Online il nuovo sito de "L'Araldo"
La leccata di asfalto dell'Amministrazione Valenti
La leccata di asfalto dell'Amministrazione Valenti admin
admin - venerdì, 10 febbraio, 2017
Visualizzazioni: 136
News [1239]

I portici di via Libertà non proseguiranno più lungo i tratti che prospettano su piazza Matteotti.

Almeno non per ora. Almeno non con l’Amministrazione Valenti.

I soldi, fermi nel cassetto da cinque anni, sono stati in parte stornati per l’avvio della campagna elettorale: interventi estemporanei e provvisori al posto del completamento delle infrastrutture programmate da tempo. E’ questo l’input del neo assessore ai lavori pubblici, Paolo Morreale.

I fondi stavano buoni nel cassetto dal 2011: 160 mila euro destinati a realizzare le due ali terminali dei portici di via Libertà, lato nord.

Completate queste due ali, restava da realizzare soltanto il tratto di portici su via S. Francesco.

Il sogno è svanito qualche mese fà. Il consiglio comunale ha vestito i panni di Penelope, la fedele moglie di Ulisse. Quella che la leggenda vuole che di giorno cuciva e di notte scuciva, pur di restare fedele al suo uomo.

E così il sogno di completare le due ali di portici, toccato con mano per cinque anni, ha dovuto fare i conti con una leccata di asfalto da stendere sulla via Genova.

Un intervento di manutenzione, è stato detto. Manutenzione? In genere la manutenzione si fa a qualcosa che esiste per mantenerla in buono stato. Mentre la via Genova non esiste. Manca il progetto esecutivo delle opere di urbanizzazione dell’area dell’ex baraccopoli Pasotti, dove ricade quella che - esistente la baraccopoli - si chiamava via Genova.

Mancando il progetto esecutivo, mancano le quote, mancano i servizi a rete: fognatura, acqua e luce.

In una parola: la via Genova non esiste.

Malgrado ciò, sono stati prelevati 48 mila euro, dal gruzzoletto di 160 mila euro che si trovavano da cinque anni nel cassetto, per effettuare la manutenzione di via Genova, asfaltandola. E le due ali di portici che fine fanno?

Togliendo 48 mila euro, ne restano 112 mila, basteranno per realizzare i portici? Difficile. Ed allora che fine faranno queste somme che non potranno più servire per i portici? Si è detto che la manutenzione di via Genova si è resa necessaria per motivi di sicurezza.

Se così fosse, la precedenza doveva averla la strada che conduce agli alloggi pubblici di contrada Carnevale, dove abitano decine di famiglie. E c’è una sola strada di accesso. Ovvero doveva essere data a via Collegio, che collega il quartiere S. Michele con le uscite del paese. Così non è stato. Ecco perché siamo convinti che sia stata una scelta politica dettata dall’approssimarsi della campagna elettorale.

Il consiglio comunale ha votato all’unanimità e si è assunto la responsabilità di far saltare la possibilità di realizzare altri due tratti di portici. E come se un padre di famiglia si comprasse un vestito nuove per andare in discoteca invece di comprare le scarpe ai figli.

S. Margherita di Belice non ha bisogno di una leccata di asfalto su via Genova, che le prime piogge post elezioni comunali potrebbero portare via. Avrebbe bisogno di cominciare a mettere la parola fine alle tante incompiute. L’Amministrazione Valenti, invece, prima impegna 500 mila euro per demolire il palazzo Lombardo, invece di utilizzarli per redigere il progetto esecutivo delle urbanizzazioni della zona Pasotti. Ora distoglie i soldi dei portici. Ce ne ricorderemo.      

                           
Articoli Correlati
  Aspettando Godot. E’ la più famosa opere teatrale di Samuel Beckett, il refrain del 50° anniversario del terremoto che, tra il 14 ed il 15 gennaio.... E’ stato chiarissimo Melchiorre Ferraro nel corso dell’ultima riunione svoltasi nella sede elettorale di Giorgio Mangiaracina: “ho dato la mia.... di Francesco Sciara Anche le periferie del centro abitato di Santa Margherita di Belìce sono interessate dalla campagna di pulizia e scerbatura messa in atto.... Francesco Graffeo  Un margheritese nominato direttore generale dell’Ateneo di Palermo. Si tratta del 51enne Antonio Valenti. L’Università di Palermo.... Nominato il Consiglio di Amministrazione dell'Istituzione Giuseppe Tomasi di Lampedusa del Comune di Santa Margherita di Belice. Questi i componenti: sindaco Franco Valenti....