Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Giuseppe Tomasi di Lampedusa ha copiato da Machiavelli
Lo sostiene Carlo Ginzburg al quale è andato un assegno con quattro zeri
Giuseppe Tomasi di Lampedusa ha copiato da Machiavelli admin
admin - domenica, 4 agosto, 2019
Visualizzazioni: 723
News [1305]

 

di Joseph Cacioppo

 

Grande successo di pubblico per il concerto gratuito di Angelo Branduardi a Santa Margherita di Belice. Piazza piena fino all’inverosimile.

E’ stato talmente tanto il successo del “menestrello” d’Italia che il numeroso pubblico, comodamente seduto in piazza Matteotti (ancorché non esista una targa toponomastica), non deve essersi accorto della “notizia” letteraria contenuta nel saggio premiato in apertura di serata. Come tradizione il concerto clou delle manifestazioni estive margheritesi viene introdotto dalla consegna del cosiddetto “Premio Letterario Internazionale G. Tomasi di Lampedusa”. E proprio con la consegna a Carlo Ginzburg dell’assegno a quattro zeri che è emersa la “notizia” storico-letteraria: Giuseppe Tomasi di Lampedusa ha “copiato” da Machiavelli la famosa frase “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi”. Non è chiaro se l’autore de Il Gattopardo abbia copiato direttamente dal fondatore della scienza politica moderna che, ne “Il Principe”, ha introdotto il concetto della “ragione di Stato”, o dal filosofo francese Pascal.

La tesi della “copiatura” è riportata nell’appendice al suo saggio (in effetti una raccolta di precedenti saggi rivisitati) “premiato” (anche se sarebbe più corretto dire: “nominato”) da Gioacchino Lanza Tomasi come “vincitore della XVI edizione del Premio Letterario Internazionale G. Tomasi di Lampedusa”. La “premiazione” voluta dal figlio adottivo dell’autore de Il Gattopardo certifica la tesi che la frase simbolo del famoso romanzo è stata “copiata”.

La “notizia”, questa mattina, è stata ripresa solo dalla pagina facebook “Il diario del Gattopardo”.

Il “giornale facebook” dell’Amministrazione Valenti, sulla “notizia”, non spende una riga.

La “notizia” è sfuggita anche allo scrittore e giornalista Accursio Soldano, che come è noto riesce a leggere fino alla fine soltanto i libri che gli piacciono.

Nessun commento nemmeno da parte degli autori che hanno presentato i loro libri nel corso della settimana gattopardiana.

“Notizia” non segnalata nemmeno dall’ufficio stampa del Premio.

Vedremo nei prossimi giorni cosa riporteranno i media regionali e del circondario. Da segnalare che la serata-concerto è stata presentata da Nino Graziano Luca (esperto in balli, sui quali ha anche scritto un libro), che della giuria fa parte anche Salvatore Ferlita (pagine culturali de La Repubblica, Palermo), mentre dell’ufficio stampa del premio fa parte anche Francesca Capizzi (corrispondente del Giornale di Sicilia).

Molto apprezzato il concerto di Branduardi. Apprezzati anche i giochi di luce proiettate su palazzo Filangeri-Cutò.

                           
Articoli Correlati
"Ricordi di luce". Questo il titolo della performance di teatro-danza ispirata al racconto "I ricordi d'infanzia" di Giuseppe Tomasi di Lampedusa che si terrà stasera,.... Continuano le attività culturali dell'Istituzione Giuseppe Tomasi di Lampedusa. L'ultimo appuntamento si è tenuto domenica, 17 giugno, alle ore 19,30 nei locali.... L’Istituto comprensivo di scuola Primaria e Secondaria di I Grado “Giuseppe Tomasi di Lampedusa”  ha attivato un secondo sito www.ponteuropa.it.Questo.... Nominato il Consiglio di Amministrazione dell'Istituzione Giuseppe Tomasi di Lampedusa del Comune di Santa Margherita di Belice. Questi i componenti: sindaco Franco Valenti.... Dopo il Premio Letterario continuano, a Santa Margherita di Belìce, le manifestazioni dedicate a Giuseppe Tomasi di Lampedusa e al celebre romanzo “Il....