Online il nuovo sito de "L'Araldo"
La maledizione di palazzo Lombardo di S.Margherita: tra demolizione e tribunali
La maledizione di palazzo Lombardo di S.Margherita: tra demolizione e tribunali admin
admin - giovedì, 25 gennaio, 2018
News [1176]

Non ha pace “palazzo Lombardo” di Santa Margherita di Belice. Una sorta di maledizione sembra gettare un’ombra sinistra su quello che doveva essere il secondo “palazzo” del paese del Cafè House degli anni sessanta. Non una maledizione soprannaturali, ma una di quelle che si incrociano prima con il sisma del gennaio 1968 e poi con la burocrazia post ricostruzione.

Nelle settimane scorso era stata diramata la notizia dell’approvazione del progetto esecutivo della demolizione del palazzo in cemento armato iniziato prima del terremoto del gennaio 1968 e mai ultimato. Progetto esecutivo redatto dall’ufficio tecnico comunale (anche se sono previsti circa 30 mila euro per oneri tecnici). Adesso arriva la notizia di un ricorso amministrativo pendente presso il Consiglio di Giustizia Amministrativo della Regione Siciliana.

Due percorsi paralleli. Uno intrapreso dall’Amministrazione Valenti che punta alla demolizione del palazzo sul presupposto di esserne proprietaria. L’altro intrapreso dai privati, ex proprietari, che si vedono espropriati della loro proprietà senza avere avuto nulla in cambio.

Una storia semplice ma resa complessa dalla macchina burocratica, tra equivoci e pareri. Tanti pareri. Sia tecnici che legali. Le cui conclusioni non sempre sono uniformi, stando alla cronaca.

L’ultimo parere legale, fornito dall’avvocato Santo Botta di Menfi nel 2015 è lapidario: palazzo Lombardo è stato espropriato dalla Prefettura di Agrigento nel 1987 in base alle leggi speciali sulla ricostruzione della Valle del Belìce. Ed è quindi di proprietà comunale. L’esproprio è stato effettuato senza indennizzo e quindi ai proprietari spettano i benefici previsti dalle leggi speciali sul terremoto del Belìce: un lotto di terreno edificabile in sostituzione di quello espropriato ed il relativo finanziamento di ricostruzione. In trenta anni, dal 1987, però, la speciale commissione edilizia comunale (ex art. 5 L. 178/76) non ha mai provveduto ad assegnare agli ex proprietari un lotto di terreno edificabile. Che a loro volta non hanno potuto avviare l’iter della ricostruzione presentando un progetto edilizio.

Dell’esistenza del decreto di esproprio del 1987 pare si venga a conoscenza soltanto nei primi del 2015. Da allora, malgrado siano trascorsi quassi due anni, nessuno ha provveduto ad assegnare un lotto di terreno edificabile agli ex proprietari di palazzo Lombardo. Malgrado l’espressa raccomandazione dell’avv. Santo Botta.

La querelle finisce al TAR. Il tribunale amministrativo dichiara in parte inammissibile il ricorso proposto dagli ex privati. Che adesso hanno appellato la sentenza del TAR.

Altro giro, altro legale. Al rinunciatario avv. Santo Botta subentra l’avvocato Beatrice Miceli di Palermo.

E mentre la via giudiziaria fa il suo corso, la Protezione Civile regionale sposa la strada intrapresa dall’Amministrazione Valenti decretando un finanziamento di quasi 500 mila euro per demolire una struttura in cemento armato di sette piani ritenuta pericolosa. Anche se appena 15 anni fa il consiglio comunale di Santa Margherita di Belice aveva deliberato di demolire alcuni piani e di utilizzare i piani inferiori a sede del municipio. Liberando così il palazzo del Gattopardo per destinarlo ad attività culturali. La proposta di utilizzare alcuni piani come casa comunale pare fosse avallata, dal punto di vista tecnico, da una relazione strutturale di un quotato professionista.

Adesso non resta che scommettere su quale delle due vie arrivi prima al traguardo: la demolizione finanziata dalla Protezione Civile siciliana o il riconoscimento dei diritti degli ex proprietari.

Nonché di contare i giorni che dovranno ancora passare affinchè la speciale commissione edilizia comunale assegni un lotto di terreno edificabile agli ex proprietari di palazzo Lombardo.

                           
Articoli Correlati
Conto alla rovescia per la demolizione di palazzo Saieva-Lombardo di Santa Margherita di Belice. La “sentinella”, la soluzione di continuità tra via Collegio.... Si recupera il Cafè House di Santa Margherita di Belice. A confermarlo è il sindaco Franco Valenti. La notizia prima era stata fatta veicolare sul web, ora.... Approvato in via amministrativa il progetto esecutivo di demolizione di “palazzo Lombardo”. L’importo del progetto approvato dalla giunta comunale di Santa.... Sarà finanziato dalla Protezione Civile regionale la demolizione di palazzo Lombardo del Comune di Santa Margherita di Belice. I fondi saranno prelevati dal capitolo.... Dodici anni sono passati invano per il palazzo Saieva-Lombardo di Santa Margherita di Belice. E sfuma anche il progetto di adibire il palazzo del Gattopardo ad attività....