Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Giuseppe ed Enea, storia di due amici inseparabili
Giuseppe ed Enea, storia di due amici inseparabili
Giuseppe ed Enea, storia di due amici inseparabili admin
admin - mercoledì, 21 agosto, 2013
Visualizzazioni: 62
News [1240]

di Francesco Sciara
Un nuovo e inseparabile amico a quattro zampe per il giovane margheritese Giuseppe Mauceri, centralinista del Comune di Santa Margherita di Belìce, che a causa di una retinite pigmentosa ha problemi di vista.
Nel dicembre 2012, il Centro Helen Keller di Messina, scuola cani guida dell’Unione Italiana Ciechi, e la Regione Siciliana, hanno assegnato a Giuseppe Mauceri un  Labrador Retriever.
Al cane, che ha due anni e mezzo, è stato dato il nome di Enea.
Giuseppe e Enea praticamente sono diventati inseparabili e spesso si vedono in giro per le vie della citta del Gattopardo. Giuseppe, ogni mattina, va a lavorare  accompagnato dal suo fedele amico che, poi, si sistema tranquillo in un angolino della stanza adibita a centralino del Comune di Santa Margherita.
Grazie ad Enea, Giuseppe ha superato le difficoltà che doveva affrontare ogni giorno per compiere le azioni più normali. 
“Durante le ore del giorno – dice Giuseppe Mauceri - a causa del restringimento del cono visivo, riesco a malapena a scorgere delle ombre. La sera, con l’aumentare dell’oscurità, i problemi visivi si accentuano. Prima dell’arrivo di Enea, erano mia moglie e la mia famiglia ad aiutarmi per compiere le azioni della quotidianità. Adesso c’è, anche, Enea che mi da il suo prezioso aiuto”.
L’arrivo di Enea ha praticamente aggiunto un nuovo componente alla famiglia di Giuseppe che, in precedenza, non aveva mai accudito dei cani.
Ma c’è sempre una prima volta, ed Enea è stato accolto con molta gioia e tante cure dalla moglie Paola Marchese  e dai figli Leonardo, di 7 anni, e Jasmine, di 4 anni.                   
Il cane ha ricambiato subito l’affetto della famiglia Mauceri e ha stretto una particolare “amicizia” con i bambini. 
Prima dell’assegnazione si è dovuta superare la fase di addestramento.
Per conoscersi, affiatarsi e “stringere amicizia” Giuseppe ed Enea sono stati praticamente per dieci giorni uno accanto all’altro. Hanno trascorso insieme le giornate e non si sono lasciati neanche durante la notte. Un periodo necessario a svolgere il corso di orientamento e mobilità che ha previsto un percorso di prove.
Insieme sono saliti sui mezzi pubblici, sono entrati in uffici e locali pubblici, hanno attraversato la strada rispettando il semaforo  e hanno fatto lunghe passeggiate.
Tutte azioni, che prima, comportavano dei problemi a Giuseppe. Adesso, invece, il giovane margheritese è diventato più autonomo e riesce a vivere normalmente la sua giovane età. Esce, frequenta gli amici, va al bar e nei locali pubblici. La mattina, prima di recarsi al lavoro in Comune, va ad accompagnare i figli a scuola.
Nell’atrio della scuola, prima del suono della campanella, si notano tanti bambini avvicinarsi ad Enea per accarezzarlo. Tutti a fare domande a Giuseppe, il quale con molta disponibilità risponde alla curiosità dei bambini.
Giuseppe Mauceri ha particolarmente gradito questa dimostrazione di affetto nei confronti del suo grande amico a quattro zampe.
“Enea è stato accolto benissimo dai colleghi di lavoro e dai margheritesi – spiega Giuseppe -. Ringrazio tutti per questa dimostrazione di affetto nei miei confronti e di senso di rispetto e amore verso gli animali. Enea è davvero un grande amico e un compagno di vita. Devo  ringraziare le Istituzioni e il centro Helen Keller che mi hanno permesso di conoscere e apprezzare Enea, che è diventato un altro membro della mia famiglia. Devo ringraziare e segnalare la grande professionalità e bravura degli istruttori della scuola per cani guida per non vedenti che addestrano con amore e competenza i cani”.

                           
Articoli Correlati
Primo compleanno per Martina Giambalvo. A festeggiarla c’era tutto l’affetto dei familiari, dei parenti e degli amici. Una serata che la piccola e simpaticissima.... Il 13 ottobre scorso Edoardo Gallaci è diventato nonno. Ginevra, questo il nome della bimba è la gioia di mamma Cristina, di papà Alberto, e dei nonni.... Quando è stata fondata Santa Margherita di Belice? Due le date che circolano. Qual'è quella giusta?La Madonna della Bucara di Santa Margherita di Belìce,.... Sabato 17 dicembre alle ore 16,30, presso la sede dell'Associazione "Amici della Terza Età - AUSER Ribera", di corso Margherita 266, sarà inaugurata la mostra.... di Joseph Cacioppo Tra “fama” e “fame” sembra una vocale a fare la differenza. Per Maria Letizia Putti, autrice de “Lo scrittore non ha fama....