Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Una tre giorni di libri a S. Margherita di Belice
Sei autori, molti dei quali alla loro prima opera letteraria
Una tre giorni di libri a S. Margherita di Belice admin
admin - mercoledì, 17 luglio, 2019
Visualizzazioni: 651
News [1305]

Tre politici, una professoressa, un avvocato ed un giornalista. È questa la squadra di autori chiamata ad animare la “tre giorni” dedicata ai libri in seno alla settimana gattopardiana di Santa Margherita di Belice in programma dal 30 luglio al 1° agosto.

Quattro autori sono alla loro prima esperienza letteraria, gli altri due hanno diverse pubblicazioni alle spalle.

Molto apprezzata questa scelta di dare spazio a nuovi autori. Forse si è puntato sui giovani autori per bilanciare il nome del “vip” della letteratura al quale è stato assegnato il premio (un assegno a quattro zeri) “letterario internazionale G. Tomasi di Lampedusa”.

Ma andiamo con ordine.

Martedì, 30 luglio, si discuterà di “Nessuno deve tacere”, di Michele Barbera, avvocato (Aulino Editore) e di “Sud del sud”, di Alan David Scifo, giornalista.  

Mercoledì, 31 luglio, saranno presentati “Quasi Papa”, di Andrea Cirino, per oltre 20 anni consigliere comunale e assessore di Agrigento (Book Sprint Edizioni) e “Cronache di Donnafugata”, di Gaspare Saladino, alto dirigente del PSI e sottosegretario della Repubblica Italiana.

Il 1° agosto i lettori di Santa Margherita di Belice e dintorni si cimenteranno con “Storia di una preda”, di Marilena Valenti, insegnante, (Aulino Editore) e con “Ammagatrici”, di Marinella Fiume, per oltre un decennio sindaco di Fiumefreddo di Sicilia (A&B Edizioni).


Nessuno deve tacere”, del navigato romanziere Michele Barbera, racconta della vita spezzata di un adolescente. Qualcosa che cambia per sempre, travolgente ed improvviso, un destino che sembra impazzito. Un romanzo che non è solo un romanzo, ma storia dalle radici vere, che si immerge nelle pieghe malate della società, una scrittura decisa a denunciare l’ipocrisia che ancora ripudia chi vuole raccontare la coscienza delle scelte difficili. Nico è un fantasma, un antieroe, figlio di un testimone di giustizia, al centro di un dramma involontario, con i suoi dubbi, le sue scelte, a volte imposte, la sua mai rinunciata voglia di libertà, di crescere, di vivere. E di piangere, senza nascondere il suo dolore. Una vicenda narrata dall’interno, da chi ha osservato da vicino. Un diario a più voci, l’eco intimo, delicato e forte di un dialogo raccolto con dolorosa confidenza.


Sud del sud” è una sorta di viaggio di un giovane giornalista nei paesi della provincia di Agrigento. Il “cronista” annota di tutto nel suo romanzo: “dalle incompiute alla mafia, al fenomeno dell’emigrazione, fino al randagismo costruito a tavolino e al pericolo amianto della provincia di Agrigento”, l’ultimo lembo della penisola italiana. “Lì – spiega Alan David Scifo - in ogni paese il motto prima delle elezioni è sempre lo stesso: “Si può vivere di solo turismo”. Dopo le chiacchiere e le vittorie elettorali, però, di queste promesse rimane ben poco e tutto resta come prima. Intanto i centri storici si svuotano, i giovani lasciano la propria terra per non tornare più e le cittadine si riempiono di cartelli “Vendesi”.


Quasi Papa” è una storia a metà, tra il vero e il romanzo, un viaggio negli ultimi decenni della Chiesa Cattolica, con il cardinale Andrea che ha servito più Papi durante la sua vita. Tra scandali interni e vocazione la narrazione scorre piacevole e interessante. L’autore, in forma velata mette a nudo le criticità della Chiesa, dalla seconda guerra mondiale ai giorni nostri. Descrive i giorni bui della guerra, le deportazioni degli ebrei, la complicità di alcuni porporati che aiutano i nazisti a fuggire dal nostro paese, le colpe di alcuni Papi nel gestire le risorse economiche della Chiesa.


Cronache di Donnafugata”. Con questa seconda fatica letterario, l’autore racconta storie, cronache, personaggi e luoghi della sua Santa Margherita di Belice, la “Donnafugata” e Il Gattopardo. Santa Margherita – scrive Gaetano Savatteri nella prefazione – viene fuori da questo memoir sconnessa, stanca, disperata. Eppure l’opera di Saladino dentro la vasta galassia della memoria svela una tensione e un combattimento non sempre dichiarato eppur presente. L’autore da un lato recupera accenti, luoghi e giorni, dall’altro lato deve fare i conti con una realtà che ha resistito perfino al terremoto. Che è poi la realtà che vuole Santa Margherita trasfigurata nella Donnafugata del Gattopardo.

Che tutto cambi purché tutto resti come è, aggiungiamo noi.


Storia di una preda”. Se non si ha la caratteristica della preda – scrive Laura Bonelli su VoceBlu - non si può capire la difficoltà di crescere e diventare se stessi perché dentro, in un angolo recondito dell’essere, trasmessa sin dal ventre materno, si annida la paura, il timore che qualcuno possa rubare qualcosa di te. L’iperprotettività della madre quando si è piccoli, l’affidarsi al sentimento di un uomo da giovani poi le strade di Palermo, da attraversare con sospetto. Tutti scogli aguzzi che spingono l’animo del predato alla fuga. Poetico, introspettivo e originale il testo della Valenti è un ottimo esordio e una bella lettura per… fuggire dal caldo estivo.


Ammagatrìci” è un viaggio visionario guidato da arcane incantatrici di Sicilia: dal Museo di Morgantina ad Aidone, alla casa di Lucio Dalla alle falde dell’Etna, a Catania, Scicli, Noto, Acireale, Taormina. Marinella Fiume non è nuova a questi temi che ruotano attorno all’esoterismo: nel 2013 ha pubblicato “Sicilia esoterica” e nel 2017 “La bolgia delle eretiche”. La sua è una presenza abituale a Santa Margherita di Belice, lo scorso anno ha curato il catalogo della mostra “Lighea. Il mito, la sirena”.

                           
Articoli Correlati
CERTI GIORNI DI MARILENA VOTTA Certi giorni L’apnea mi soffoca L’aria un filo azzurro Che appanna gli occhi Equilibrio dissestato Come la terra Che.... SANGUE E CATRAME DI BRAMANTE Scrivo sui fogli di pelle stesa al sole, e nelle corde di un’altalena che dondola   Scrivo nel fango dove nasce la bellezza,.... Anche l'Istituto comprensivo "G. Tomasi di Lampedusa", di Santa Margherita di Belice e Montevago, ha aderito al progetto promosso dal Ministero dell'Istruzione "Libriamoci"..... Il giorno di Pasqua ha portato consiglio alla politica margheritese. I candidati sindaco, da quattro sono scesi a tre. Sancita infatti la fusione tra il gruppo di Franco.... “La città e i libri, avventure di un libraio”, questo il titolo dell'ultima fatica letteraria di  Salvatore Cangelosi, da qualche giorno in libreria a....