Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Rivive la facciata della Matrice: 12.000 euro per un sogno di un minuto
Lanciata l'idea di ristrutturare l'attuale prospetto principale del Museo della Memoria
Rivive la facciata della Matrice: 12.000 euro per un sogno di un minuto admin
admin - mercoledì, 7 agosto, 2019
Visualizzazioni: 639
News [1320]

 

di Joseph Cacioppo

 

"Il sonno è ciò che i siciliani vogliono, ed essi odieranno sempre chi li vorrà svegliare” (Il Gattopardo). Sarà stata questa riflessione ad avere influenzato i professionisti degli effetti speciali che hanno contribuito a rendere “magica” la principale serata mondana del Comune di Santa Margherita di Belice del 3 agosto scorso.

L’immagine della vecchia Matrice è stata proiettata sul prospetto dei locali che ospitano il “museo della Memoria”. Una bella “porzione” di ricordi servita ai nostalgici del “come eravamo”.

Un’operazione scenica che involontariamente ha aperto una ferita aperta: l’ex Chiesa Madre dovrà mantenere l’attuale prospetto in eterno? O si può riflettere sull’ipotesi di ricostruire l’originaria facciata?

Quando è stato approntato e realizzato il progetto di ristrutturazione, molto probabilmente le risorse disponibili non hanno consentito di valutare questa opzione. L’Araldo, da subito, fece notare che non era stato mantenuto il rapporto tra “pieni e vuoti” tipico dell’architettura dell’epoca. Il progettista non contestò il rilievo e fece sapere che aveva già approntato una sua soluzione da proporre con un eventuale successivo intervento.

Da allora di anni ne sono passati parecchi. Ma alle parole ed ai buoni propositi non sono seguiti i fatti concreti.

Adesso sono arrivati questi “effetti speciali” che per qualche attimo, il tempo di scattare delle foto, hanno “ripristinato” la facciata della Matrice voluta dai fondatori del piccolo centro dell’agrigentino.

Il sindaco Franco Valenti si è detto felice di avere tirato fuori questo ricordo. Ed il numeroso pubblico, comodamente seduto in piazza, ha apprezzato questa immagine pre-terremoto fatta rivivere per un attimo. Un tempo breve, tipico dei sogni. Immagine destinata a scomparire subito dopo. Anche se i margheritesi avrebbero voluto che questo “sogno” durasse più degli altri. E così il primo cittadino del paese del Cafè House ha postato l’immagine su facebook: il sogno poteva continuare per qualche giorno.

Ma spenti i riflettori e con la pubblicazione dei nuovi post con gli attori e le soubrette, l’immagine onirica è svanita: la “facciata della Matrice” ha lasciato il posto alla “facciata del Museo”. Al loro risveglio i margheritesi hanno trovato l’attuale prospetto. Il sogno rimane: può farsi qualcosa per modificare la “facciata” della Matrice voluta dagli avi di Giuseppe Tomasi di Lampedusa? O bisogna accontentarsi degli effetti speciali del prossimo anno? Quest’anno questi effetti speciali che hanno ricreato il sogno di un minuto pare siano costati 12.000 euro. Prosit!

                           
Articoli Correlati
Il divieto di transazioni in contanti pari o superiori 1.000 euro (ex art. 12 DL 06.12.2011, n. 201) non riguarda i prelievi dal proprio conto corrente. Lo chiarisce una.... Il Gruppo Consiliare “Montevago per lo sviluppo e la legalità” manifesta il proprio disappunto per la scelta della maggioranza consiliare che , nel corso.... Parzialmente da riscrivere la storia della Matrice di Santa Margherita di Belice. Dalle novità che vanno emergendo dagli studi da appassionati di storia, la ex chiesa.... Approvato in via amministrativa il progetto esecutivo di demolizione di “palazzo Lombardo”. L’importo del progetto approvato dalla giunta comunale di Santa.... Tutti i risultati elettorali margheritesi minuto per minuto. Questo lo scopo della trasmissione di Radio Sisma che andrà in onda, lunedì 7 maggio, a partire dalle....