Online il nuovo sito de "L'Araldo"
SILENCE DI MARTIN SCORSESE
Il "silenzio di Dio" nel nuovo film del grande regista americano
SILENCE DI MARTIN SCORSESE admin
admin - giovedì, 19 gennaio, 2017
Visualizzazioni: 117
Cultura&Turismo [65]

di Laura Bonelli


Due giovani preti gesuiti alla ricerca del loro padre spirituale e mentore, in seguito alle inquietanti notizie che lo danno come apostata in terra giapponese, rinnegatore della fede cattolica per aver abbracciato il buddismo.  Non lo credono possibile, e, mossi dal fervore e dal ricordo che hanno di lui, chiedono di partire per trovarlo e fugare ogni dubbio.


Questo l’incipit di Silence, l’ultimo lavoro cinematografico di Martin Scorsese, tratto dal romanzo dello scrittore giapponese Shūsaku Endō “Chinmoku” pubblicato nel 1966 e basato sul personaggio realmente esistito Cristóvão Ferreira, un missionario portoghese che rinunciò al cattolicesimo in seguito a torture.

I due protagonisti affronteranno un viaggio insidioso per trovare una comunità cristiana giapponese, formata prevalentemente da contadini e povera gente, che vive nella paura di essere scoperta, torturata e uccisa.

Pagina della storia del Giappone a lungo rimasta ai margini, l’ oppressione dei cristiani durante lo shogunato Tokugawa viene raccontato dal regista americano in tutta la sua drammaticità, ma è anche motivo di profonda riflessione ideologica, che trascende la religione.

Scorsese narra gli errori dei missionari dei secoli passati ma pone l’accento sullo scontro di mentalità più che di pensiero. Quella cattolica, improntata sul senso della verità assoluta e della superiorità che si contrappone a quella razionalissima e pratica di un Giappone ritratto fracido e nebbioso.

E’ uno scontro di ego, che solo fiaccati da soprusi e torture riusciranno a far sentire davvero la propria voce, mentre lo “sguardo silenzioso  di Dio” nelle splendide immagini aeree all’inizio del film, lascia sempre di più spazio alla storia umana, in cui non ci sono né vincitori né vinti. 






                           
Articoli Correlati
IO E TE DI SILVIA CERIATI   Costruiamoci una casa senza lucchetti e senza catene fatta di petali sottili dove entrare e uscire liberamente, danzando come le api..... “Verso i cinquecento anni della Riforma Protestante” è il titolo dell’evento culturale che si svolgerà il 31 ottobre a Santa Margherita di....  di Betty Scaglione Sabato 15 dicembre nei nuovi locali di via Morante, l’Associazione San Vincenzo de’ Paoli ha ricevuto un folto gruppo di famiglie con i....   Sono 6 i lungometraggi fra i quali “Erba celeste” di Valentina Gebbia in prima nazionale, 12 documentari e 19 cortometraggi i lavori in concorso.... Un pubblico numeroso ed interessato ha partecipato, nel pomeriggio del 18 febbraio scorso, al caffè letterario, promosso e organizzato da Rosa Cartella, Dirigente....