Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Dove scorre il male di Fabio Mundadori
Un thriller al cardiopalmo
Dove scorre il male di Fabio Mundadori admin
admin - mercoledì, 20 gennaio, 2016
Visualizzazioni: 124
Apelibraria [60]

di Laura Bonelli

“Non dice nulla, si alza dalla poltroncina di prima classe e si aggiusta la cravatta, la guarda perplesso, non gli era parsa di quel terribile giallo maionese ossidata quando a tentoni l'aveva estratta dal cassetto nell'oscurità rischiarata appena dall' abatjour. Anche se, in fondo, il vero problema è la camicia marrone nutella, una combinazione così tossica da renderlo passibile di denuncia ai N.A.S.”



L'ispettore Sammarchi non è un tipo che brilla per simpatia e sopratutto ha un pessimo gusto in fatto di abbigliamento. E' lui il protagonista del romanzo di Fabio Mundadori “Dove scorre il male” (Damster Edizioni), un integerrimo investigatore dall'aria burbera e dalla mente brillante che si trova, suo malgrado, a dover affrontare un caso di proporzioni gigantesche che nasce da un drammatico episodio svoltosi dieci anni prima in cui un intero quartiere sprofondò, distruggendo case e famiglie che lo popolavano. Un intrigo raccontato al cardiopalmo, attraverso capitoli brevissimi, con un montaggio da film d'azione che lascia intravedere sprazzi di eventi apparentemente imcomprensibili e che piano piano si uniscono tra loro svelando le connessioni che legano le vicende. Il libro è popolato di killer cattivissimi, personaggi dalla doppia faccia e poliziotti che si trovano a dover dipanare matasse intricate che conducono verso storie che portano alle radici di dove scorre il male, un cancro che consuma l'uomo dall'interno facendolo sprofondare in luoghi bui dell'essere.



Fabio Mundadori, classe 1966 è bolognese di nascita ma abita a Latina. Dove scorre il male è il suo terzo lavoro letterario dopo l'antologia di esordio Io sono Dorian Dum e Occhi viola. Colpito dal Morbo di Asimov sin dalla tenera età predilige il thriller, l' horror e il giallo e ha più volte dato prova di amare la contaminazione di questi generi.

                           
Articoli Correlati
di Laura Bonelli “– Forza andate, e fate un buon viaggio. La donna sorrise di nuovo e afferrando la mano della piccola si allontanò, Naldi la vide.... Il baule dei segreti di Lisa Ferrari   Non so dove finiscono le cose perdute ,Ma so che da qualche parte riposano..Non so dove vanno le persone che abbiamo amato ,Ma.... "Il testamento di Vantò", l'epopea zingara della sicilianità tra emarginazione ed integrazione. Questo il titolo ed il tema dell'ultimo romanzo di Michele.... di Laura Bonelli "suonava con le dita, col corpo, con l’anima. Suonava con tutto il suo passato, con il suo dolore e le sue passioni, modulando il mantice....   Al Gran Maestro Stefano Bisi   (Grande Oriente d’Italia)   Al Gran Maestro Antonio Binni   (Gran Loggia d’Italia)   Al Gran....