Online il nuovo sito de "L'Araldo"
"La casa nel cuore", uno spaccato di storia margheritese nel libro di Betty Scaglione
Presentato al "Letterando in Fest" di Sciacca
"La casa nel cuore", uno spaccato di storia margheritese nel libro di Betty Scaglione admin
admin - lunedì, 27 giugno, 2016
Visualizzazioni: 97
News [1239]

di Joseph Cacioppo

A volte può essere interessante fermarsi e voltarsi indietro. E non solo per nostalgia. Può essere un utile esercizio per vedere quanta strada si è percorsa. O anche per vedere come le “istantanee” della vita siano mutate con il tempo. E la storia, bellezza. Che non è solo quella con la “S” maiuscola, quella che si trova sui libri scolastici. Esiste anche la storia locale quella che si tramanda con il passa parola. E quando si è più fortunati viene fissata sui giornali locali, sui diari personali o su libri di autori che ne sono stati protagonisti o almeno testimoni.

Ne “la casa del cuore”, Aulino editore, Betty Scaglione Cimò racconta una pagina di storia di Santa Margherita di Belice. Il periodo è circoscritto, va dal dopo guerra a prima del boom economico.

Sfogliando il libro di Betty Scaglione vengono in mente “I Racconti” di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, e precisamente il testo breve “Luoghi della mia prima infanzia” che compongono l’opera meno conosciuta dell’autore del Gattopardo.

In entrambi i casi – fatte salve le ovvie distanze – la narrazione si basa sulla “ricognizione di varie memorie felici e in particolare del tempo beato a Santa Margherita Belice”. Santa Margherita, come luogo di vacanza.

Ma anche il racconto: “I gattini ciechi” (che la vedova di Lampedusa voleva titolare: “Il mattino di un mezzadro”.

L’io narrante de “la casa nel cuore” è l’autrice stessa che, all’epoca della “storia” raccontata, vedeva il mondo attorno a se con gli occhi di una bambina.

Il racconto è efficace. Le pennellate dell’autrice materializzano davanti al lettore la realtà della Valle del Belìce degli anni cinquanta.

Il tono è scanzonato. Le istantanee impressionate, prima nella memoria ed oggi sulle pagine del libro, passano attraverso i ricordi di una ragazzina-maschiaccio che alle bambole preferiva i fucili. Prendono corpo attraverso gli scherzi che la bambina (l’io narrante), ed i suoi amici, mettevano campo.

L’espediente serve per attenuare l’asprezza del momento storico: c’era chi aveva l’acqua in casa, ed anche una vasca da bagno, e c’era chi non aveva di che mangiare. C’era “lu burgisi” e c’era “lu jurnateri”. C’era chi aveva il guardarobe pieno e chi girava con le toppe ai calzoni.

Il libro è stato presentato al “Letterando in fest” di Sciacca, domenica 26 giugno.

Sul palco, a “porgere il braccio” all’autrice per consentirle di raccontare il libro, per favorire questo flashback, c’era Mariangela Croce, che dopo una introduzione sociologica – letteraria sul concetto di “casa”, con garbo e professionalità, ha fatto si che l’opera letteraria di Betty Scaglione prendesse corpo davanti alla numerosa ed attenta platea.

Pubblico che non si è tirato indietro quando Mariangela Croce, in punta di piedi, ha chiesto alla platea se voleva intervenire. Pregevoli le letture di alcuni brani.

Gli assenti, forse potranno gustarsi questo spaccato di vita margheritese questa estate in occasione della “settimana gattopardiana”. Forse, abbiamo detto.

                           
Articoli Correlati
Letteratura e arte a Montevago per la XXI edizione della sagra del vino. Un’appendice alla kermesse eno-gastronomica. Si inizia con la inaugurazione della mostra di.... Si terrà sabato 15 dicembre (ore 15,30) all’interno del teatro S. Alessandro di Santa Margherita di Belice l’assemblea annuale dell’Associazione.... Tre generazioni a confronto. Tre fascie di età si sono confrontate sul “pianeta donna” attraverso il libro di Daniela Spalanca, “Donne allo.... Riceviamo e pubblichiamo Egregio Direttore del mensile l'Araldo Joseph Cacioppo tramite il Suo giornale desidero fortemente ringraziare il Signor Sindaco di Santa Margherita.... "Storia vera di un amore inventato", questo il titolo del libro di Katia Regina (Libridine Edizioni) che sarà discusso durante il Caffè letterario del 28....