Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Elezioni comunali nel Belìce: "evapora" il cambiamento e messo in crisi il bipartitismo
Elezioni comunali nel Belìce: "evapora" il cambiamento e messo in crisi il bipartitismo admin
admin - sabato, 16 giugno, 2018
Visualizzazioni: 175
News [1232]

Sono state le vicende nazionali ad aver offuscato il dibattito sui risultati elettorali nella Valle del Belìce, o si tratta di un segnale dei tempi: cominciano a mancare le parole e quindi la capacità di ragionamenti autonomi?

Una cosa emerge in maniera chiara: della voglia di cambiamento espressa lo scorso 4 marzo si è persa traccia. Ed anche il “bipartitismo”, ancorché imperfetto, ha il fiato corto.

Andiamo con ordine.

Sambuca di Sicilia ha confermato il sindaco uscente e “candidato unico”, Leo Ciaccio, PD. Il sacrifico dell’amico (del sindaco) Michele Gigliotta non è stato gratificato nemmeno con un posto in consiglio comunale. E succede anche il paradosso che vede fuori dal consiglio comunale chi, nella lista vincente, ha preso più di 350 voti; mentre chi ha preso un decimo dei voti nella lista “amica” siederà sugli scranni nel civico consesso. Una conclusione a tarallucci e vito con una vittima eccellente: il “bipartitismo”, maggioranza da un lato e minoranza dall’altro.

Anche se non è solo colpa del “candidato unico”, la crisi del “bipartitismo”. A Santa Margherita di Belice, ad esempio, il sindaco in un post sul suo profilo facebook ha dato la notizia che “il consiglio comunale vota all’unanimità” le proposte di deliberazione poste all’ordine del giorno.    

A Contessa Entellina, Leonardo Spera, già capogruppo consiliare di opposizione ha avuto la meglio su Anna Fucarino, appoggiata dall’uscente amministrazione Parrino.

Sponsor di Spera pare siano stati il presidente del Consiglio comunale di Palermo Totò Orlando e il capogruppo del PD nel capoluogo siciliano Dario Chinnici. Bipartitismo vivo e vegeto, quindi, nel centro belicino di tradizioni albanese, con alternanza affidata agli elettori.

Alternanza anche a Menfi. Marilena Mauceri ha battuto Ezio Ferraro. Anche in questo caso l’uscente amministrazione Lotà è passata all’opposizione. La prima donna sindaco della “piccola Parigi” è stata appoggiata da forze che sedevano sui banchi dell’opposizione. Resta fuori del consiglio comunale il M5S presentatosi con Ignazio Perricone.

Discorso a parte merita l’elezione di Giacomo Cangelosi a sindaco di Poggioreale. Il neo sindaco Cangelosi siede sullo scranno di primo cittadino lasciando la poltrona di presidente del consiglio comunale. Ma non si tratta di un passaggio di consegne, visto che l’uscente Lorenzo Pagliaroli era stato sfiduciato dalla stessa maggioranza che lo aveva eletto ed era rimasto in carica soltanto per una sentenza del TAR.

L’ex sindaco Pietro Vella, PD, non ha beneficiato delle fratture interne alla coalizione che cinque anni fa aveva eletto Lorenzo Pagliaroli.

Due amministrazioni al centro sinistra e due al centro destra, dunque?

Archiviato il “cambiamento” a vantaggio del “bipartitismo”? “Bipartitismo” in crisi a causa del disinteresse dei cittadini?

Il web non risolve il dilemma. Le analisi ed i commenti non affrontano la questione. Sarà vero che la mancanza di parole minano il concetto di democrazia?

                           
Articoli Correlati
Riceviamo e pubblichiamo Le notizie riportate da L'Araldo sulle prossime elezioni comunali a Santa Margherita di Belice sembrano superate. Dalle notizie di piazza pare che.... Per iniziativa dell'Associazione giovanile Atlantide, si svolgerà a S. Margherita il 1° rtorneo "PES 2012". Le iscrizioni sono aperte fino al 4 dicembre. Il torneo.... Torna il teatro a Santa Margherita di Belìce. Dopo il successo de "La pruittedda", i protagonisti del premio letterario Giuseppe Tomasi di Lampedusa 2011, Nicola Ganci e.... L'Unione del Comuni "Terre Sicane" potrebbe allargarsi anche al Comune di Caltabellotta. Ad annunciarlo è stato il "super" sindaco Franco Valenti nel corso dell'ultima.... Anna Di MArco è la seconda classificata del concorso letterario promosso da Sciaccart 2014. L'Araldo, per gentile concessione dell'autrice, pubblica....