Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Successo di pubblico per la XII edizione del Premio Letterario "Giuseppe Tomasi di Lampedusa"
Apprezzata la lettura del capito sulla contemplazione della morte
Successo di pubblico per la XII edizione del Premio Letterario "Giuseppe Tomasi di Lampedusa" admin
admin - lunedì, 10 agosto, 2015
Visualizzazioni: 67
News [1239]

Ecco, la musica è finita, gli amici se ne vanno … che inutile serata …. Niente, nemmeno una parola, l'accenno di un saluto …”. Chissà perché due giorni dopo la chiusura del Premio Letterario “Giuseppe Tomasi di Lampedusa” viene in mente la canzone di Califano-Bindi. Forse perché sfogliando le pagine facebook non si trova più traccia dell’evento clou del paese del Caffè House.

Eppure l’indomani i selfie con Franco Battiato, Serena Autieri e Luigi Lo Cascio, hanno monopolizzato la giornata.

Eppure la sera dell’8 agosto più di tremila persona hanno invaso piazza Matteotti, il salotto della città del Gattopardo. Quasi due ore di spettacolo con tanta carne al fuoco. Pietanze per tutti i gusti. Conferimento del Premio “Giuseppe Tomasi di Lampedusa” alla scrittrice Fleur Jaeggy per il suo “Sono il fratello di XX”, per gli amanti della letteratura. La lettura di un brano de “Il Gattopardo” affidata all’attore Luigi Lo Cascio per gli appassionati di cinema e teatro. Ed il mini concerto di Franco Battiato per chi gradisce la musica leggera. Un format collaudato che Tanino Bonifacio “il cuore pulsante della manifestazione” (by Serena Autieri) mette in scena con maestrìa e professionalità.

Ottima l’organizzazione, curata nei minimi particolari. Anche se, anche quest’anno, non ci si è avvalsi della figura del direttore artistico. Gaspare Fasullo, mesi fa si era dimesso sbattendo la porta non condividendo la formula “tutto in un giorno”. Anche Marilena Calcagno, coordinatrice del Premio, ha abbandonato “per la gestione verticistica” dell’organizzazione.

La parte del leone l’ha svolta Luigi Lo Cascio leggendo il capitolo (secondo alcuni critici il punto più alto del romanzo) della morte di don Fabrizio. E la contemplazione della morte, appunto, ha attirato l’attenzione del numero pubblico. Ancor più del libro premiato, mai citato nei commenti su facebook. Ancor più dell’esibizione di Franco Battiato stretto nei tempi e nei brani contrattuali del mini concerto, il quale sulla scia delle note del brano di Califano-Bindi non ha speso “Niente, nemmeno una parola, l'accenno di un saluto …” alla figura del titolare del Premio “Giuseppe Tomasi di Lampedusa” Ma è il format. La scaletta non lo prevedeva.

Unica variante alle edizioni precedenti? L’uscita sul palco del “cuore pulsante della manifestazione” non alla fine dello spettacolo ma subito prima del mini concerto.

Ottima l’organizzazione tecnica: luci, suoni ed effetti speciali.

Carente il dibattito letterario sull’opera letteraria premiata, forse per la tortuosa motivazione letta dal presidente della giuria e per la poco consistente presentazione effettuata nel “salotto letterario a tre” svoltosi sul palco. Ma questa è un’altra storia sulla quale gli addetti ai lavori hanno preferito sorvolare. Alla prossima edizione.

                           
Articoli Correlati
Anche per l'edizione 2015 il Premio letterario internazionale "G. Tomasi di Lampedusa" potrebbe non avvalersi della figura del "direttore scientifico". Era già successo.... "Ricordi di luce". Questo il titolo della performance di teatro-danza ispirata al racconto "I ricordi d'infanzia" di Giuseppe Tomasi di Lampedusa che si terrà stasera,.... Torna il teatro a Santa Margherita di Belìce. Dopo il successo de "La pruittedda", i protagonisti del premio letterario Giuseppe Tomasi di Lampedusa 2011, Nicola Ganci e.... La collocazione della statua di Giuseppe Tomasi di Lampedusa nella piazza Matteotti di Santa Margherita di Belice - che ha ospitato la XII edizione del Premio Letterario.... di Tanino Bonifacio Mario Vargas Llosa, Nobel per la letteratura 2010, è il vincitore della decima edizione del premio letterario “Giuseppe Tomasi di....