Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Un tè con ... Aristofane. Daniela Rizzuto spiega la commedia greca, tra realtà e politica
Un tè con ... Aristofane. Daniela Rizzuto spiega la commedia greca, tra realtà e politica
Un tè con ... Aristofane. Daniela Rizzuto spiega la commedia greca, tra realtà e politica admin
admin - domenica, 29 marzo, 2015
Visualizzazioni: 116
News [1240]

di Gisella Mondino

“Come si può salvare una città che non sa distinguere il bene dal male?” si chiede Aristofane nel V secolo a.C.

La risposta non è semplice, ma la lucida analisi di Daniela Rizzuto è  riuscita a spiegarlo al numeroso pubblico che ha partecipato al quarto appuntamento di “Un tè con…”, organizzato dall’Assessore alla cultura del Comune di Sciacca, Salvatore Monte presso la Biblioteca comunale "Aurelio Cassar".

Daniela Rizzuto ha raccontato dell’Atene di Pericle, della guerra del Peloponneso e della complessa funzione, religiosa ed etica, che il teatro greco svolgeva nell’antica Grecia: con umorismo ed ironia, ha condotto il pubblico in un viaggio surreale e irriverente, alla ricerca delle verità a cui la politica, ieri come oggi, pare non credere. Un viaggio per la salvezza della polis, che Aristofane crede attuabile attraverso il teatro.

I testi di Aristofane, proposti dalla Rizzuto, parlano di noi, di una società in decadimento. Atene nel V secolo a. C. è una città in mano alla corruzione: lentamente si sgretola quella che per secoli era stata considerata la radice della modernità e un prezioso caso di raffinatezza culturale.

Molta contemporaneità, inserita nei testi di Aristofane, ha preso consistenza attraverso la lettura interpretata proposta da Enzo Randazzo, Pippo Puccio, Giovanni Giglio, Carmelo Aliotta e Carmela Chillura, con riferimenti per niente velati alla politica e ai problemi dei giorni nostri: dai sicofanti ai furfanti, dai ladri di mantello ai cuochi improvvisati, dagli dei dell’Olimpo alle donne che rivendicano il loro diritto di dire no alla guerra. Per non parlare dell’interessante  tema dell’arte come rinascita morale, come imprescindibile valore per purificare il nostro animo e con esso le nostre città dalla corruzione.

"Un tè con…. Aristofane" non ha voluto essere un’occasione per parlare dell’oggi, ma, al contrario, per utilizzare la nostra contemporaneità tutta per cercare le nostre "Rane", le nostre "Nuvole", la nostra "Lisistrata", i nostri "Eschilo" e "Euripide", e riscoprire Aristofane.

                           
Articoli Correlati
Si terrà oggi, 19 giugno, ore 17:00 presso il Baglio Florio – Parco Archeologico di Selinunte, il seminario dal titolo “Da Mazara a Eraclea Minoa: alcuni.... "Piccole storie dei sette giorni" di Laura Bonelli ha inaugurato, a Santa Margherita di Belice, il Caffè letterario in video conferenza. Ad ospitare la "prima", almeno.... Sicilia e Sicilitudine nel Terzo millennio.  Food is letterature: un ponte tra le culture. Questo il tema della conferenza che si terra oggi, alle 21,00 a Sciacca, presso....  “Identità siciliana - La salvaguardia delle tradizioni, della storia, della lingua, dei valori e delle bellezze naturali siciliani”, questo il tema.... Asilo politico: il Belìce accoglie? Questo il tema dell'incontro promosso dal Lions Club Sambuca Belice per il 15 giugno, ore 16,30 presso il teatro L'Idea di Sambuca di....