scolastica non parte. E, di conseguenza, non parte nemmeno “l’orario scolastico” deliberato dal “Consiglio di Istituto” il 9 settembre scorso.

Sembra quasi di avere ereditato il “Piano Rinascita” a nostra insaputa.

 

 

                           
Articoli Correlati
I disagi sembrano non viaggiare mai da soli. Almeno a Santa Margherita di Belice. Al mancato avvio della mensa scolastica per inadempienza dell’Amministrazione Valenti.... di Joseph Cacioppo Il mio nome è nessuno. A sostenerlo non è Terence Hill nell’omonimo film del 1973 con la regia di Tonino Valerii. E nemmeno Ulisse.... E’ stato un successo il pranzo sociale organizzato dall’Amministrazione Comunale, che si è svolto, lunedì 23 dicembre 2013, presso la mensa.... Le cattive notizie non camminano mai da sole. Dopo la mensa scolastica che non parte per i 350 alunni del cosiddetto “tempo prolungato”, dopo il bliz dell’Asp....   di Joseph Cacioppo   L’Amministrazione Valenti, ancorché a trazione massonica, non riesce a far partire la mensa scolastica per gli alunni del tempo....