Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Aspettando Godot. Il Comune di S. Margherita di Belice rischia di perdere un finanziamento di 1,5 milioni
Aspettando Godot. Il Comune di S. Margherita di Belice rischia di perdere un finanziamento di 1,5 milioni
Aspettando Godot. Il Comune di S. Margherita di Belice rischia di perdere un finanziamento di 1,5 milioni admin
admin - domenica, 16 novembre, 2014
Visualizzazioni: 77
News [1239]

Il Consiglio comunale di Montevago ha già deliberato come ripartire il fondi statali per la ricostruzione post-terremoto, promessi da anni, e che forse potrebbero arrivare realmente nelle prossime settimane.

La Giunta comunale di Santa Margherita di Belice ha invece ripartito le somme (destinate alla ricostruzione post ‘68) che ha recuperato all’inizio dell’anno da assegnatari non solerti. E’ probabile che nei prossimi giorni il Consiglio comunale del paese del Cafè House ripartisca, tra opere pubbliche ed edilizia privata, anche i 4 milioni di euro che si attendono da anni. Somme corrisposte, come partita di giro, alla Regione Siciliana e da lì mai arrivate al Belìce.

A chi non ha memoria storica, ricordiamo, che da oltre vent’anni sono ferme nelle casse dello Stato un milione e mezzo di euro destinati alla ricostruzione post-sisma della Casa di riposo Scaminaci di S. Margherita. Il progetto esecutivo è stato approvato nell’era Mangiaracina (cioè più di otto anni fa) con la condizione che il Comune di S. Margherita di Belice mettesse a disposizione la differenza tra l’importo del progetto approvato ed il finanziamento a suo tempo concesso più di 20 anni fa.

Da allora è tutto fermo. Otto anni passati in vano. Adesso c’è la possibilità di prendere una decisione: o destinare alla ricostruzione della Casa di riposo Scaminaci la somma necessaria per poter appaltare i lavori o depennare l’opera e recuperare per altri scopi il finanziamento di 1,5 milioni.

Decisione importante. La ricostruzione della Casa di riposo ha prospettive occupazionali, sia nell’immediato per i lavori di realizzazione e sia in futuro per la sua gestione. Di contro ci sono le aspettative dei privati che da oltre 46 anni attendono di ricostruirsi la casa distrutta dal terremoto del gennaio 1968.

Tocca al buon senso, da padre di famiglia, del sindaco Franco Valenti decidere. Attendiamo.

                           
Articoli Correlati
  Aspettando Godot. E’ la più famosa opere teatrale di Samuel Beckett, il refrain del 50° anniversario del terremoto che, tra il 14 ed il 15 gennaio.... Nel suo comizio estivo il sindaco di Santa Margherita di Belice, Franco Valenti, tra le altre cose fatte ha citato il suo intervento per "prendere per i capelli" un.... Il consiglio comunale di Santa Margherita di Belice, presieduto da Francesco Ciaccio, lunedì due marzo è chiamato a ripartire i fondi destinati alla ricostruzione.... La giunta regionale guidata da Rosario Crocetta ha approvato la costituzione della commissione speciale per il Belice. Tale commissione sarà composta dal presidente.... Cinquanta milioni di euro. A tanto ammonta il finanziamento regionale a favore dei Comuni siciliani per l’avvio di cantieri di lavoro per disoccupati. A poterne....