Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Caffè letterario su "Il venditore di attimi", quando Pirandello ci mette lo zampino
Caffè letterario su "Il venditore di attimi", quando Pirandello ci mette lo zampino
Caffè letterario su "Il venditore di attimi", quando Pirandello ci mette lo zampino admin
admin - domenica, 26 ottobre, 2014
Visualizzazioni: 128
News [1238]

Parafrasando il titolo del libro di Anna Di Marco (Quando Dio ci mette lo zampino), alla fine del Caffè letterario su "Il venditore di attimi" di Accursio Soldano (Graphofeeel Editori), verrebbe da dire: quando Luigi Pirandello ci mette lo zampino.

Già perchè come in "Uno, nessuno e centomila" il romanzo di Soldano si può pensare suddiviso in due parti. Nella prima parte "l'unico punto di vista riportato" è quello dei racconti dello "sconosciuto" (Gengè?) intercalato dai pensieri di Alfred, una sorta di "spalla" di Gengè-Vitangelo Moscarda. Nella seconda parte al monologo/soliloquio si sostituisce il colloquio con l'intera famiglia di Alfred e quindi ai tentativi di dare un identikit allo "sconosciuto".

Certo non c'è solo Pirandello nelle pagine di "Il venditore di attimi", c'è tanta letteratura richiamata che solo il lettore "curioso" (by Accursio Soldano) riesce a mettere a fuoco. E Margò Cacioppo ha incentrato il suo intervento proprio sulla indagine compiuta alla ricerca delle forme di "arte" sparse nel romanzo "Il venditore di attimi", seguendo le "mollichine" disseminate dalla penna di Soldano.

Attorno a questa "caccia al tesoro" si snodano poi diverse tematiche. C'è il concetto dello "attimo", puntualmente illustrato da Giacomo Giuffrida. Come c'è la tematica del "dialogo", sempre più raro nella società contemporanea, come evidenziato da Anna Campo. Nell'opera di Soldano non manca l'invito a leggere. Il romanzo è pieno di richiami alle librerie, allo "odore dei libri", come ha magistralmente sottolineato Betty Scaglione.

E poi c'è la metafora dei libri come veicolo per "viaggiare" anche standosene comodamente seduti nella poltrona di casa, come ha ricordato Marina Napoli.

Accursio Soldano, con lo stesso stile sobrio del romanzo ed in punta di piede, ha chiarito tutti i meccanismi letterari che hanno portato alla stesura della sua opera. Dal romanzo "Il venditore di attimi" è già stata tratta una opera teatrale ed è in corso di stesura la sceneggiatura per un lavoro cinematografico.

Soldano ha "schivato" (ricorrendo alla tecnica: la migliore difesa è l'attacco) l'accusa di maschilista quando gli è stato fatto osservare che nel romanzo viene riferito che certi acquisti femminili di oggetti inutili "hanno uno scopo ben preciso: sollevare il morale delle donne".

Al tavolo dei discussant è stata esposta l'interpretazione grafica del romanzo uscita dalla "matita" elettronica di Martina Aki.

A cercate di tenere sotto controllo tutte queste tematiche ha provveduto il "barman"-moderatore Mariano Pace.

Attento ed interessato il pubblico presente, ritrovatosi al bar "Il solito posto" o sintonizzati su Radio Sisma che ha trasmesso in diretta il dibattito. Il sistema audio è stato messo a disposizione dal Dott. Salvatore Morreale. Mentre la Cantina ha offerto il moscato di suo produzione per il rinfresco.

                           
Articoli Correlati
Anna Di MArco è la seconda classificata del concorso letterario promosso da Sciaccart 2014. L'Araldo, per gentile concessione dell'autrice, pubblica.... di Joseph Cacioppo "Quel gran genio del mio amico" molto probabilmente non apprezzerà il parallelo tra "Il venditore di attimi" e Lucio Battisti. L'accostamento, tra la.... "Faccio un lavoro strano, il venditore di attimi!". "E che lavoro è?", chiese Teresa. "Difficile da spiegare, ma, se vuoi, ti faccio un esempio. Ti è mai capitato.... di Joseph Cacioppo "Quel gran genio del mio amico" molto probabilmente non apprezzerà il parallelo tra "Il venditore di attimi" e Lucio Battisti. L'accostamento, tra la.... Un pinolo si innamora di una slanciata foglia di rucola, le lenticchie decidono di portare davvero fortuna e nella notte i fornelli si arrovellano sul perché delle cose.....