Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Montevago, si allarga la polemica tra consiglieri comunali e sindaco sui fondi alle scuole
Montevago, si allarga la polemica tra consiglieri comunali e sindaco sui fondi alle scuole
Montevago, si allarga la polemica tra consiglieri comunali e sindaco sui fondi alle scuole admin
admin - lunedì, 6 ottobre, 2014
Visualizzazioni: 55
News [1238]

Riceviamo e pubblichiamo

Il Sindaco attinge al fondo di riserva del Comune per organizzare la festa del vino, ma mentre il primo cittadino, i suoi assessori ed i loro parenti ed amici festeggiano ed addirittura presentano gli spettacoli, attingendo dai soldi accantonati dal Comune, i bambini devono portarsi a scuola  la carta igienica e le tovagliette da casa.

In questo contesto, in consiglio comunale, il sindaco afferma che il preside Piazza ha chiesto in ritardo i soldi e boccia la proposta del gruppo consiliare “Montevago per lo sviluppo e la legalità” di destinare fondi alla scuola.

Come mai i consiglieri del gruppo consiliare” Montevago per lo sviluppo e la legalità” sono stati contattati da alcuni genitori che hanno chiesto come muoversi per assicurare i diritti di fondamentali ed il diritto allo studio dei propri figli?

Sempre in tema di formazione, nel marzo 2012 l’Amministrazione ha concesso in comodato d’uso, per vent’anni, i locali dell’ex Municipio all’Istituto Mediterraneo , Centro per lo sviluppo Economico - orientamento e formazione, dapprima richiedendo un canone d’affitto che avrebbe portato nelle casse del Comune una piccola ma positiva boccata d’ossigeno di circa € 5.000 euro annui,  in seguito, annullando questa prima delibera, concedendoli a titolo gratuito fatta salva la riqualificazione di detti locali a spese dell’Istituto Mediterraneo stesso. In più sono stati assegnati all’Istituto Mediterraneo, a carico dell’amministrazione regionale, 12.000 euro per organizzare un convegno di due giorni sul settore termale.

Ad oggi i locali dell’ex Municipio di Via Guttuso rimangono in pessime condizioni e nulla è stato fatto per la loro riqualificazione.

Ci chiediamo cosa intendano il Sindaco e la sua amministrazione quando parlano di formazione e di istruzione? Forse non destinare un centesimo alla scuola pubblica e favorire i Centri di formazione che rimangono negligenti rispetto gli impegni assunti?

Chiediamo al sindaco di lasciare stare la politica del pane (per i propri amici) e dei giochi e di pensare alla scuola ed al futuro dei montevaghesi. 

I consiglieri comunali Nino Mauceri e Vito Saladino

 

 

 

 

                           
Articoli Correlati
Il Gruppo Consiliare “Montevago per lo sviluppo e la legalità” manifesta il proprio disappunto per la scelta della maggioranza consiliare che , nel corso.... Domenica 21 ottobre Margherita La Rocca-Ruvolo, docente, psicologa e donna impegnata nel volontariato sociale, candidata alle elezioni regionali nella lista dell'Udc, nel corso.... Stabilite le indennità economiche per gli amministratori comunali di Santa Margherita di Belice. Le ha ricordate il consiglio comunale nella seduta del 19 dicembre.... Montevago anticipa i tempi. Non vuole arrivare impreparata alla scadenza del 3 dicembre. Data ultima entro cui gli amministratori locali e regionali devono dichiarare la loro.... La politica degli enti locali segna il passo. Succede a Montevago come a Santa Margherita di Belice. A Montevago – rende pubblico il PD locale – il sindaco non....