Online il nuovo sito de "L'Araldo"
S. Margherita di Belìce descritta in un diario di viaggio del 1877
Un tenente dei bersaglieri a caccia di briganti visitò alcuni paesi del Beìce
S. Margherita di Belìce descritta in un diario di viaggio del 1877 admin
admin - sabato, 22 giugno, 2019
Visualizzazioni: 383
News [1296]

Enrico Fincati, Tenente del IV reggimento bersaglieri, fu inviato in Sicilia nel quadro delle operazioni per la repressione del banditismo. Vi arrivò con il suo reparto, nell’aprile del 1877, da Livorno a bordo del vapore “Solunto” della compagnia di navigazione Florio. Sbarcato a Palermo, per trasferirsi alla masseria “Sparacia”, sua prima destinazione di servizio, conobbe alcuni Comuni del Belìce. Ecco cosa scrive il saggista Piero Meli di quel “diario” di viaggio.

 

          di Piero Meli

 

    Durante lo stato di assedio, il bersagliere Enrico Fincati si trovò catapultato in Sicilia dal Governo nazionale a battere la pista dei briganti. Del suo soggiorno nell’Isola raccolse le sue impressioni in un volume dal titolo Un anno in Sicilia, 1877-78. Ricordi di un bersagliere, pubblicato a Roma, presso l’editore Barbera nel 1881. Fu anche a Santa Margherita Belice e ne parla nel suo libro di ricordi. Giunse in paese il 21 maggio del 1877, subito dopo avere assistito alla festa della Madonna dell’Udienza a Sambuca il giorno precedente. E da qui, da Sambuca, lasciamo a lui il racconto del suo viaggio verso la città belicina:

    «L’indomani alzai le vele coll’idea di portarmi a Partanna e di là trasferirmi poi alla Sparacia rimontando il Belice Destro.

    Lasciate le redini libere sul collo del mio bucefalo, attraversando campi ricchi di biade, mai consolati da altra ombra che non sia quella della notte, valicando quelle basse colline interposte fra la Dragna e la Golfetta e sotto la sferza d’un sole cocente giunsi sulla nuova strada carrozzabile che allora si costruiva da S. Margherita a Sciacca. Seguendone la traccia, dopo alcuni tempi di trotto m’imbattei nelle prime case di S. Margherita Belice.

    Allettato dalla ridente località mi fermai per visitare il paese.

    Non è molto grande, contando appena 8000 abitanti, ma in compenso il paese è piuttosto civile. Buone le strade, per lo più ciottolate e fiancheggiate da case di buon aspetto e sulla piazza principale il palazzo del principe Cutò-Tasca, che non isdegnerebbe una grande città.

   Una piccola Flora, con statue e busti marmorei, ad una estremità del paese offre alla popolazione un luogo ameno alla vista e fresco pel passeggio. La via principale che attraversa il paese lo unisce per una strada rotabile a Montevago e Partanna».

    Dopo queste brevi note, tratteggiate dal bersagliere Fincati, Santa Margherita s’imbatterà quindici anni dopo, nel 1894, nella macchina fotografica d’un altro militare, un ufficiale, ma non sappiamo di che, né conosciamo il suo nome.  Peraltro si firma con tre asterischi sulla rivista del Treves, “L’Illustrazione Italiana”, raccontando a puntate le sue impressioni sulla popolazione in provincia di Girgenti sotto il titolo In provincia di Girgenti. Note di un ufficiale durante lo stato d’assedio (gennaio-febbraio 1894). Sono note generiche, confronti tra il contadino siciliano e quello dell’alta Italia, descrizioni delle case e delle abitudini, considerazioni sui «carusi» delle solfare, sull’aratro tirato qui dagli asini e non dai buoi, sui vestiti, sull’olio d’oliva cattivo perché “non raffinato”. Non cita espressamente Santa Margherita, ma in compenso ci offre una bella veduta fotografica, molto più interessante e preziosa delle sue sciocche considerazioni.

                           
Articoli Correlati
di Laura Bonelli Un ecologo acquatico che studia il plancton,  Domenico D’Alelio e un insegnante, scrittore e cicloviaggiatore, Emilio Rigatti, danno vita ad.... Dopo un attento restyling è ora online il nuovo sito istituzionale del Comune di Santa Margherita di Belìce. Il sito è arricchito nei contenuti ed ha una.... Mercoledì 18 giugno si è riunita a Santa Margherita di Belìce l'assemblea dei simpatizzanti Partito Democratico, alla presenza del segretario provinciale.... di Ignazio Sciara Il famoso romanzo “Il Gattopardo” di Giuseppe Maria Tomasi di Lampedusa è prettamente autobiografico, tanti luoghi e molti personaggi.... La giunta regionale di Rosario Crocetta ha deliberato la costituzione di una Commissione per la Valle del Belice. Nella sezione Territorio&Burocrazia il testo integrale....