Online il nuovo sito de "L'Araldo"
La solidarietà a progetto: se ne parla a S. Margherita in consiglio comunale
La solidarietà a progetto: se ne parla a S. Margherita in consiglio comunale
La solidarietà a progetto: se ne parla a S. Margherita in consiglio comunale admin
admin - lunedì, 20 maggio, 2013
Visualizzazioni: 38
News [1239]

L’Amministrazione comunale di Santa Margherita di Belìce ha dichiarato di poter disporre di € 50.000,00 annui, per cinque anni, del bilancio comunale. Per sistemare la via Covello? Errato. Per mettere in sicurezza i fabbricati che prospettano su via Collegio in modo da riaprire al traffico l’importante arteria cittadina? Errato. Per sistemare le strade di campagna? Errato. Per incentivare i bed and breakfast? Errato. Per ripristinare la fontana di piazza Emanuela Loi? Errato. I fondi del bilancio comunale serviranno per gestire un centro polifunzionale per l’accoglienza e l’inserimento lavorativo degli extra comunitari regolari che hanno la residenza a Santa Margherita di Belice.

La scelta politica non è stata condivisa dalla minoranza consiliare che ha chiesto la convocazione di una seduta urgente del consiglio comunale al fine di annullare tutto.

Il consiglio comunale è stato fissato per mercoledì 22 maggio. La seduta rischia di trasformarsi in un’altra rappresentazione del teatro dell’assurdo.

La maggioranza spiegherà che l’operazione politica consente di accedere ad un finanziamento di € 650.000,00 per trasformare la palestra dell’ex scuola superiore, oggi trasformata nel BES gestito dal consigliere comunale Baldo Portolano per conto dell’università di Palermo. E accuserà di razzismo la minoranza consiliare. I consiglieri di minoranza, respingeranno le accuse di razzismo e spiegheranno che il centro polifunzionale per l’accoglienza degli extra comunitari non è tra le priorità delle emergenze per il paese del Cafè House. E così via discorrendo in questo discorso tra sordi. Nessuno cercherà di capire le ragione dell’altro. Voleranno parole grosse, accuse reciproche. Nessuno spiegherà, con toni pacati ed argomentazioni documentate, perché nessun programma elettorale prevedeva questo centro polifunzionale e questo onere di € 250.000,00 da far gravare sul bilancio comunale. Nessuno spiegherà perché Santa Margherita di Belice può fare a meno di una palestra su due. Una a servizio delle scuole e l’altra lasciata in stato di abbandono per anni ed oggi trasformata in centro di accoglienza. Nessuno spiegherà perché i 250.000,00 euro non potevano essere spesi per rendere funzionale la palestra e magari farla gestire alle tante realtà sportive presenti sul territorio. Nel rispetto dei programmi elettorali. Il dibattito consiliare, salve clamorose smentite, si trasformerà in un ring, dove la famosa “forza bruta dei numeri” proclamerà il vincitore.

Il battibecco si focalizzerà sul tema del razzismo: un razzismo dell’ultima ora, senza un dibattito preventivo, senza fondamento, tirato a scusa per difendere ora l’una ora l’altra tesi.

Il sito del Ministero degli Interni (che ha già approvato l’iniziativa) fa una distinzione tra: i Centri di accoglienza (CDA), i Centri di accoglienza richiedenti asilo (CARA) ed i Centri di identificazione ed espulsione (CIE). Non si ha notizia di quante unità potrà accogliere il centro polifunzionale di Santa Margherita di Belice e quale lavoro potrà essere garantito. Si sa solo che “il progetto” ha una scadenza. Dopo la scadenza interverrà l’Amministrazione comunale, per cinque anni, con i fondi del proprio bilancio. E dopo? E se il lavoro non ci sarà nemmeno nella fase iniziale del “progetto”, come si farà a garantire l’inserimento occupazionale? Ed in quale settore: edile, artigianato, agricoltura?

Chi è uso frequentare la messa domenicale parlerà dei diritti dei meno fortunati. E c’è il rischio che il dibattito – sotto la regia di Ionesco – scivoli sulla cosiddetta guerra dei poveri: assistere e fare integrare gli extra comunitari è un dovere. Dei diseredati locali, dei disoccupati locali, di quanti bussano alla porta della San Vincenzo e fanno la fila ai banchi alimentari ne parliamo la prossima volta. Mercoledì sera va in scena soltanto il dibattito politico sul centro polifunzionale, il cui esito è già scritto. Come da copione.

                           
Articoli Correlati
di Lidia Riscica "EcoVilla-La Passeggiata". Questo il tema del convegno che si terrà a Santa Margherita di Belìce, domenica 13 novembre, ore 17,00, presso il.... di Francesco Graffeo Le convocazioni consiliari e gli atti della pubblica amministrazione, come le delibere della giunta comunale e del consiglio, gli avvisi delle.... I programmi elettorali prima si fanno, poi si scordano. Prendiamo ad esempio alcuni punti del programma elettorale della lista che ha portato Franco Valenti alla guida del.... Cosa si prevede per il dopo Sogeir? Ovvero chi gestirà il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani per i Comuni di Santa Margherita di Belice e Montevago? Se ne.... Si recupera il Cafè House di Santa Margherita di Belice. A confermarlo è il sindaco Franco Valenti. La notizia prima era stata fatta veicolare sul web, ora....