Online il nuovo sito de "L'Araldo"
L'arciprete di S. Margherita bacchetta il sindaco uscente Franco Valenti
L'arciprete di S. Margherita bacchetta il sindaco uscente Franco Valenti admin
admin - martedì, 7 marzo, 2017
Visualizzazioni: 140
News [1238]

Un’altra tegola si è abbattuta sul sindaco uscente del Comune di Santa Margherita di Belice. E pare che se la sia cercata. Andiamo con ordine. Nella foga di far sapere che si ricandida, Franco Valenti ha stilato un volantino che ha fatto circolare alla maniera dei supermercati. Nel volantino sono contemplate, non tanto le “offerte della settimana”, ma quanto avrebbe fatto l’Amministrazione Valenti nei cinque anni del suo mandato amministrativo. In questo elenco delle “cose fatte” spuntano anche dei contributi elargiti alla Chiesa guidata da don Filippo Barbera. Una provocazione bella e buona, per l’arciprete di Santa Margherita di Belice. E così domenica pomeriggio, alla fine della messa, il parroco della Matrice ha tenuto a fare chiarezza. Non usando mezzi termini nei confronti del sindaco Franco Valenti. Tra i presenti pare che ci fosse anche il padre del sindaco Gaspare Valenti, già delegato magistrale della Gran Loggia d’Italia.

Ne è seguita una polemica anche sul web. I “consigliori” del sindaco Valenti hanno tirato fuori due provvedimenti comunali: uno del 2013 con il quale si offriva da bere ai ragazzi che partecipavano a grest, la manifestazione estiva che coinvolge tanti giovanissimi. Spesa impegnata: 150 euro, per una bicchierata di bibite offerta dall’Amministrazione comunale. Ed un secondo provvedimento del 2016 dove il sindaco manifestava l’intenzione di concedere la somma di 500 euro. Somma respinta per la sua esiguità. Il “responsabile comunicazione” dell’Amministrazione Valenti (che collabora con il Giornale di Sicilia e TRS, oltre a “dirigere” il giornale-facebook governativo) non ha chiarito se queste 500 euro, alla fine, siano stati elargiti effettivamente. Sta di fatto che il “bilancio consuntivo” di cinque anni di amministrazione del sindaco Valenti riporta anche i contributi alla Chiesa locale. “Non capisco perché si debba fare politica tirando in ballo la chiesa – pare abbia detto don Filippo Barbera. – La chiesa non si interessa delle vicende politiche ma se viene strumentalizzata allora è doveroso mettere i puntini sulle i”.

Il “volantino” delle “cose fatte” (come la bicchierata ai ragazzi del grest) è arrivato dopo che è stato dato per scontato che la competizione elettorale, del prossimo 11 giugno, si giocherà tra il direttore de L’Araldo, Joseph Cacioppo, e l’ex sindaco Giorgio Mangiaracina. Valenti avrebbe serie difficoltà a chiudere la lista dei candidati al consiglio comunale.

Nel “volantino” - viene fatto notare - non si fa nessun cenno al programma elettorale. Forse perché non è stato attuato nessun punto. Tra le cose fatte risulta che sono stati garanditi gli stipendi ai dipendenti e che, due anni e mezzo fa, è stata stipulata una convenzione con la Protezione Civile per la redazione del progetto esecutivo delle opere di urbanizzazione della zona Pasotti. Anche se, a distanza di due anni e mezzo, del progetto non si vede nemmeno l’ombra.  

                           
Articoli Correlati
Spostato a domenica il comizio del sindaco Franco Valenti. Ad un anno dalla sua elezione a sindaco, il primo cittadino di Santa Margherita, Franco Valenti, relazionerà.... Si va facendo più chiaro il panorama politico margheritese in vista delle imminenti elezioni comunali. Innanzitutto è arrivata la conferma, per voce di Baldo.... Operatori ecologici all’opera dopo l’input del neo sindaco Franco Valenti. Come primo atto il neo sindaco ha dato disposizione affinché fosse attivata la.... Ripetere le frasi del Papa non immunizza dagli strali dell'arciprete del paese del Cafè House. A sperimentarlo sulla propria pelle è, in questi giorni, il neo.... La santa candelora del due febbraio, oltre all’inverno, si è portata via anche la probabile candidatura dell’avv. Filippo Di Giovanna. Per la stagione....