Online il nuovo sito de "L'Araldo"
GENITORI E ADOLESCENTI: PERCHE' NON MI PARLI PIU'?
Le Pillole di psicologia. Piccoli pensieri per crescere insieme
GENITORI E ADOLESCENTI: PERCHE' NON MI PARLI PIU'? admin
admin - giovedì, 7 febbraio, 2019
Visualizzazioni: 204
LiberaMente [24]


di Sara Azzali


Con l’ingresso in adolescenza può accadere che anche i ragazzi più chiacchieroni smettano di raccontare episodi, paure, pensieri a mamma e papà.

A questo proposito affrontiamo alcune domande molto comuni tra i genitori:

  • Lo fa perché ce l’ha con me? No, la maggior parte delle volte non è così e questo comportamento non segnala tanto un conflitto irrisolto ma piuttosto uno dei compiti adolescenziali. Stiamo parlando della capacità di trovare una propria identità. Per fare questo il figlio comincia, a piccoli gradini, a ricercare dimensioni di confine e separatezza nel rapporto con l’adulto.



In effetti scegliere cosa condividere e cosa no è già di per sé un elemento che pone in luce la capacità di distanziarsi dall’altro.

  • Cosa non devo fare? Non insistete. Più si cerca un’apertura forzata più viene spontaneo dall’altra parte “chiudersi”. Solitamente basta distogliere l’attenzione da questo problema, interessarsi a qualche attività insieme, dedicare un po’ di tempo di qualità e i ragazzi quasi magicamente cominciano a condividere qualcosa.

     

Quando allarmarsi? Un comportamento di questo tipo può nascondere qualcos’altro quando si presenta assieme a una serie di altri segnali di disagio. Fate attenzione alle aree importanti di vita: amici, scuola, interessi continuano ad essere sostenuti dal ragazzo? Sintomi quali isolamento, difficoltà scolastiche, perdita di motivazioni e interessi dovrebbero farvi alzare le antenne. Anche sul piano fisiologico modificazioni del sonno, incubi, difficoltà ad alimentarsi o al contrario tendenza a mangiare in maniera incontrollata possono segnalare problematiche emotive. Infine cambiamenti bruschi rispetto qualcosa cui prima il ragazzo teneva molto. Per esempio era felice di andare a calcio e improvvisamente si rifiuta

 


Dott.ssa Azzali Sara

Psicologa Psicoterapeuta

🖋💌 www.psicologaazzali.it 






 

                           
Articoli Correlati
di Joseph CacioppoChissà quante sono le mamme che si vedono costrette a frequentare i social network per cercare di capire i comportamenti dei propri figli, specie se.... di Joseph Cacioppo Il sindaco di S. Margherita di Belice, Franco Valenti, non deve aver partecipato al Caffè letterario svoltosi questa estate presso i “Giardini.... di Sara Azzali Esistono molti tipi di bugie, ma tutte originano da un substrato comune: volersi sentire meglio rispetto quanto ci si sente. Il bambino impara presto.... di Elena Accardi (*) L’Istituto Comprensivo Statale “G. Tomasi di Lampedusa”, si  impegna a realizzare nel corso di tutto l’anno scolastico,.... di Martina Zanella Se sapessi scrivere la bellezza dei tuoi occhi. E cantare in nuovi metri tutte le tue grazie, il futuro direbbe: questo poeta mente; Mai un volto....