Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Contessa, disertato il pellegrinaggio a S. Maria del Bosco
Contessa, disertato il pellegrinaggio a S. Maria del Bosco
admin
admin - mercoledì, 5 ottobre, 2011
Visualizzazioni: 58
News [1238]

Anche quest’anno il 28 agosto, festa di S. Agostino, sono andati a pregare a S. Maria del Bosco, numerosi pellegrini dei paesi limitrofi, per tenere vivo l’antico legame con questo plurisecolare luogo di culto e di cultura. 
Dopo 25 anni i fedeli di Contessa erano assenti e  quindi è stata interrotta questa antica tradizione religiosa. 
Su iniziativa dell’Associazione culturale “Nicolò Chetta”, che aveva organizzato il noto convegno sul recupero dell’importante complesso monumentale, dopo essere stato interrotto per circa 25 anni, dal 1985 è stato infatti ripristinato dalla comunità di Contessa il plurisecolare pellegrinaggio a S. Maria del Bosco con la celebrazione al mattino della Divina Liturgia in rito bizantino ed a volte anche col canto della “Paraclisis” (antica ufficiatura bizantina dedicata alla Madonna). 
In tempi recenti al pomeriggio anche qualche comunità dei paesi limitrofi ha cominciato a celebrarvi  la S. Messa in rito romano. Più volte ha celebrato la Divina Liturgia a S. Maria del Bosco anche  il vescovo di Piana degli Albanesi, alla cui giurisdizione ecclesiastica afferisce dal 1960  l’antico Monastero (il Rettore della chiesa di S. Maria del Bosco è stato infatti nominato dal vescovo di Piana degli Albanesi). Anche l’arcivescovo di Monreale vi ha celebrato in tempi recenti la S. Messa come “Abate di S. Maria del Bosco”. 
Alcuni si domandano come siano compatibili, nell’ambito della giurisdizione ecclesiastica di due diocesi, l’incarico di “Rettore” (diocesi di Piana) ed il titolo di “Abate” (Diocesi di Monreale). Altri si domandano inoltre perché nel 2011 la comunità di Contessa non ha partecipato all’annuale pellegrinaggio a S. Maria del Bosco, pur essendo regolarmente  operanti a Contessa le due parrocchie locali ed un “Rettore di S. Maria del Bosco”. 
Questi interrogativi meritano una risposta ed un chiarimento da parte dell’autorità ecclesiastica, per evitare inopportune disinformazioni e conseguenti inutili polemiche.

                           
Articoli Correlati
di Calogero Raviotta A quanti, contessioti e non, vogliono conoscere il vasto, prezioso e ricco patrimonio culturale di Contessa Entellina, risulterà certamente utile.... E POI SUCCEDERA' DI MARIA MANCINO E poi succederà qualcosa Che muoverà la terra e il cielo Sprofonderà il senso della ragione Saranno salvi i.... di Eliana Lala Lunedì 26 dicembre e martedì 27 dicembre 2016 a Contessa Entellina, presso i caratteristici  locali del centro storico comunale, sarà.... Sergio Parrino è stato confermato sindaco di Contesa Entellina. Rinnovato pure il Consiglio Comunale. Hanno votato 1335 elettori, di cui maschi 655 e femmine 680. Il.... di Eliana Giovanna Lala Prima edizione del Presepe Vivente a Contessa Entellina. Salvatore Giuseppe Lo Bue, Presidente dell'A.N.A.S. (Associazione Nazionale di Azione....