Online il nuovo sito de "L'Araldo"
LA DIETA DEI MESTIERI DI ELEONORA BURATTI E CARLO GIOLO
L'alimentazione corretta sul posto di lavoro
LA DIETA DEI MESTIERI DI ELEONORA BURATTI E CARLO GIOLO admin
admin - mercoledì, 30 marzo, 2016
Visualizzazioni: 132
Apelibraria [60]


di Laura Bonelli

Tra le molte pubblicazioni che si occupano di alimentazione si fa notare, sia per l’idea che per il contenuto, il manuale di Eleonora Buratti “La dieta dei mestieri” (Altromondo Editore). Scritto in collaborazione con Carlo Giolo, dietista e studioso di alimentazione naturale, il libro prende spunto dalla loro formazione professionale per elaborare un concetto nuovo e interessante.


Gli autori prendono in considerazione i principi di una dieta collegata alla tipologia di occupazione lavorativa svolta, non basati sul fatto di avere semplicemente un’attività leggera o pesante, ma che interagisca con l’ambiente in cui ci si muove, attraverso l’analisi dei rischi e l’approfondimento  degli alimenti in grado di contrastarli.



Eleonora Buratti è una scrittrice con un percorso artistico particolare. Ha alle sue spalle una collaborazione con Pupi Avati e si è poi dedicata all’attività di “scrittrice aziendale”.  “Posso dirti” racconta “che ho messo a punto uno strumento chiamato Romanzo d'azienda che aiuta a rafforzare il senso di appartenenza ed è uno strumento di comunicazione interna ed esterna. Salva la memoria e permettere al lavoratore di conoscere più a fondo la propria azienda per meglio comprenderla e imparare a volerle bene. Perché da sempre, il rapporto tra un lavoratore e un'azienda è come una storia d'amore.”



Il felice connubio artistico e lavorativo con Carlo Giolo si è espresso anche attraverso alcuni video riguardanti temi legati all’alimentazione, che hanno ricevuto ampio consenso. Più di 84.000 visualizzazioni su facebook per la spiegazione su come riconoscere la qualità del riso integrale https://www.facebook.com/StudioLennyeCarl/videos/10153406756152976/?__mref=message_bubble e quasi 40.000 per il video che mostra come hanno scoperto tracce di alluminio nel pomodoro fatto in casa https://www.facebook.com/StudioLennyeCarl/videos/10153503608972976/?__mref=message_bubble. Competenza, leggerezza e simpatia caratterizzano il loro modus operandi e si possono cogliere anche nel libro La dieta dei mestieri.

 


Come è nata l'idea del libro?

L’urgenza di scrivere questo libro parte dalla necessità di avere a portata di mano, raccolte in un'unica opera, tutte quelle informazioni che strada facendo abbiamo trovato in questi anni e che costituivano il materiale didattico dei nostri seminari sull’alimentazione sana in azienda. A occuparci di quel che chiamiamo Rischio Alimentazione abbiamo iniziato nel 2010 con un’indagine in un’azienda di circa 1000 dipendenti, che ha fatto emergere sotto forma di rischio la percezione dei lavoratori di non avere tempo a sufficienza per consumare un pasto equilibrato durante la pausa pranzo; di non disporre di un luogo adatto dove consumarlo; di non poter scegliere tra una varietà sana di alimenti e di risentire della fiacchezza del dopo pasto. Solo cinque anni prima, l’organizzazione internazionale del lavoro (ILO) aveva dichiarato che un’alimentazione troppo povera o troppo ricca sul luogo di lavoro poteva provocare una perdita di produttività pari al 20%. A questo possiamo aggiungere che occupandoci entrambi di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, io perché scrivo articoli su questo argomento, e Carlo perché è da anni formatore safety, e avendo intrapreso quel bellissimo viaggio nel mondo dell’alimentazione che non ti permette più di guardare un cavolfiore con la stessa superficialità di prima, abbiamo potuto dare una lettura più profonda di un’indagine dell’INAIL datata 2005 che metteva in evidenza quanto la maggior parte degli infortuni avvenisse nelle ore post-prandiali.



Ne "La dieta dei mestieri" vengono messi in rilievo i rischi di una determinata professione e l'alimentazione adeguata che possa essere di supporto. Ad esempio, che differenze ci sono tra la dieta per un impiegato e per un dirigente?

Fermo restando che i principi di una sana alimentazione, che si trovano approfonditi nella prima parte del libro, hanno valore per chiunque, indipendentemente dal lavoro svolto, tra la figura dell’impiegato e quella del dirigente passano alcune differenze. Tra i rischi per la salute dell’impiegato troviamo per esempio quelli che derivano dall’uso delle stampanti laser, fotocopiatrici e toner. Di qui, l’importanza di arricchire la propria alimentazione con alcune vitamine capaci di proteggere la funzione respiratoria. Tra i rischi del dirigente, invece, spicca quello dello stress che pare esaurire la scorta di alcuni Sali minerali e vitamine che vanno opportunamente reintegrate con un’alimentazione mirata. Anche la relazione tra stress e alimentazione pare molto stretta, e nel capitolo dedicato al dirigente viene ampiamente trattata.

 

 

Dall'indagine che tu e Carlo Giolo avete effettuato, quali risultano essere gli errori alimentari più grossi dell'alimentazione di oggi?

Si tende ad alimentarsi più del necessario. Nonostante siano rimasti in pochi a credere che mangiare lasagne e cotechino dia la giusta energia per affrontare un’importante riunione o salire in cima a un ponteggio a rasare l’intonaco di un palazzo di otto piani, c’è ancora chi alla pausa pranzo arriva troppo affamato, e tutto ciò che è commestibile diventa il suo migliore amico. Per via di quelle famose diete che vengono pubblicizzate, poi, spesso ci si affida a un’alimentazione totalmente sbilanciata finalizzata a un dimagrimento veloce, che come già sappiamo, nella maggior parte dei casi sarà solo transitorio. Tra gli errori più comuni, infine, c’è anche quello di mangiare sempre le stesse cose correndo il rischio di non fornire all’organismo tutte le sostanze necessarie.      


       

                           
Articoli Correlati
di Laura Bonelli Si parla molto e da anni di dieta mediterranea, al punto tale che anche nelle famiglie si pensa di conoscerne i paramentri. Allora perché un altro.... di Francesco Graffeo Concerto dei giovani studenti margheritesi al teatro Garibaldi di Mazara del Vallo. L’incontro musicale ha coinvolto 19 alunni della cittadina del.... Sarà presentato sabato 25 agosto, ore 20,30, l'ultima fatica letteraria di Andrea Radazzo. "La Regina di Inico", questo il titolo del romanzo dello scrittore.... di Eliana Lala Lunedì 26 dicembre e martedì 27 dicembre 2016 a Contessa Entellina, presso i caratteristici  locali del centro storico comunale, sarà.... di Eliana Giovanna Lala Prima edizione del Presepe Vivente a Contessa Entellina. Salvatore Giuseppe Lo Bue, Presidente dell'A.N.A.S. (Associazione Nazionale di Azione....