Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Nozze d'oro in casa Ferraro
Nozze d'oro in casa Ferraro
admin
admin - domenica, 4 dicembre, 2011
Visualizzazioni: 230
News [1238]

di Francesco Sciara

Nozze d’oro per i coniugi margheritesi Salvatore Ferraro e Maria Puglisi. Si sono sposati, il 7 ottobre 1961, nella Chiesa Madre di Santa Margherita di Belìce. Ad unirli in matrimonio fu l’arciprete Giuseppe Randazzo. Dopo mezzo secolo di salda e amorevole unione matrimoniale, il 7 ottobre 2011, hanno  festeggiano il 50° anniversario di matrimonio. Rinnovato, in occasione della Santa Messa celebrata dall’arciprete don Filippo Barbera, il rito dello scambio delle fedi che li ha fatti commuovere ed emozionare come la prima volta. Dopo, con i familiari, hanno festeggeta in un ristorante locale. I due longevi sposi sono stati contornati dall’affetto dei due figli e delle rispettive famiglie. Dal loro matrimonio, infatti,  sono nati due figli maschi, Melchiorre e Enzo, che hanno dato ai loro genitori la gioia di diventare nonni. Salvatore Ferraro si è dedicato ai lavori agricoli come coltivatore diretto. La signora Rosalia Puglisi ha svolto il lavoro di casalinga. Nel mezzo secolo di vita trascorso “mano nella mano” hanno attraversato momenti felici e altri meno piacevoli. Che in occasione di questa ricorrenza ritornano alla mente.  “Sicuramente - dice la signora Maria - la gioia più grande è stata la nascita dei miei due figli. Il secondogenito, Enzo, è arrivato dopo quattordici anni dalla nascita del primogenito Melchiorre.  Siamo riusciti, facendo tanti sacrifici,  a portare avanti la nostra famiglia e a vedere sposati e sistemati i nostri figli”. I momenti più brutti li ricorda il signor Salvatore:  “sono legati al terremoto del gennaio 1968 che ha distrutto la nostra casa e il resto del paese. Gli anni successivi al terremoto sono stati problematici”. I ricordi vanno al giorno del loro primo “sì”.  E ci mostrano le uniche due foto del loro matrimonio. “Allora – dice la signora Maria - non era come adesso che si fanno centinaia di foto e filmati. Il fotografo Angelo Taiani ci ha scattato solo due foto che conserviamo gelosamente tra i nostri ricordi più belli”. Cinquant’anni fa erano diverse anche le feste e i banchetti matrimoniali. “Ma quali ristoranti e pranzi. Ai nostri tempi – dicono i due coniugi - la festa si faceva in casa. Dopo aver spostato i letti e i pochi mobili si faceva spazio per ospitare gli invitati che si divertivano ballando. Venivano offerti i dolci di riposto, dolci secchi,  “mennuli caliate e ciceri”. Nei vassoi si servivano  bicchierini di rosolio. Il rosolio di colore verde,  al gusto di menta, e quello rosa alla fragola”. Ricordi di tempi lontani. Ai giorni nostri e prassi consolidata che ai matrimoni ci siano centinaia di invitati che si recano alla sala ricevimenti  per consumare  “faraonici” pranzi e luculliane cene. Ma la cosa più importante, nel passato come nel presente, è che su tutto trionfi l’amore. Anche dopo 50 anni. Ai longevi coniugi vanno i più fervidi auguri della direzione e della redazione de L’Araldo.

                           
Articoli Correlati
Sono sette i titoli portati a casa dalle dalle coppie margheritesi della Royal Dance dopo aver disputato i campionati italiani Fida 2014. Marco Barbera e Rossella Saladino.... Mercoledì 6 agosto 2014 avranno luogo a Montevago, le selezioni nazionali, presso il Baby Parking “L'Albero delle Idee”. La partecipazione.... di Francesco Sciara Un matrimonio che dura da 75 anni. Questo l’ambito record da “guinness dei primati” raggiunto dai coniugi margheritesi Giuseppe Mauro, 97.... L'Assessore alla viabilità, Melchiorre Ferraro, ha reso noto che nei prossimi giorni continueranno gli interventi di manutenzione delle strade. Gli interventi prevedono.... Per la prima volta la Città di Montevago, domenica 7 giugno, alle ore 21.00, ospiterà lo spettacolo “Serata d’Oro Zecchino”, presentato da....