Online il nuovo sito de "L'Araldo"
La Terra dei Cachi in salsa gattopardiana: il sindaco ed i simpatizzanti M5S a confronto
La Terra dei Cachi in salsa gattopardiana: il sindaco ed i simpatizzanti M5S a confronto admin
admin - mercoledì, 12 settembre, 2018
Visualizzazioni: 297
News [1232]

Santa Margherita di Belice c’è. Santa Margherita di Belice non c’è.

A lanciare sul web questo originale “sfoglio della margherita” è stato il sindaco Franco Valenti. Seguito a ruota dai suoi assessori.

Il gioco è piaciuto ed è stato ripreso anche dagli attivisti locali del M5S. Con una piccola differenza. Quando i “petali” sono tirati dal sindaco del paese del Cafè House, o dai suoi boys, il risultato è scontato: Santa Margherita c’è, sempre. Fortuna? O se ne dà notizia sul web solo quando lo “sfoglio della margherita” dà esito positivo?

Nell’applicazione dei simpatizzanti locali del M5S, il risultato del “petalo” tirato non è scontato.

Santa Margherita c’è, ad esempio, tra i Comuni i cui dati sui rifiuti non convincono  l’Assessorato regionale. Non c’è, invece, tra i Comuni che un anno fa hanno presentato istanza di finanziamento per la sistemazione delle strade rurali.

E l’assessore, nonché vicesindaco, Giacomo Abruzzo “c’è” per dire che in materia di rifiuti “Santa Margherita c’è”, ma “non c’è” quando ci sarebbe da chiarire perché l’Assessorato regionale ha messo in dubbi i dati forniti dal Comune. “C’è” quando fa sapere che sono presentate delle istanze di finanziamento ma “non c’è” quando la Gazzetta Ufficiale notifica che per alcuni bandi di finanziamento per le strade rurali il Comune “non c’è”.

Come dire: lo stesso gioco applicato in due modi diversi.

C’è da dire che l’applicazione, dello “sfoglio della margherita”, che ne fa il sindaco Valenti trova sul web molti più consensi della versione dei simpatizzanti del M5S.

Si sa, la gente ha bisogno di “notizie” positive. E quindi risulta quasi un fastidio apprendere che “Santa Margherita di Belice non c’è”. Ecco perché, molto probabilmente, si notano dei presunti grillini locali condividere lo “sfoglio della margherita” di Valenti e dei suoi boys, ed ignorare lo stesso gioco praticato dai simpatizzanti locali del M5S.

Un “petalo” tira l’altro. Così viene fuori che a “Santa Margherita di Belice non c’è” una opposizione consiliare. Come a “Santa Margherita di Belice non c’è” l’urbanizzazione primaria della zona dell’ex baraccopoli Pasotti; anzi, “non c’è” nemmeno il progetto esecutivo.     

Ed inseguendo così Elio e le Storie Tese, sul ritornello de “La Terra dei Cachi” (Italia si, Italia no), se i “petali” da staccare alla “margherita” non creano quella suspance richiesta dal gioco allora qualcuno bara.

 

                           
Articoli Correlati
Una cosa è sicura a Montevago: non ci saranno le primarie del PD. Se si dovessero svolgere le primarie il sindaco uscente, Calogero Impastato, potrebbe non partecipare.... Si va facendo più chiaro il panorama politico margheritese in vista delle imminenti elezioni comunali. Innanzitutto è arrivata la conferma, per voce di Baldo.... Riceviamo e pubblichiamo  di Francesco Barbera Gli attivisti 5 Stelle di Santa Margherita di Belìce comunicano che in data 14.10.2016, ore 16, in occasione del.... “Io, speriamo che me la cavo”, di Marcello D’Orta (dal quale prese spunto il film del 1992 diretto da Lina Wertmüller e interpretato da Paolo Villaggio).... Interessante la lettura dei risultati margheritesi delle ultime elezioni politiche. Innanzitutto il trend locale, per quanto riguarda il Senato, ricalca quello nazionale: primo....