Online il nuovo sito de "L'Araldo"
CASA DI ALESSANDRO NEGRINI
CASA DI ALESSANDRO NEGRINI admin
admin - martedì, 27 marzo, 2018
Visualizzazioni: 44
La stanza poetica [14]



CASA di Alessandro Negrini 


Sono, sempre, stato qui

Nella casa dove le mura sono solo

braccia addormentate nel sonno

dove ogni camera è un paese e il corridoio un ponte.

La casa dove la notte si accende sui corpi dimentichi del buio.

 

La casa dove la parola addio si pronuncia a presto,

 

la parola paura si pronuncia abbracciami,

dove l'imbarazzo non è mai nudo perché

 

sempre tiene il suo dolce, inavvertibile vestito.

La casa con la finestra dove tu cantavi un'alba d'allegria

 

dove fuori le nuvole cariche

piangono solo per troppe risa.

La casa dove non ti senti mai sola

come una bicicletta abbandonata,

 

perché sempre, da sempre, per sempre

è aperta la camera del noi.

 

 

Io sapevo che c'era, sapevo che c'era questa casa.

E quando entrai dissi solo - eccoti. Eccoti.


 


Pluripremiato regista e poeta nato a Torino, Alessandro Negrini si definisce un regista per errore.

Ha trascorso la maggior parte degli ultimi anni ’90 viaggiando e scrivendo in Europa, sino a trasferirsi nel 2001 in Irlanda.

I suoi lavori più conosciuti sono una combinazione di documentari, fiction e poesia ed esplorano temi sociali e di confine attraverso un approccio poetico e talvolta onirico, ed hanno ricevuto un grande riscontro di pubblico e di premi internazionali.

Prima di diventare regista ha lavorato come bidello in una scuola elementare, clown rappresentante del Circo Tribertis e distributore a domicilio di Pagine Gialle.

 

Definito documentario di poesia, Il suo nuovo film ‘TIDES (Maree) – Storia di vite e sogni perduti e trovati (alcuni infranti)’ film sospeso tra realtà e sogno che narra del fiume Foyle, divenuto un confine liquido a separare cattolici e protestanti a Derry, in Irlanda del Nord, si è aggiudicato dalla sua uscita undici premi internazionali, tra cui il Premio Migliore Sceneggiatura al Teheran Documentary Festival, il Premio Art Pop ed il premio Migliore Sceneggiatura al Parma International Music Film Festival, la Menzione d’Onoreal Mediteran Film Festival in Bosnia Herzegovina, Menzione d’onore come Miglior Film al Milano Film Festival, Premio Miglior Documentario al Malta International Film Festival ed il premio Miglior Fotografia al Sole Luna Film Festival di Palermo.

Il suo pluripremiato film documentario “PARADISO” ha avuto riconoscimenti in tutto il mondo, vincendo 18 premi internazionali e ricevendo “nomination” in più di 60 film festival.  Selezionato due volte al prestigioso Sources 2 International Workshop in sceneggiature in Norvegia. Collabora con il rinomato direttore della fotografia norvegese Oddgeir Saether (dop in Inland Empire di David Lynch) e con gli sceneggiatori David Gothard e Michael Seeber. Ha collaborato con rinomati sceneggiatori e produttori, tra cui Margo Harkin (Hush bye Baby), David Wingate (Sceneggiatore di “Fucking Amal) , David Gothard (ex direttore artistico del Riverside Studios di Londra e del Abbey Theatre, Dublino) e Michael Seeber (A Good American).



painting Emanuele Cavalli, Casa blu (1969)

 

 

 

 

                           
Articoli Correlati
Si consolida il gemellaggio tra Santa Margherita di Belìce e Ariccia, in provincia di Roma, siglato nel 2009.  Mercoledì, 12 dicembre, alle ore 18,00, presso.... Per iniziativa dell'Associazione culturale Atlantide, questa sera alle ore 20,30, presso il teatro S.Alessandro di Santa Margherita di Belice, si svolgerà una.... Cosa si prevede per il dopo Sogeir? Ovvero chi gestirà il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani per i Comuni di Santa Margherita di Belice e Montevago? Se ne.... Oggi, domenica 15 aprile, alle ore 19,30, il candidato sindaco Calogero Maggio presenta alla cittadinanza la sua squadra di candidati consiglieri comunali e assessori. La.... di Laura Bonelli Si è conclusa la quinta edizione del Parma International Music Film Festival, con profondo interesse da parte del pubblico che ha seguito con....