Online il nuovo sito de "L'Araldo"
LA SPECIE DI GABRIELLA MONTANARI
tratta da ANATOMIE COMPERATE (Whitefly Press)
LA SPECIE DI GABRIELLA MONTANARI admin
admin - lunedì, 10 dicembre, 2018
Visualizzazioni: 164
La stanza poetica [36]

LA SPECIE

 

Un giorno,

 

- quello della vita al contrario -

 

mi concepirete tre volte.

 

Sarà una notte di luna in ammollo,

 

regnerà la mandragora

 

gli umani verranno a patti con l’inutilità.

 

Mi sarete padri e madre

 

senza l’onere della continuità.

 

Intanto vi guardo

 

dal balcone degli anni di luce

 

diventare stelle avide di cosmo,

 

pianeti non più attratti da me.

 

Vi offro un palmo, l’unica premura che so.

 

 

 

Italo-francese, laureata in Lettere Moderne all’Università di Bologna e diplomata in Pittura presso la Scuola d’Arti Ornamentali San Giacomo di Roma, è poeta, scrittrice, critica d’arte e fotografa. Ha insegnato Lingua e Letteratura Italiana presso l’Istituto Italiano di Cultura di Nuova Delhi (India), Tecniche pittoriche e Storia dell’arte presso il Lycée Français de New Delhi. Ha condotto laboratori di poesia con gli allievi del Lycée Français de Lomé (Togo).

 Traduttrice di poesia e narrativa dal francese e dall’inglese, collabora con riviste letterarie, d’informazione, di viaggio e d’arte italiane e internazionali.

 È stata co-fondatrice e direttrice editoriale della casa editrice WhiteFly Press (Lugo). Attualmente è docente di lingua francese e Presidente dell’Associazione Culturale WhiteFly, con sede a Torino. È curatrice di mostre, organizzatrice di eventi culturali/festival letterari e consulente editoriale.

 

 Esordisce in poesia con Oltraggio all’ipocrisia per le edizioni Lepisma di Roma (2012, Prefazione di Dante Maffia), a cui hanno fatto seguito Arsenico e nuovi versetti (La Vita Felice, Milano, 2013, Prefazione di Lino Angiuli), Abbecedario di una ex buona a nulla (Rupe Mutevole Edizioni, Parma, 2015, Prefazione di Enrico Nascimbeni) e Si chiude da sé (Gilgamesh Edizioni, Mantova, 2016, Prefazione di Davide Rondoni). Pubblica per Supernova di Venezia (2016, Prefazione di Carla Menaldo) il suo primo romanzo, Donne di cose e per Danilo Montanari Editore (Ravenna), il libro d’arte Reattivo di Valle (poesie e fotografie) con acquarelli di Sergio Monari (2017).

 È membro della giuria del Premio G. Gozzano 2018, Sez. raccolta poesia inedita.

 Tra i riconoscimenti: Premio Internazionale R. Farina 2012: 2a classificata con Oltraggio all’ipocrisia; Premio Torresano 2016 : 1a classificata sez. Raccolta poesia inedita con Si chiude da sé; Premio Torresano 2016: 3a classificata sez. Narrativa edita con Donne di cose; Premio Montano 2017: Segnalazione sez Poesia edita con Si chiude da sé; Premio Guido Gozzano 2017:  3a classificata sez poesia inedita  con «Locus Ceruleus » (da Anatomia comperata), Premio Don Di Liegro 2017: Medaglia d’onore con «Labbra perforanti» (da Anatomia comperata).








                           
Articoli Correlati
0:8 DI GABRIELLA MONTANARI testimone un mare ampio di vedute, mi avresti legato un’alga d’argento all’anulare. ti avrei dato.... di Marilena Marsala Col termine competizione si può indicare un interazione tra individui di una specie o specie diverse provocata dalla comune esigenza di accedere a.... “Odio gli uomini invulnerabili. Provo rispetto solo per i ridicoli, quelli che hanno la bottega aperta alle cene tirate, che si beccano una merda di piccione sulla testa.... di Laura Bonelli Un interessante strumento pensato non solo per educatori e insegnanti, ma anche per genitori e pedagogisti: IMPARIAMO A RICONOSCERE LE EMOZIONI.... Alla fine sono solo due i candidati sindaco per la guida di Santa Margherita di Belice per i prossimi cinque anni. Dopo la fusione tra i gruppi di Maggio e Mangiaracina, e....