Online il nuovo sito de "L'Araldo"
L'eros del Gattopardo, i cabbasisi dei siciliani e l'incompreso Navarro. Se ne è parlato a S. Margherita in un Caffè letterario
L'eros del Gattopardo, i cabbasisi dei siciliani e l'incompreso Navarro. Se ne è parlato a S. Margherita in un Caffè letterario admin
admin - giovedì, 4 agosto, 2016
Visualizzazioni: 427
News [1296]

Interessante Caffè letterario ieri sera a Santa Margherita di Belice. Il Team di “Sicilia my love”, nell’accogliente 2° cortile di palazzo Filangeri-Cutò, ha tessuto quel filo invisibile che lega i tanti letterati legati alla provincia di Agrigento: da Emanuele Navarro, a Giovanni Verga, Luigi Pirandello e Leonardo Sciascia, passando per Giuseppe Tomasi di Lampedusa e Andrea Camilleri. Una serie di “ritratti”, pennellati attraverso le opere, gli aneddoti, le esperienze di vita, che hanno preso corpo con gli interventi dei numerosi e preparati relatori

Si è ricordata l’esperienza parigina di Emanuele Navarro, originario di Sambuca di Sicilia, che non ha avuto i riconoscimenti che la sua opera merita. E mentre sullo schermo venivano proiettate le immagini della rivista “Fanfulla”, alla quale ha collaborato durante la sua permanenza a Milano, è stato ricordato che Navarro ha chiamato a collaborare alla rivista da lui diretta: “La Fronda”, anche Luigi Capuana e Giovanni Verga.

Di Pirandello è stata evidenziata la sua passione per la pittura. Mentre di Leonardo Sciascia è stato tratteggiato il suo impegno sociale anche in ambito locale.

Non potevano mancare i richiami ai temi della solitudine e della morte nell’opera di Tomasi di Lampedusa, contrapposti all’eros che trova spazio ne “Il Gattopardo”.

Il tema del Caffè letterario è stato incentrato su “l’altra Sicilia”. A chi si è fregiato di essersene andato dalla Sicilia prima di compiere 20 anni, si è contrapposto chi in Sicilia è rimasto ed ha lasciato il segno.

Resta da capire se i “cabbasisi” (termine – come è stato ricordato dalla relatrice che ha concluso i lavori - reso mondiale da Andrea Camilleri) sono da riconoscere a chi va via dalla Sicilia prima dei 20 anni o a chi rimane e diviene “siciliano” nell’anima. Ovvero, per usare una terminologia cara a Camilleri, ai siciliani di scoglio o ai siciliani di alto mare?

Assenti, tra il pubblico, i margheritesi. Sintomo che, come emerso in un dibattito su facebook tra ventenni, Santa Margherita di Belice non è un paese di cultura?

 

                           
Articoli Correlati
“La Nana”, il romanzo di Emanuele Navarro della Miraglia, compie 140 anni. L’anniversario ricade nel centenario della morte dello scrittore di origine.... Oggi, domenica 12 marzo, al Teatro Samonà di Sciacca, torna in scena “La Nana” di Emanuele Navarro della Miraglia, riduzione e adattamento teatrale di.... Sdoganato l’erotismo nell’opera letteraria di Emanuele Navarro. Sembra questa la novità più evidente del “III Convegno studi navarriani”.... Quante similitudini tra il Gattopardo e Beppe Grillo. Almeno sulla rete. La leggenda vuole che Beppe Grillo tolga dal suo blog i commenti non allineati al “pensiero.... Un pinolo si innamora di una slanciata foglia di rucola, le lenticchie decidono di portare davvero fortuna e nella notte i fornelli si arrovellano sul perché delle cose.....