Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Istituzione "G. Tomasi di Lampedusa": fuori i prof. per fare spazio a figure pragmatiche
Gori Sparacino è il nuovo direttore scientifico
Istituzione "G. Tomasi di Lampedusa": fuori i prof. per fare spazio a figure pragmatiche admin
admin - giovedì, 15 febbraio, 2018
Visualizzazioni: 102
News [1224]

Squadra che vince non si cambia. Almeno nello sport. Non sempre in politica. Non certamente a Santa Margherita di Belice. Una conferma arriva dalla nomina del nuovo direttore scientifico dell’Istituzione “G. Tomasi di Lampedusa”.

Gori Sparacino, di Sambuca di Sicilia, sostituisce la dimissionaria Vita Morreale, di Santa Margherita di Belice.

Per Sparacino è un ritorno alla guida dell’Istituzione. Ma è certamente la prima volta che assume la carica di “direttore scientifico”. Finora si era occupato degli aspetti amministrativi di quella che, nelle intenzioni, dovrebbe rappresentare la fucina delle attività culturali del paese del Cafè House.

Aldilà dei ruoli, è indubbio che la nomina di Sparacino rappresenta una “bocciatura” dei tanti fedelissimi del sindaco Franco Valenti che si sono spesi per la sua rielezione.

In campagna elettorale, si sono rimboccati le maniche sia il prof. Matteo Raimondi che il critico d’arte Tanino Bonifacio. Gente che in passato ha ricoperto incarichi di vertice dell’Istituzione “Giuseppe Tomasi di Lampedusa”. Impegnati anche l’ex assessore alla pubblica istruzione Vita Morreale ed il vulcanico Onorio Abruzzo.

Il web testimonia che Tanino Bonifacio è stato il “regista” indiscusso dei comizi elettorali in piazza della recente campagna elettorale di giugno. Le immagini lo inquadrano ai piedi del palco che, come un direttore di orchestra, dispensa tempi, applausi ed ovazioni. Anche il prof. Raimondi è salito sul palco per caldeggiare la rielezione di Valenti.

Ecco perché le dimissioni di Vita Morreale e la nomina di Gori Sparacino vengono interpretati come una doccia fredda.

Sparacino è stato ai vertici dell’Istituzione per tantissimi anni. Ultimamente, con Pasquale Hamel direttore scientifico e Rosy Abruzzo, anche con l’amministrazione di Franco Santoro. A Santoro, quasi sei anni fa, subentrò Valenti I e, per la dura legge dello spoils system, Gori Sparacino ha dovuto lasciare il suo ruolo.

Adesso il ripescaggio. Che suona come una sonora bocciatura dell’operato di chi, negli ultimi cinque anni, lo ha sostituito. Ovvero: bocciatura dei prof. e largo a personalità pragmatiche?

(Nella foto: Gori Sparacino, in alto a sinistra, ed in senso orario: Tanino Bonifacio, Matteo Raimondi e Vita Morreale)

 

 

                           
Articoli Correlati
Potrebbe avvenire prima delle feste pasquali il cambio al vertice dell'Istituzione "G. Tomasi di Lampedusa". I tempi sono maturi. Ci sarebbe solo da trovare la formula.... Anche per l'edizione 2015 il Premio letterario internazionale "G. Tomasi di Lampedusa" potrebbe non avvalersi della figura del "direttore scientifico". Era già successo.... Continuano le attività culturali dell'Istituzione Giuseppe Tomasi di Lampedusa. L'ultimo appuntamento si è tenuto domenica, 17 giugno, alle ore 19,30 nei locali.... "Ricordi di luce". Questo il titolo della performance di teatro-danza ispirata al racconto "I ricordi d'infanzia" di Giuseppe Tomasi di Lampedusa che si terrà stasera,.... Continua la campagna de L'Araldo a favore della trasparenza amministrativa. Ecco la nota inviata dalla Direzione al Comune di Santa Margherita di Belice.   Al....