Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Ragazza di Poggioreale si salva dalla strage di Nizza. Ecco il suo racconto
Ragazza di Poggioreale si salva dalla strage di Nizza. Ecco il suo racconto admin
admin - martedì, 19 luglio, 2016
Visualizzazioni: 77
News [1238]

 di Mariano Pace

Era tra quelle persone che scappavano dalla furia omicida del terrorista. Il killer  guidava il camion scagliandosi sulle persone che si trovavano sul lungomare di Nizza  per assistere allo sparo dei giochi pirotecnici.  Il terrorista  pare abbia anche sparato seminando panico e terrore. Lei è una giovane studentessa diciassettenne di Palermo  C.C.  che si trovava a Nizza per una vacanza studio di quindici giorni. Si può considerare una miracolata, una sopravissuta all’inferno scatenatosi a Nizza. Ha visto passare  davanti a sé il camion, a pochissima distanza che procedendo a zig-zag  travolgeva tante persone finendo con il mietere vittime su vittime anche bambini. “Eravamo sul lungomare assieme ai miei compagni di college - racconta la ragazza - stavamo decidendo in quale locale andare per trascorrere la serata visto che peraltro  pioveva. Abbiamo trascorso cinque secondi di indecisione e nel frattempo vedo  una massa di gente che si butta dal muretto per correre in spiaggia. C’erano persone che urlavano disperate e che correvano verso di me. Mi affaccio sulla strada e  penso che sia un attacco terroristico. Mi rassegno alla morte e vedo il camion venire nella mia direzione. Mi scanso, cerco di nascondermi tra la gente e dietro a un motorino. E poi in un secondo passa il camion scansandomi di poco. Dietro di lui vedo le persone davanti a me travolte. Il camion va avanti e la strada è piena di corpi morti. Sangue ovunque e persone disperate”. La ragazza alla fine riuscirà a raggiungere il college salendo su un autobus dopo una lunga, disperata ed estenuante fuga. “Ho ricevuto la telefonata di mia figlia - dice il papà Salvatore, (originario di Poggioreale dove vi lavora facendo la spola quotidiana con Palermo) -attorno alle ore 22,50. Gridando, urlando quasi in modo incomprensibile, in preda al terrore, correva dicendomi  papà sono viva. Ci sono morti dappertutto, c’è un camion che ha scacciato tante persone. Io sto cercando di raggiungere il college sperando di arrivarci viva. In preda all’ansia ed alla preoccupazione abbia continuato con mia moglie a tenerci in contatto con lei tramite il cellulare. Momenti interminabili, di grandissima tensione e paura. Ci siamo un po’ tranquillizzati solo quando nostra figlia ci ha comunicato di essersi portata in salvo avendo raggiunto il college salendo su un pullman”. La giovane studentessa dovrebbe rientrare a casa al più presto. Dopo che le autorità preposte e gli enti che hanno organizzato la vacanza  avranno espletato le relative pratiche. 

                           
Articoli Correlati
Mariano Pace Ufficializzata la data di effettuazione a Poggioreale della 6^  Sagra della Muffuletta. L’evento gastronomico si terrà  domenica 4.... di Mariano Pace Si è insediato a Poggioreale il commissario straordinario, nominato dalla Regione Sicilia, in sostituzione del consiglio comunale. La scelta.... Alfredo Mancuso è il vincitore del concorso letterario promosso da Sciaccart 2014. L'Araldo, per gentile concessione dell'autore, pubblica integralmente il testo.... di Mariano Pace Per due giorni il gruppo musicale di fama nazionale “Le Vibrazioni” sono stati a Poggioreale non per tenere un concerto. Hanno invece vestito i.... di Mariano Pace Tutto pronto a Poggioreale per il  conferimento da parte del comune della cittadinanza onoraria al sacerdote Don Onesimus Kamau Kariba. La cerimonia....