Online il nuovo sito de "L'Araldo"
GRIGIO DI AURELIA ROSSI
CONCORSO SCHEGGE DI UTOPIE I CLASSIFICATO SEZIONE RACCONTI BREVI
GRIGIO DI AURELIA ROSSI admin
admin - mercoledì, 22 maggio, 2019
Visualizzazioni: 513
La stanza poetica [52]


Il mondo è grigio, fuori.

Esco a fare due passi; il muretto di cemento che sta di fronte ha, alla base, una striscia di verde fiorito, un divano colorato su cui stendersi a guardare il cielo.

Passo la giornata affaccendato a pulire la casa, ascolto la tivù, leggo il giornale.

Guerre, violenza, morte, fame, disoccupazione (ne so qualcosa) sono ormai terribilmente noti. A volte non mi stupiscono, non rimango annichilito ed è tremendo.

Aspetto la sera, quando tornerai dal lavoro. Riconosco il motore della tua auto. Per me è musica. Entri, togli le scarpe, ti lamenti del dolore ai piedi per i tacchi alti, sei vecchia, dici, non dovresti più portarli. Ci baciamo. Dopo cena, il momento più bello, ci sediamo vicini sul divano chiaro o ci stendiamo, le teste appoggiate su un bracciolo. A volte ci copriamo con un leggero plaid rosso. Parliamo. Ascolto la tua voce morbida che racconta, descrive, confida. Guardo i tuoi gesti che disegnano, sottolineano, danzano assieme alle parole. Ascolti mentre parlo di noi, della mia situazione, del tempo interminabile che trascorro aspettandoti. Mi carezzi una guancia, mi dai un bacio, mi strofini dolcemente una gamba e mi consoli: tutto cambierà, sussurri sorridendo. Voglio crederti.

I nostri discorsi aleggiano sospesi come bolle di sapone, si intrecciano, si disperdono. Ne rimane l’eco. Percorro con lo sguardo il tuo corpo morbido, lo sfioro con dita ruvide abituate, un tempo, a toccare attrezzi, materiali duri. Sorridi e le nostre mani si incontrano, si riconoscono, si comprendono. Sto bene sotto il plaid rosso, vicino a te.

Dentro casa, nel nostro cosmo imperfetto, siamo al sicuro.

Fuori c’è il mondo rumoroso, affannato, pericolante. Grigio.

Ma sotto il muretto di cemento, di fronte a casa, sta un divano d’erba fiorita.

Forse c’è speranza.

 

Aurelia Rossi

I° Classificata – Sez. B Racconto e fotografia


Nata a Cremona, è psicoterapeuta. Insegna psicologia dinamica presso la Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica di Ravenna (sezione staccata di Mantova) e presso il Centro di Psicoterapia Psicoanalitica di Calvatone (CR). Ha vinto il Primo Premio alla IV Edizione del Concorso “Finestre sul mondo”.





                           
Articoli Correlati
"Ricordi di luce". Questo il titolo della performance di teatro-danza ispirata al racconto "I ricordi d'infanzia" di Giuseppe Tomasi di Lampedusa che si terrà stasera,.... Notte magica quella proposta da Cantina Corbera di Santa Margherita di Belìce in occasione della notte di San Lorenzo. Il 10 agosto, a partire dall ore 21,30, i.... di Aurelia Malatesta C’è un libro in cui si racconta tutto quello che accadde in quel 20 luglio 1969, giorno dello sbarco sulla luna. Si tratta di Quelli di.... Occhi, non vedo che occhi. Grigio caffè bluastro brumoso, Verde fumo e caffè profumo. Sogno treni e sofà, occhi e sussulti. Vorrei dormire senza.... Francesco Sciara La Polisportiva Gattopardo vince e vola in testa alla classifica del girone B della seconda categoria. La squadra allenata da mister Roberto Gaudino, dopo 5....