Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Anche la sindaca La Rocca ha ricevuto l'investitura di "Dama della Madonna di Montevago", il cui santuario si trova ad Arcevia
Anche la sindaca La Rocca ha ricevuto l'investitura di "Dama della Madonna di Montevago", il cui santuario si trova ad Arcevia admin
admin - giovedì, 20 ottobre, 2016
Visualizzazioni: 95
News [1238]

di Fausto Moretti

Si è conclusa, a San Pietro in Musio, Arcevia, in provincia di Ancona, la XX edizione della festa della Madonna di Montevago.

La festività lega due Comuni: Arcevia e Montevago, il centro agrigentino, distanti geograficamente ma vicini nella devozione alla “Madonna di Montevago”.

Alla devozione della “Madonna di Montevago”, il cui santuario si trova a San Pietro in Musio, si richiama l’Ordine dei “Cavalieri della Madonna di Montevago”, di cui fanno parte esponenti della società civile marchigiana e siciliana.

Dovendo fare un resoconto della manifestazione, mi sono cimentato alla lettura dei commenti dei partecipanti e visitatori sui social network e tra i tanti commenti favorevoli mi sono imbattuto su un post del consigliere comunale di Arcevia, Marco Renzoni, che riporto: “Anche io c’ero, un po’ per caso, un po’ per curiosità ed un po’ perchè spinto dalla devozione. Devo dire che è stata una manifestazione splendida. Ho veramente respirato tutto il trasporto che vi era nell'aria. Quel trasporto inteso come espressione della devozione che i Cavalieri della Madonna di Montevago mettono in tutto ciò che fanno ed in tutto ciò che circonda l'Associazione. Mi hanno raccontato dei motivi della nascita di quest'Ordine, dei principi di profonda devozione alla “Madonna di Montevago” e, delle ceneri degli antichi sodalizi esistenti, dalle quali sono sorti. Come arceviese e come consigliere comunale, conosco bene l'importanza delle Associazioni nel nostro territorio. Conosco il lavoro continuo che esercitano gratuitamente per le frazioni e per il Comune stesso, senza il quale con un territorio così ampio non si potrebbe ammirare sicuramente nulla di quanto magnifico ci sia. Sono rimasto colpito molto dalla suggestione che crea come manifestazione ma, soprattutto dalla promozione che fa del nostro territorio. Una promozione che non si ferma ai confini, comunali o regionali, ma va oltre. Arrivando in quella parte di Sicilia che onora e porta la stessa devozione alla Madonna e che vive di un gemellaggio emozionante. Con piacere ho ascoltato le parole del Sindaco di Montevago, Margherita La Rocca, che ha auspicato il continuo contatto fra le due comunità. Due territori diversi ma vicini, grazie all’opera dell’Ordine del Cavalieri della Madonna di Montevago”. Cosa aggiungere di più? Resta solo di ringraziare tutti i partecipanti, le due amministrazioni comunali coinvolte e l'associazione culturale  montevaghese “La smania addosso”. Oltre ai Cavalieri della Madonna di Montevago, naturalmente.

                           
Articoli Correlati
Diciasettesima “Festa della Madonna di Montevago “, la tradizione continua. Potrebbe essere questo il titolo di una bella favola nata nel piccolo centro.... “Re Calò III” non ce l’ha fatta. Montevago ha scelto Margherita La Rocca, primo sindaco donna. Meno di ottanta voti hanno fatto la differenza. Eppure.... “Oelha! Cose di Diu e Cosi duci”. Questo il titolo del volume edito dalla Fondazione culturale rotariana Salvatore Sciascia presentato il 1 febbraio al Sicilia.... Si terrà sabato 15 dicembre (ore 15,30) all’interno del teatro S. Alessandro di Santa Margherita di Belice l’assemblea annuale dell’Associazione.... Calogero Gugliotta, attento osservatore della politica montevaghese, in un suo post su facebook, ha fatto una analisi sul comportamento del Partito Democratico a Montevago in....