Online il nuovo sito de "L'Araldo"
La musicoterapia sbarca all'Istituto scolastico Santi Bivona di Menfi
L'inizio del corso di formazione sarà preceduto da un concerto a villa Ravidà
La musicoterapia sbarca all'Istituto scolastico Santi Bivona di Menfi admin
admin - giovedì, 26 settembre, 2019
Visualizzazioni: 287
News [1324]

La musicoterapia sbarca a Menfi. La nave che la trasporta non è una ONG, bensì l’Istituto comprensivo “Santi Bivona” di Menfi guidato da Mariangela Croce.

Lo “sbarco” prende forma con il corso di formazione su “musicoterapia di risonanza”, che si svolgerà in due giorni da lunedì 30 settembre a martedì 1° ottobre, rivolto ai docenti dei tre ordini di scuola: infanzia, elementare e media, dell’Istituto “Santi Bivona”.

La musicoterapia è un trattamento di tipo educativo e riabilitativo che mira a sviluppare le funzioni potenziali e/o residue dell’individuo in modo che questi possa migliorare la qualità della sua vita grazie a un processo preventivo o terapeutico.

Per questa terapia il mezzo utilizzato è la musica.

Il terapeuta in un incontro di musicoterapia mette in gioco la sua identità e cerca di accogliere quella del paziente in un gioco dinamico dove la musica diviene l’intermediario della loro comunicazione.

Ma la musicoterapia non è solo fare musica. Al musicoterapeuta vengono richieste conosce anche nel campo della “psicologia musicale”, per valutare le risposte che vengono fuori; della “etnomusicologia”, per la scelta degli strumenti che abbiano effetti psicodinamici; della “letteratura musicale infantile”, l’insieme di filastrocche e ritornelli presenti nella crescita del bambino.

Un percorso complesso, quindi. Ma, come si dice, chi bene comincia è già a metà strada.

A tenere il corso di formazione è stato chiamato il maestro Paolo Curatolo, di San Severo in provincia di Foggia, ideatore e promotore della “musicoterapia di risonanza”, metodo Mu.S.A.D. (Musicoterapia Sperimentale Applicata alle persone Diversamente abili) attraverso l’utilizzo della “panca di risonanza corporea multicromatica”.

“La scuola ha un bacino d’utenza con una alta percentuale di alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES) – ha dichiarato Mariangela Croce, dirigente del “Santi Bivona” – e per tale motivo ha programmato per l’anno scolastico appena avviato un progetto di “musicoterapia” come processo di integrazione”.

Partner nel progetto sono il Comune di Menfi ed il Polo Mediterraneo eCampus.

Il maestro Paolo Curatolo, approfittando della sua presenza in Sicilia, darà un concerto pianistico e scenografico dal titolo: “Un pianoforte per gli angeli”, programmato per domenica 29 settembre alle ore 18.30 presso Villa Ravidà a Menfi.

                           
Articoli Correlati
Il 16 maggio scorso, 50 studenti, accompagnati dal dirigente scolastico, Prof. Giuseppe Graffeo, dell'Istituto di Istruzione Superiore “Luigi Pirandello” di Bivona,.... Con una intensa e gioiosa giornata, l’Istituto comprensivo statale “Giuseppe Tomasi di Lampedusa”, di Santa Margherita di Belìce, inaugura l’anno.... Sta proseguendo molto bene la Mostra permanente allestita all’interno del Parco Letterario G. T. di Lampedusa di Santa Margherita di Belice. In essa si possono ammirare.... L’Istituto comprensivo di scuola Primaria e Secondaria di I Grado “Giuseppe Tomasi di Lampedusa”  ha attivato un secondo sito www.ponteuropa.it.Questo.... Rispetto dell’ambiente e della natura. Questo il tema del progetto avviato dall’istituto comprensivo “Santi Bivona”, scuola primaria plesso “G.....