Online il nuovo sito de "L'Araldo"
I 'libri d'artista' di Franco Panella esposti a Palermo fino al 20 maggio
I 'libri d'artista' di Franco Panella esposti a Palermo fino al 20 maggio admin
admin - martedì, 15 maggio, 2018
Visualizzazioni: 138
News [1199]

Omaggio a Il Gattopardo” e “Scritture d’artista”. Sono due le mostre che ospitano le opere di Franco Panella e che, inaugurate il 12 maggio, resteranno aperte fino a domenica 20 maggio presso Palazzo Sant’Elia a Palermo.

I due eventi fanno parte del cartellone della “Settimana delle culture” 2018, promosso dall’omonima associazione ed inserito tra le manifestazioni di “Palermo capitale italiana della cultura 2018”.

Alla collettiva di pittura Franco Panella, artista belicino, partecipa con il suo “Libro d’Artista”: “NubeRossa/Scrittura Tagliente”.

Mentre nella mostra “Scritture d'artista” sono esposte le opere donate da oltre 100 artisti per la costituenda Biblioteca di Danisinni. Mostra curata da Nicolò D'Alessandro ed Enzo Patti.

Ma chi è Franco Panella e cos’è un “libro d’artista”?

Panella nasce a Montevago, in provincia di Agrigento, nel 1950. La città del Belice rimane per l’artista un punto riferimento affettivo e una realtà culturale-rurale altamente simbolica, tanto da essere rintracciabile come contenuto iconologico in molta della sua produzione creativa.

Il Libro d’Artista – è la definizione più ricorrente - è un manufatto librario seguito direttamente dall’artista in ogni sua fase ed elemento, dalla progettazione alla realizzazione materiale: ogni scelta di tecnica e via espressiva ha quindi una sua peculiare funzione comunicativa ai fini della trasmissione del messaggio. “Il punto focale del Libro d’Artista è dato dalla rottura del divieto di non toccare l’opera d’arte come è normalmente di regola nelle gallerie e nei musei di tutto il mondo”.

La mostra collettiva di pittura e oggetti: “Omaggio a Il Gattopardo”, curata da Anna Maria Ruta, espone anche le principali edizioni italiane de Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, appartenenti alla Collezione Umberto Cantone, a 60 anni dall’uscita del romanzo.

Nel catalogo della mostra, Umberto Cantone ricorda che “prima che da Einaudi, Il Gattopardo fù respinto da Mondadori, e infine fu intercettato da Bassani che ne sollecitò la pubblicazione per Feltrinelli nella sua “Biblioteca di letteratura” (sezione “I contemporanei”, n.4), avvenuta a più di un anno dalla morte, per cancro ai polmoni, dell’autore”.

Nel suo intervento, Umberto Cantone approfitta dell’occasione per spiegare anche “l’imbarazzante contrattempo” della prima e seconda tiratura del libro. Il libro doveva uscire nel 1959, ma a seguito di una recensione di Carlo Bo, su La Stampa, redatta in base a delle “copie civetta diffuse anzitempo tra addetti ai lavori, … Feltrinelli autorizzò l’uscita precipitosa e riparatrice di sole tremila copie, esauritesi in pochi giorni.”

Le mostre? Da vedere.

 

 

 

 

 

                           
Articoli Correlati
Sette mostre in contemporanea, o quasi. E’ l’ultima fatica di Franco Panella: avere sue opere in sette mostre contemporaneamente. Franco Panella, di origine.... “La città e i libri, avventure di un libraio”, questo il titolo dell'ultima fatica letteraria di  Salvatore Cangelosi, da qualche giorno in libreria a.... La campagna di sensibilizzazione verso il decoro urbano, avviata dall'assessore al ramo di Santa Margherita di Belice, Tanino Bonifacio, prevede anche la messa a dimora di.... di Rosaura Di Caro Inaugurata, venerdì 30 maggio, al Circolo di Cultura di Sciacca, la mostra fotografica e pittorica dal titolo "Scatti a china" di Giovanni Franco e.... Il capogruppo consiliare di maggioranza, Baldo Portolano, con un suo post sulla pagina facebook "Il futuro dipende da te" del 6 maggio usa parole non certo da bon ton nei....