Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Diplomati nel 1979 si ritrovano dopo 40 anni. Ed è subito festa
Si tratta degli alunni della 5° B Geometri di Ribera
Diplomati nel 1979 si ritrovano dopo 40 anni. Ed è subito festa admin
admin - mercoledì, 14 agosto, 2019
Visualizzazioni: 213
News [1305]

Quaranta anni e non sentirli. Salvo rare eccezioni, capelli radi e tendenti al grigio, ove non già bianchi. Qualche chilo in più è concentrato, ovviamente, all’altezza della pancia e da corpo plastico a quelle che discutibilmente vengono indicate come le “maniglie dell’amore”. Fisico adeguato ai tempi, naturalmente, ma lo spirito è rimasto quello del 1979, quello dei “bravi ragazzi” delle V° B dell’Istituto per Geometri Giovanni XXIII  di Ribera che in quell’anno hanno conseguito il diploma. Certo per la strada della vita non tutti hanno continuato a utilizzare scarpe e caschi da cantiere, ma poco importa. Quello che questi “bravi ragazzi” hanno posto in cima alla loro scala di valori e di mantenersi in contatto, malgrado gli anni e malgrado il luogo dove il lavoro li ha chiamati.

Ed eccoli qui i “ragazzi del ‘79”. Da non confondere con i più valorosi “ragazzi del ’99”, del XIX secolo ovviamente, precettati per andare in guerra ancorché minorenni. Nessun eroe di guerra, ovviamente, tra i bravi ragazzi del ’79, del XX secolo.

La rimpatriata, svoltasi ieri sera, però un titolo di giornale lo merita. Non tutti sono stati presenti. Qualcuno, meno fortunato, non è più tra noi. Qualcuno è stato “precettato” dalla moglie per fare la tradizionale passata di pomodoro. Qualche altro non ha potuto disdire impegni precedentemente assunti.

La data della “rimpatriata” è stata scelta con cura per consentire la presenza anche a chi per motivi di lavoro risiede fuori dalla Sicilia. E così all’appuntamento si sono presentati in tanti: Vito Gambino, Lillo De Cicco, Filippo Contino, Saro Li Volsi, Giuseppe Pipia, Giuseppe Alongi, Giuseppe Lo Giudice, Joseph Cacioppo, Giuseppe Polizzi, Saverio Musso, Giuseppe Maniscalco, Silvestre Arcuri, Santino Rizza e Saverio Taffari. Non poteva mancare il prof. Pino Marsala per le … interrogazioni di rito. Qualche altro docente non è potuto essere presente. 

E così spezzoni di ricordi, di vecchie gang, di aneddoti sono stati posati, delicatamente, sul lungo tavolo attorno al quale si sono ritrovati gli ex alunni della V° B con la scusa di mangiare qualcosa assieme. Nessuna importanza è stata data alle pietanze che i camerieri nel loro via vai servivano ai commensali. Il “cibo” della serata è stato un susseguirsi di “ti ricordi?”, “si, ma non ricordi che…”. Ma anche di sogni e progetti realizzati o semplicemente tentati. Una classe affiatata, oggi forse più che durante il periodo scolastico.

Una classe che si è ritrovata dopo 25 anni, dopo 30 anni e, ieri, dopo 40 anni. Con l’impegno di rivedersi a gennaio prossimo. Vista la tenacia dei “bravi ragazzi” della V° B Geometri, c’è da scommettere che l’impegno sarà mantenuto.

                           
Articoli Correlati
Tutto troppo facile per i Leoni Sicani nella gara di andata con i Dolphins Ancona, il risultato parla chiaro: 9 a 2 per la squadra di casa, che conquistano altri 3 punti.... Concerto della T.A.D."Twisted And Distorted", questa sera 30 agosto alle ore 21,00, a Santa Margherita di Belice. L'evento musicale si inserisce all'interno della.... “La città e i libri, avventure di un libraio”, questo il titolo dell'ultima fatica letteraria di  Salvatore Cangelosi, da qualche giorno in libreria a.... di Francesco Sciara Inaugurata, sabato 13 ottobre, a Santa Margherita di Belìce, la nuova via Libertà. Un’isola pedonale delimitata dai portici e abbellita.... di Gaspare Pipitone(*)Con voto unanime è stata eletta la nuova amministrazione che  guiderà per i prossimi due anni il Circolo di Santa Margherita Belice,....