Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Il soffio dei ricordi, il nuovo romanzo di Antonella Monaco
Il soffio dei ricordi, il nuovo romanzo di Antonella Monaco admin
admin - giovedì, 21 maggio, 2015
Visualizzazioni: 122
Apelibraria [60]

di Laura Bonelli

Che cosa succede quando una danzatrice classica decide di posare le scarpette da punta e prendere in mano una penna?  Il risultato è “Il soffio dei ricordi” (Magic BlueRay/Graphofeel), un romanzo dalle atmosfere soavi e rosate, come l’animo dell’autrice Antonella Monaco.

Una storia familiare che parte dalla preadolescenza di Esmeralda, la protagonista del libro, per svilupparsi fino alla maturità. L’intento della Monaco sembra quello di riscoprire una scrittura e una narrazione che era in auge negli anni ’50, in netto contrasto con i ritmi sincopati della realtà odierna, quasi un elogio della calma e della dolcezza, come sono, del resto, i bei ricordi. Il libro è un rifugio per la mente e la storia è raccontata come il soffio di un vento primaverile, che danza tranquillo tra i fiori di maggio.

Antonella Monaco, nasce e vive a Cosenza. Ha frequentato il Liceo Artistico. Danzatrice classica per 31 anni, ora svolge il ruolo di maestra di danza e coreografa. Scrive testi poetici e racconti per tutte le età. Alcune sue poesie sono state pubblicate in varie antologie. Ha vinto il Premio Letterario di poesia e prosa di Monte Argentario con il racconto “Schegge di ricordi” (2010). Menzione d’onore al Concorso Internazionale “Memorial Guerino Cittadino” con la poesia “Una cella di ossa”(2012). Nello stesso concorso, Primo premio con la poesia “A mio padre” (2013). Menzione d’onore con la poesia “Giorni di vita negata” (2014).

Il tuo libro è scritto in prima persona, perché questa scelta?

Beh, la prima cosa che mi viene da dirti, in tutta sincerità, è che la mia non è stata una scelta voluta … sono molto istintiva  e quindi non mi pongo il problema di scrivere in prima o in terza persona; piuttosto, creo delle immagini nella mente che cerco di riportare, disegnando con le parole: è come dipingere  un quadro e, nello stesso tempo, seguo la musica delle mie emozioni!

La narrazione parte e si sviluppa dalla  preadolescenza della protagonista. Che cosa ti ha affascinata di questa età della vita?

Per presentare bene  il lato caratteriale della mia Esmeralda (la protagonista), parto da un periodo, molto delicato e di passaggio, come quello della preadolescenza. Poi, la storia si sviluppa nell’arco di 16 anni.  Il viaggio delle sue emozioni  inizia da lì e l’eco dei ricordi le regalerà affetti, colori, profumi e sapori, custoditi dalla memoria. Tanti  piccoli tasselli che s’incastrano nel puzzle del tempo… pur essendo un romanzo di pura  fantasia, non posso negare che, inevitabilmente, ci sia qualcosa che mi riporta alla mia adolescenza. Un periodo complicato ma, nello stesso tempo, carico di “cammini obbligati” che mi hanno formato e, proprio perché denso di forti sensazioni del mio passato, li custodisco gelosamente, nel mio scrigno segreto dei ricordi più belli.

Il tuo romanzo dà un’immagine molto positiva del nucleo familiare. Pensi che ci sia la necessità di rivalutare il senso della famiglia tradizionale?

L’idea che sono riuscita a dare, come dici tu, l’immagine positiva del nucleo familiare, mi fa molto piacere. Sì, sono un’amante dei buoni sentimenti! Sicuramente, nel mio “scrigno”, di cui ti parlavo prima, conservo momenti di vita familiare che nella loro semplicità,  fatta di piccoli gesti, parole, o anche discussioni e decisioni importanti,  mi rendono più ricca dentro. Penso che la vita frenetica di oggi allontani dal dialogo. Spesso genitori e figli si ritrovano la sera, ancora chiusi nel loro mondo: genitori stanchi e poco attenti e figli ipnotizzati sui vari social e lontani gli uni dagli altri, dal sapersi “ascoltare”!...

 

                           
Articoli Correlati
"Ricordi di luce". Questo il titolo della performance di teatro-danza ispirata al racconto "I ricordi d'infanzia" di Giuseppe Tomasi di Lampedusa che si terrà stasera,.... di Antonella Monaco “L’essenza del Natale”, della Graphofeel, è un concentrato di emozioni, colori ed essenze che portano il lettore a navigare.... di Antonella Monaco “L’essenza del Natale”, della Graphofeel, è un concentrato di emozioni, colori ed essenze che portano il lettore a navigare.... Verrà presentato oggi, lunedì 28 aprile, alle ore 18,00 l'ultimo romanzo di Enzo Randazzo. La presentazione del romanzo "Sicilia my Love", con invito alla lettura.... di Laura Bonelli   “I miei pensieri, le mie domande rimaste senza risposta, lo sconvolgimento della mia esistenza; dovevo organizzare il caos.” Ha una....