Online il nuovo sito de "L'Araldo"
I grillini margheritesi a loro insaputa
I grillini margheritesi a loro insaputa
I grillini margheritesi a loro insaputa admin
admin - sabato, 5 aprile, 2014
Visualizzazioni: 106
News [1238]

La pagina politica facebook dell'Amministrazione Valenti, "Il Futuro dipende Da Te", (con lo spazio tra "Da" e "Te", visto che ne esiste una identica ma senza lo spazio) in questi giorni ha ospitato un interessante dibattito sulla gestione dei rifiuti a S. Margherita di Belice e nei paesi limitrofi.

Il tema è di attualità visto che, chiusa la Sogeir, si deve decidere a chi affidare il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. S. Margherita e Montevago si sono affidati all'Unione dei Comuni Terre Sicane, Sambuca sta riflettendo. Menfi invece ne ha fatto un caso politico: prima ha organizzato tutto per far gestire il servizio all'Unione dei Comuni, poi rimasto senza poltrone nel civico consesso ha fatto marcia indietro.

Ma torniamo al dibattito su facebook. Un dibattito, per la verità, interno al "cerchio magico" di quanti siamo vicini all'Amministrazione Valenti, ma meglio di niente.

Il dibattito riporta all'intervento di Eugenio Scalfari su L'Espresso (n. 9 del 6 marzo scorso). Nella sua rubrica "Il vetro soffiato", Scalfari passa in rassegna le differenze tra "postdemocrazia", "iperdemocrazia" e "antidemocrazia". Il noto giornalista spiega che per "iperdemocrazia" si intende "l'attenuarsi o addirittura la scomparsa della democrazia rappresentativa e un altrettanto aumento della democrazia diretta di tipo referendario". Quella per capirci che nell'epoca dei greci veniva esercitata dall'"agorà" e che oggi, dai grillini, viene esercitata sul web, la piazza virtuale.

Scrive la maggioranza dei commentatori (n. 5 in tutto) del dibattito in corso sulla pagina "Il Futuro dipende Da Te", visto che a Sciacca, Menfi e Santa Margherita di Belice, il popolo del web è per il regime sanzionatorio, il problema dei rifiuti abbandonati si risolve con il "regime di polizia".

I commentatori non spiegano che sia a Menfi che a Sciacca - così riferiscono le cronache di facebook - si è in presenza di rifiuti conferiti nei cassonetti pubblici o in orari diversi da quelli prescritti o che sbordano per eccessiva quantità. Cioè di episodi che attengono ad una raccolta rifiuti diversa da quella differenziata. Mentre a S. Margherita il servizio di raccolta differenziata funzioni a regime e con buoni risultati.

I commentatori sorvolano sul fatto che i casi sono diversi: a S. Margherita l'assessorare al decoro urbano ha coinvolto Carabinieri, Vigili Urbani, Corpo Forestale, in passerelle televisive e su facebook, che non hanno uguali per altre problematiche della medesima, per non dire maggiore, importanza per la comunità margheritese. A Menfi, invece, la questione viene affrontata come ordinaria routine. Mentre a Sciacca viene segnalato dalla stampa qualche episodio particolare invitando gli amministratori locali a risolvere il problema. Se poi il popolo del web - la moderna agorà tanta cara ai grillini - che magari ignora il problema di fondo, si sfoga nei suoi istinti forcaioli non è certo esempio di democrazia rappresentativa.

Scrive Scalfari: "Io penso che la sola forma effettiva di democrazia altro non sia che l'esistenza d'una classe dirigente all'interno della quale il dibattito sia costante e libero, dando luogo a maggioranze governanti e a minoranze in grado di esercitare controllo sulla conformità alle leggi del loro operato. Minoranze che possono liberamente rivolgersi alla pubblica opinione la quale fa parte anch'essa della classe dirigente, composta come è da cittadini responsabili ai quali sta a cuore l'interesse comune. Questa è la classe dirigente, questa è la "polis" che numericamente rappresenta una parte consistente della popolazione. Un'altra parte non sente queste sollecitazioni e non ha una visione chiara nè del passato nè del futuro".

Ovviamente chi si vanta di non leggere, non avrà difficoltà ad indossare la giacca a doppio petto di Berlusconi e professare le idee di Beppe Grillo.

                           
Articoli Correlati
di Joseph Cacioppo Il sindaco di Santa Margherita di Belice Franco Valenti è disposto anche a spogliarsi dei panni di primo cittadino pur vestire quelli di dirigente..... “Io, speriamo che me la cavo”, di Marcello D’Orta (dal quale prese spunto il film del 1992 diretto da Lina Wertmüller e interpretato da Paolo Villaggio).... Sempre saldo il cordone ombelicale che lega i margheritesi che vivono su sponde opposte dell’oceano. Un legame che con i social si è fatto più intenso. Si.... Hanno festeggiato il loro 50° di matrimonio i coniugi Sina Valore e Giuseppe Cacioppo. I due margheritesi hanno rinnovato il loro vincolo matrimoniale in Svizzera, dove.... "Il testamento di Vantò", l'epopea zingara della sicilianità tra emarginazione ed integrazione. Questo il titolo ed il tema dell'ultimo romanzo di Michele....