Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Diario di una gita a Caccamo a cura di un'alunna della quinta classe
Diario di una gita a Caccamo a cura di un'alunna della quinta classe
Diario di una gita a Caccamo a cura di un'alunna della quinta classe admin
admin - sabato, 18 maggio, 2013
Visualizzazioni: 77
News [1238]

di Martina Gennusa(*)

Giorno 13 maggio gli alunni delle classi quinte della scuola primaria G. Tomasi di Lampedusa, ci siamo recati in occasione della gita scolastica di fine anno, a Caccamo per visitare il suo famoso castello ed altro.

Ad accoglierci c’era una guida in abito medievale che man mano andavamo entrando nelle varie stanze del castello ci raccontava tutte le cose che avvenivano in esse.

Esistono ancora oggi delle stanze con tetto o pavimento originale, ma la cosa che ci ha colpito più di tutto è stata la cappella, dove l’ospite che s’immaginava potesse danneggiare l’autorità del principe veniva fatto sedere sopra un cuscino che copriva una botola, che alla sua apertura faceva precipitare la persona che non moriva solo perché la botola era profonda ma perché alla fine di essa erano posizionate delle lance molto affilate che riducevano la persona in poltiglia.

Poi abbiamo visitato la terrazza, con una vista incantevole, dove avvenivano le impiccagioni.

Usciti dal castello siamo andati in un negozio dove abbiamo acquistato souvenir tipici del luogo.

Dopo di corsa  al ristorante dove abbiamo assistito alla preparazione del pane, e subito dopo dritti e seduti per pranzare. Appetitoso il menù per noi bambini: pasta al pomodoro, carne panata con contorno di patatine e bibite.

Sazi e soddisfatti ci siamo spostati in una fabbrica dove producevano oggetti in ceramica, ed abbiamo assistito alla realizzazione di un vaso in argilla. Qui abbiamo acquistato altri oggetti.

Abbiamo visitato anche la chiesa di Maria degli Angeli, la guida ci ha dato informazioni sul patrono del paese e  abbiamo visto le reliquie del beato.

Per concludere salsiccia pasqualora per tutti: che deliziosa ma un pochino piccante.

La gita scolastica è un momento di apprendimento e di socializzazione, ma soprattutto di divertimento e  libertà.

Si ringrazia il dirigente scolastico e le insegnati che hanno permesso di farci passare questa meravigliosa giornata.

(*) alunna della quinta classe

 

                           
Articoli Correlati
  di Daniela Giordani Classe 1990, talento e ostinazione. Giovanni Caccamo, il vincitore della sezione Giovani del più recente Festival di Sanremo, nasce a.... Esordio vincente per la neo “Royal Dance” di Santa Margherita di Belice. Antonino Barbera e Rita La Sala hanno partecipato al campionato italiano di danza sportiva.... Rispetto dell’ambiente e della natura. Questo il tema del progetto avviato dall’istituto comprensivo “Santi Bivona”, scuola primaria plesso “G..... Il sindaco Franco Valenti ha reso nota la composizione della nuova giunta comunale di Santa Margherita di Belice. Una squadra giovane, sia anagraficamente che come esperienza.... Marco Barbera e Rosella Saladino si sono aggiudicati il 1° posto nelle categorie over 16 danze standard, 16-18 classe internazionale danze standard e danze latino....