Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Lettera aperta di Edoardo Gallaci ad Andrea Randazzo per il suo libro sugli emigrati margheritesi
Lettera aperta di Edoardo Gallaci ad Andrea Randazzo per il suo libro sugli emigrati margheritesi
Lettera aperta di Edoardo Gallaci ad Andrea Randazzo per il suo libro sugli emigrati margheritesi admin
admin - lunedì, 10 febbraio, 2014
Visualizzazioni: 130
News [1239]

Lettera aperta

Carissimo Andrea,

complimenti per il tuo interessantissimo libretto Orgoglio Margheritese, ancora una volta ci hai stupito.

Orgoglio Margheritese è un libretto che si legge tutto in un fiato. Sono pochi gli scrittori che riescono a commuovere il lettore come sai fare tu,

I tuoi libri sono uno più interessante dell'altro, riesci sempre a far diventare il lettore un vero protagonista della tua storia.

Il valore intrinseco delle tue opere stà nella tua semplicità di essere un uomo semplice e nello stesso tempo libero di pensare e di fare.

Caro Andrea, scorrendo pagina dopo pagina "Orgoglio Margheritese" metti in evidenza la triste e faticosa storia dell'Emigrante. Tema a me caro.

Il cuore dell'Emigrante batte e la mente pensa sempre al suo paese natio, come un meraviglioso meccanismo di madre natura incontrollata e nello stesso tempo gioioso.

Un motivo in più per essere orgogliosi Margheritesi.

Pensando a tutti quei nostri concittadini che sono stati i pionieri dell'Emigrazione  negli Stati Uniti d'America, e per essere solidari tra loro hanno costituito un' associazione ed un circolo a NEW YORK, precisamente a Glendale nel Queens  per non perdere le proprie tradizioni Margheritesi che ognuno portava nel cuore.

A tutti questi grandi uomini che dal 1829 hanno coraggiosamente  attraversato l'oceano in cerca di fortuna, va il mio più vivo ringraziamento: Dott. Onofrio Abruzzo, Ing. Charles Cacioppo, Dott. Gaspare Gulotta, Calicchiu Pccio, Pasquale La Sala, ecc,.ecc, ed infine la sfortunata famiglia ADDAMO e tanti altri nostri compaesani che non conosciamo e che, malgrado il loro impegno, non hanno avuto le condizioni a loro favorevoli per avere  un poco di fortuna.

A questi ultimi miei compaesani, veri eroi  Margheritesi va la mia preghiera di conforto per i loro familiari.

Un vivo ringraziamento desidero porgerlo a tutti i presidenti e loro soci che si sono alternati al circolo Margheritese di New York e che, nel corso di questi lunghissimi anni, hanno sapientemente mantenuto questo importantissimo cordone ombelicale con S. Margherita di Belice.

Con orgoglio e stima.

Edoardo Gallaci

                           
Articoli Correlati
Due margheritesi hanno dato la loro disponibilità a prendersi cura dei piedi di Papa Francesco. “Sua Santità Francesco - scrivono Cristina ed Edoardo.... Anche quest’anno si è svolta la tradizionale "Festa dell’Emigrante" organizzata dall’Associazione Culturale “Sicilia Bedda”. La.... Il 13 ottobre scorso Edoardo Gallaci è diventato nonno. Ginevra, questo il nome della bimba è la gioia di mamma Cristina, di papà Alberto, e dei nonni.... Si è svolta l'ultima domenica di agosto l’annuale “Festa dell’Emigrante” organizzata dall’Associazione Culturale “Sicilia.... di Joseph Cacioppo “Dalla fame alla fama”, questo il sottotitolo del libro di Andrea Randazzo su “Edoardo Gallaci”. Un testo agile ma denso. Uno....