Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Il sogno di desiderio de Il Gattopardo nel 60-esimo dalla pubblicazione
Una celebrazione ed un convegno, che non arrivano, per omaggiare Tomasi di Lampedusa
Il sogno di desiderio de Il Gattopardo nel 60-esimo dalla pubblicazione admin
admin - lunedì, 29 ottobre, 2018
Visualizzazioni: 54
News [1232]

 

Se a Palazzo Chigi, al posto di Di Maio e di Salvini, ci fossero Montesquieu e Einaudi, lui (Giuseppe Tomasi di Lampedusa, nda) applaudirebbe dall'aldilà. Ma non perché antico, o vecchiotto, ma perché moderno”. A sostenerlo è Gioacchino Lanza Tomasi, figlio adottivo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, in una intervista a La Stampa in occasione dei 60 anni dalla pubblicazione de Il Gattopardo.

Esattamente 60 anni fa, il 28 ottobre 1958, Giangiacomo Feltrinelli Editore ha pubblicato il capolavoro di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, scomparso un anno prima.

Dopo vari rifiuti ricevuti dalle principali case editrici italiane, Giorgio Bassani, allora direttore della collana I Contemporanei, decise di pubblicare il romanzo di questo, allora, sconosciuto scrittore siciliano.

Vincitore del Premio Strega del 1959 e portato sullo schermo da Luchino Visconti nel 1963, Il Gattopardo divenne in poco tempo uno dei grandi capolavori della letteratura italiana.

Il film di Visconti è stato premiato al festival di Cannes, vincitore di tre Nastri d'Argento e del David di Donatello. Musiche di Nino Rota.

Lo sfogo di Gioacchino Lanza Tomasi arriva per stigmatizzare la mancata celebrazione della ricorrenza del 60-esimo dalla pubblicazione.

Non lo ha fatto la casa editrice e nemmeno i Comuni di Palermo, Palma di Montechiaro e Santa Margherita di Belice, che rivendicano un legame stretto con Il Gattopardo. E nemmeno l’Istituzione Giuseppe Tomasi di Lampedusa di S. Margherita di Belice.

Diversi i punti di vista sul romanzo. Per alcuni, “alla base di quel testo non sta, il Risorgimento, bensì il processo di trasformazione, l’adattamento al potere vincente in cui entusiasmo e disincanto, scetticismo continuità del potere si incontrano”.

Un romanzo politico allora?

Il Gattopardo è di destra o di sinistra?

Può essere, Il Gattopardo, “un inno reazionario, per la sua filosofia del tutto cambi perché nulla cambi”?

Mondadori ed Einaudi, che non erano di sinistra, non vollero pubblicare Il Gattopardo. Lo pubblicò invece Feltrinelli, che era di sinistra.

 “E’ stato Giorgio Bassani, che non era di sinistra, a farlo pubblicare. Era consulente della Feltrinelli, il suo parere contava moltissimo”, ha spiegato Gioacchino Lanza Tomasi.

Gioacchino Lanza Tomasi, in occasione del 60-esimo dalla pubblicazione, avrebbe voluto che la Feltrinelli organizzasse un convegno invitando grandi scrittori come Mario Vargas Llosa, Javier Marías, Abraham Yehoshua. Gli stessi ai quali, come presidente del Premio Letterario Internazionale “G. Tomasi di Lampedusa”, ha consegnato un assegno con 4 zeri nel corso delle varie edizioni.

Ma Il Gattopardo è un romanzo politico o storico?

Più lo studio e più mi accorgo che è un romanzo freudiano. – ha spiegato Gioacchino Lanza Tomasi a La Stampa - Si fonda sul sogno di desiderio. Tomasi tra i suoi libri di culto aveva il Trattato di psicoanalisi di Cesare Musatti. Non lo definirei semplicemente un romanzo storico. Ma un libro che insegna come raccontare la storia dell'uomo, che è fatta di traumi, di fatti psicologici, di gioie, di contraddizioni”.

                           
Articoli Correlati
Tanta la carne messa al fuoco durante l'incontro di mercoledì 12 dicembre, tenutosi presso il teatro Sant'Alessandro di Santa Margherita di Belice, finalizzato a.... E' Mario Vargas Llosa, Premio Nobel per la letteratura 2010, il vincitore della decima edizione del Premio letterario “Giuseppe Tomasi di Lampedusa”. Lo scrittore.... Riceviamo e pubblichiamo Stimatissimo Direttore, un grido di gioia che parte da Milano e si diffonte in tutto il mondo in onore di tutte le nostre Mamme. Finalmente si.... di Laura Bonelli Sessant’anni fa moriva Giuseppe Tomasi di Lampedusa, autore di uno dei più grandi capolavori del ‘900, Il Gattopardo. Il Parma.... “Omaggio a Il Gattopardo” e “Scritture d’artista”. Sono due le mostre che ospitano le opere di Franco Panella e che, inaugurate il 12 maggio,....