Online il nuovo sito de "L'Araldo"
S. Margherita: consacrato un tempio massonico del Grande Oriente d'Italia
S. Margherita: consacrato un tempio massonico del Grande Oriente d'Italia
S. Margherita: consacrato un tempio massonico del Grande Oriente d'Italia admin
admin - venerdì, 22 novembre, 2013
Visualizzazioni: 490
News [1238]

E’ stata “consacrazione” a Santa Margherita di Belice”, lo scorso 15 novembre, la nuova casa massonica della loggia “Dedalus” del Grande Oriente d’Italia, la maggiore obbedienza italiana.

Ecco come è stato riportato l’evento dagli organi ufficiali del Grande Oriente d’Italia:

“Lo scorso 25 ottobre, il compianto Fratello Bent Parodi, Grande Oratore Aggiunto del Grande Oriente d'Italia, ha rivissuto in spirito nella cerimonia di consacrazione del Tempio della nuova casa massonica di Santa Margherita di Belice dove ha sede la loggia "Dedalus" (1430). "La parola è forza, la forza è virtù" sono le parole di Bent che hanno rieccheggiato tra i Fratelli presenti e che hanno introdotto la tavola "Sacralità del Tempio Massonico" tracciata dall'oratore dell'officina.

Alla tornata rituale, condotta dal maestro venerabile Vincenzo Mangiaracina, hanno partecipato in numerosi con cariche di vario grado, tra i quali il Grande Architetto Revisore Francesco Sammartano, i Garanti d'Amicizia Antonio Gualano e Saverio Vetrano, l'Ispettore circoscrizionale Gaetano Coppola e quello di loggia, Castrenze Gentile. Si è avuta anche una rappresentanza dall'estero, con il Fratello Giuseppe Clemente della loggia "Oasis de la Paz" (111) di Barinas, all'obbedienza della Gran Loggia della Repubblica del Venezuela.

Significativa la presenza di rappresentanti massonici non solo dell'agrigentino, ma di altri orienti siciliani, anche distanti, con i maestri venerabili delle logge: "Armonia" (1187) di Sambuca di Sicilia, "Valle di Cusa" (1035) di Campobello di Mazara, "Saverio Friscia" (1340) di Sciacca, "Figli di Hiram" (368) di Menfi, "Francisco Ferrer" (908) di Castelvetrano, "Giuseppe Garibaldi" (642) di Trapani, "Triquetra" (582) di Palermo. E delegazioni della "Arnaldo da Brescia" (959) di Licata, "Aurora" (1437) di Naro, "Filippo Cordova" (894) di Palermo, "Concordia" (955) di Agrigento e "Rinnovamento" (348) di Trapani”.

Il riferimento a Bent Parodi non è stato casuale. Il giornalista, scomparso da qualche anno, ha fatto parte della giuria del premio letterario “Giuseppe Tomasi di Lampedusa”.

La notizia della “consacrazione” di un “tempio” nel paese del Gattopardo conferma che le istituzioni esoteriche, ancorché riservate, non sono segrete.

Santa Margherita di Belice, poi, conferma la sua tradizione massonica. Di “rito massonico” parla Giuseppe Tomasi di Lampedusa nel suo romanzo “Il Gattopardo”, come massone riconosciuto era Alessandro Tasca di Cutò, meglio noto come “il principe rosso” per le sue simpatie socialiste. Ed i simboli massonici campeggiano sulla chiave di volta dell’arco di accesso ai cortile del Palazzo del Gattopardo. Diversi anche i “fratelli” che negli anni hanno rivestito, e rivestono, cariche istituzionali del piccolo centro dell’agrigentino.

                           
Articoli Correlati
  di Joseph Cacioppo   Aumentate le Comunità massoniche a Santa Margherita di Belice? Il “dubbio” è legittimato (per pervenire alla.... La  Massoneria apre le porte dei suoi Templi ai “profani”. Succede a Campobello di Mazara, in provincia di Trapani. Quella provincia spesso accusata di.... Montevago anticipa i tempi. Non vuole arrivare impreparata alla scadenza del 3 dicembre. Data ultima entro cui gli amministratori locali e regionali devono dichiarare la loro.... Il rapporto tra i margheritesi d'America e quelli che vivono nel paese del Gattopardo, ha radici profonde. Rapporti tenuti anche a livello esoterico. Una testimonianza.... di Silvia Casola Il “tempio di Apollo” di Selinunte, noto anche come “tempio C”, è finalmente visibile in tutta sua bellezza. Sono state infatti....