Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Sull'Oratorio, Giuseppe Mangiaracina: il sindaco Valenti ci ha ostacolato
Sull'Oratorio, Giuseppe Mangiaracina: il sindaco Valenti ci ha ostacolato admin
admin - sabato, 11 marzo, 2017
Visualizzazioni: 130
News [1240]

Riceviamo e pubblichiamo

Lettera aperta

In riferimento al dibattito di questi giorni sui rapporti tra l’Amministrazione comunale e l’Oratorio di Santa Margherita di Belice, svoltosi anche sul web, mi sento in dovere di intervenire per fare un po’ di chiarezza. Anche per amore della verità.

Sono circa 2750 i giorni da me trascorsi come animatore volontario dell’Oratorio “S. Rosalia”, progetto nato dalla voglia di stare insieme, seguendo un itinerario nello stile oratoriano di San Giovanni Bosco.

In questi sette anni e mezzo, tanti sono stati gli obiettivi che insieme abbiamo raggiunto, altri ancora quelli da raggiungere.

Le varie attività, le diverse edizioni del Grest, il rilancio della festa di S. Rosalia, sono solo una parte rappresentativa dell’impegno dei ragazzi dell’Oratorio nella nostra cittadina.

In particolare modo vorrei soffermarmi sul rapporto che la nostra famiglia oratoriana ha avuto con le varie Amministrazioni comunali che negli anni si sono succedute.

Da primo iniziatore, insieme ad altri, di questa realtà giovanile cittadina, ricordo l’eccellente rapporto, improntato a grande stima e rispetto reciproco, che vi è stato con l’Amministrazione Santoro. Bastava un semplice sguardo per capire che era necessario collaborare per raggiungere un obiettivo comune.

Ricordo ancora oggi le parole dei componenti dell'Amministrazione Santoro: “Picciò di chi aviti bisogno?”

Quanto era bello sentirsi accettati, compresi e gratificati, per un servizio che veniva e viene svolto per la società e per la nostra bella Santa Margherita di Belice.

Gente semplice e dalla grande carica umana sono stati gli amministratori della precedente Amministrazione: si poteva dialogare tranquillamente!

Ahimè, purtroppo, questo non possiamo dirlo dell’Amministrazione che dal 2012 guida il nostro paese.

Infatti sin dai primi incontri a proposito dell’organizzazione del Grest, l’attuale Sindaco ha tenuto a precisare che non si potevano più elargire contributi a gruppi e ad associazioni, ma si poteva collaborare soltanto con “compartecipazioni”.

“Compartecipazione” a senso unico, però. Considerato che ad altri è stato dato ciò che a noi dell’Oratorio è stato negato.

Basta dare lettura agli atti pubblici del nostro Comune per saperne di più.

Anzi, negli anni, abbiamo dovuto subire attacchi per le presunte “piazze lasciate sporche” (a parere di qualche giocoliere della politica), dopo lo svolgimento delle nostre attività.

Mi chiedo: perché tanta ostilità nei confronti dell’Oratorio margheritese? In fin dei conti le attività dell’Oratorio sono state soltanto l’espressione dell’impegno dei giovani margheritesi a un sano divertirsi, facendo divertire anche gli altri con delle attività ricreative improntate ai sani valori cristiani e di solidarietà.

Beh, in paese ci conosciamo tutti e sappiamo come sono andati i fatti.

Adesso si è arrivati a mistificare i fatti e la storia locale, laddove si asserisce che all’Oratorio sono stati concessi contributi comunali, quando in realtà le attività sono state ostacolate ed i contributi negati.

Se da un lato siamo stati ignorati dall’attuale Amministrazione comunale, dall'altro lato invece il Signore ci ha fatto il grande dono di incontrare altre persone che ci hanno sostenuto ed incoraggiato fino all'inverosimile. Penso ai genitori dei ragazzi dell’Oratorio, agli animatori, alle loro famiglie, a tutti gli esercizi commerciali del paese. Penso ancora a quanti, a vario titolo e in vario modo, ci hanno prestato amplificazioni, palchi, gazebo, illuminazioni, mano d'opera e tanto altro ancora, per la buona riuscita delle nostre attività. Grazie a loro siamo riusciti a raggiungere tanti obiettivi.

Da fondatore, insieme ad altri, dell'Oratorio S. Rosalia, ho ricevuto tanto e non potevo tacere di fronte alla mistificazione della verità!

"Quelli che ci hanno voluto bene ci hanno fatto un grande dono, ci hanno fatto sentire vivi e presenti. Quelli che hanno provato ad ostacolarci, anche se inconsapevolmente, ci hanno fatto il grande dono di confidare di più in Dio”.

Peppe Mangiaracina

                           
Articoli Correlati
Alla fine sono solo due i candidati sindaco per la guida di Santa Margherita di Belice per i prossimi cinque anni. Dopo la fusione tra i gruppi di Maggio e Mangiaracina, e.... Riceviamo e pubblichiamo Leggo sul sito de L'Araldo di un concorso a premi su chi indovina il nome del progettista del piano regolatore generale (PRG) di Santa Margherita di.... Si va facendo più chiaro il panorama politico margheritese in vista delle imminenti elezioni comunali. Innanzitutto è arrivata la conferma, per voce di Baldo.... E’ stato chiarissimo Melchiorre Ferraro nel corso dell’ultima riunione svoltasi nella sede elettorale di Giorgio Mangiaracina: “ho dato la mia.... Riceviamo e pubblichiamo Leggo su L'Araldo che a S. Margherita di Belice ci sarebbero due versioni di regolamento edilizio (vedi sezione Territorio&Burocrazia). Leggo....