Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Sambuca. I reperti della Tomba della Regina esposti fino al 12 giugno
Sambuca. I reperti della Tomba della Regina esposti fino al 12 giugno admin
admin - lunedì, 25 maggio, 2015
Visualizzazioni: 121
News [1240]

di Daniela Bonavia

Sottoscritta tra la Banca di Credito Cooperativo di Sambuca di Sicilia e la Soprintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali di Agrigento una convenzione con la quale la BCC di Sambuca, da sempre presente sul territorio con iniziative di supporto all’economia e alla cultura, ha attivato una serie di importanti iniziative.

A raccontarcelo il Direttore della Banca, Ennio Gagliano:

“La prima iniziativa, figlia di questa importante convenzione, è stata la pubblicazione del tradizionale calendario annuale della Banca che ospita nelle sue pagine dodici immagini di alcuni tra i più significativi reperti rinvenuti sul sito archeologico di Monte Adranone ed oggi ospitati presso il Museo Panitteri di Sambuca.

Il calendario, già alla sua seconda ristampa, si compone di dodici immagini suggestive di preziosissimi e antichi oggetti che valorizzano la storia del territorio e una pagina finale contenente una veduta aerea del sito di Monte Adranone e alcuni cenni informativi sul Museo di Palazzo Panitteri”.

“Il nobile scopo – sottolinea il Direttore -  certamente raggiunto, visto il grande successo che il calendario ha riscosso tra clienti e non, è la valorizzazione e divulgazione al grande pubblico di una tessera importante della storia locale”.

La convenzione si limita al calendario? Chiediamo.

“Certamente no - spiega Ennio Gagliano. - Altra iniziativa contemplata nella convenzione che abbiamo stipulato con la Soprintendenza, e grazie anche alla collaborazione del Museo Archeologico Regionale “Antonio Salinas” di Palermo, è stato il ritorno a Sambuca, dopo 120 anni, del corredo della cosiddetta “Tomba della Regina”.

Giovedi 12 febbraio, infatti, presso la Sala Conferenze della Banca di Credito Cooperativo di Sambuca di Sicilia è stata inaugurata la mostra archeologica: “Un simposio di vino”, con un convegno che ha visto la partecipazione di importanti personalità e addetti ai lavori.

La mostra, inoltre, ha visto la collaborazione dell’Amministrazione comunale che ha ospitato la vetrina espositiva donata dalla BCC, presso  Palazzo Panitteri dove ha sede il Museo archeologico, contenente gli altri reperti provenienti da Monte Adranone.

Nell’immaginario collettivo sambucese il sito archeologico di Monte Adranone è soprattutto la sede della “Tomba della Regina”, personalità più mitizzata che reale. Con ogni probabilità, invece, si tratta della tomba di un uomo, come si evince dalle caratteristiche del corredo, ma comunque certamente un soggetto importante, data la ricchezza e la bellezza artistica dei reperti.

La storia del rinvenimento della Tomba è piena di fascino.

Nel giugno del 1885, stando alla testimonianza del Giacone, nella parte settentrionale del monte sovrastante la località di Adragna, un gruppo di agricoltori della vicina Contessa Entellina scoprì fortuitamente un’elegante struttura di pietra arenaria con dentro vasi di rame e terracotta recanti varie figure, risalenti al VI- V sec. a.C..

I vasi rinvenuti furono in parte trafugati, in parte acquistati da Antonio Salinas, archeologo ed appassionato ricercatore di antichità, che li inserì nelle collezione del Museo Archeologico di Palermo di cui allora era direttore.

Nel corso degli anni i reperti si sono persi nelle polverose e ricchissime vetrine e nei magazzini del Museo, finché un’attenta ricerca di archivio ha contribuito alla loro individuazione e ricomposizione.

Il titolo fornito alla mostra illumina bene la caratteristica del pezzo di spicco della stessa, un cratere a colonnette a figure rosse raffigurante scene dionisiache, legate al culto del vino, un vaso, databile intorno al 470 a. C., che rivela grande maestria artistica e densità di significati simbolici.

Pregevole anche un oinochoe policroma raffigurante una scena di partenza di guerrieri, risalente alla fine del VI sec. a.C., una olla monoansata e un’ansa di colino a testa di cigno in bronzo.

Al convegno introduttivo all’inaugurazione della mostra, tenutosi nella sala conferenze della Banca di Credito cooperativo, sono intervenuti il Presidente della Banca, Liborio Catalanotto, la Soprintendente ai Beni Culturali e Ambientali di Agrigento, Caterina Greco, Francesca Spatafora, Direttrice del Museo Archeologico Regionale “Antonio Salinas” di Palermo, Mounir Fantar, ricercatore dell’Istituto Nazionale del Patrimonio di Tunisi ed il Sindaco di Sambuca, Leo Ciaccio.

Il presidente Liborio Catalanotto ha sottolineato, nel suo discorso di apertura del convegno, la centralità della BCC di Sambuca nei novant’anni della sua operatività nel territorio, con un significativo supporto all’economia locale e numerosi contributi alla crescita e valorizzazione culturale della realtà locale, nella quale investe tutte le sue risorse, senza scopo di lucro.

Grande apprezzamento, nei confronti dell’iniziativa, quello dimostrato dalla Soprintendente Caterina Greco la quale ha sottolineato l’importanza delle sinergie tra enti locali ed aziende private per l’attuazione di iniziative così importanti per il territorio e dalla dott.ssa Spatafora che ha ripercorso la storia dei reperti ritornati a Sambuca dopo 120 anni.

Affascinante la breve dissertazione dello studioso tunisino Mounir Fantar che in un carezzevole francese ha parlato dell’esistenza di un circuito che lega reperti e siti del mediterraneo sotto il comune denominatore del vino.

Plauso nei confronti dell’iniziativa è stato sottolineato anche dal sindaco Leo Ciaccio che ha riconosciuto il valido supporto della BCC alla cultura ed economia locale, in un frangente economico difficile per tutti.

Dopo un rinfresco offerto dalla BCC nei suoi locali, i convenuti si sono spostati a Palazzo Panitteri per ammirare i reperti oggetto della mostra che durerà fino al 12 giugno 2015.

                           
Articoli Correlati
di Margherita Ingoglia "Gli Entella", gruppo degli anni '80 di Contessa Entellina, si esibiranno, presso il Teatro L'Idea di Sambuca di Sicilia, il prossimo.... Asilo politico: il Belìce accoglie? Questo il tema dell'incontro promosso dal Lions Club Sambuca Belice per il 15 giugno, ore 16,30 presso il teatro L'Idea di Sambuca di.... Il divieto di transazioni in contanti pari o superiori 1.000 euro (ex art. 12 DL 06.12.2011, n. 201) non riguarda i prelievi dal proprio conto corrente. Lo chiarisce una.... Teatro, giocoleria e mangiafuoco: tutto questo e molto altro nelle quattro serate di animazione di strada con i missionari della Scegli Gesù School di Milano. Da ieri e.... Sarà presentato sabato 25 agosto, ore 20,30, l'ultima fatica letteraria di Andrea Radazzo. "La Regina di Inico", questo il titolo del romanzo dello scrittore....