Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Per non dimenticare: progetto Shoah per gli alunni di S. Margherita
Per non dimenticare: progetto Shoah per gli alunni di S. Margherita
Per non dimenticare: progetto Shoah per gli alunni di S. Margherita admin
admin - venerdì, 1 febbraio, 2013
Visualizzazioni: 83
News [1238]

di Francesco Sciara

Gli studenti dell’Istituto Comprensivo Statale “Giuseppe Tomasi di Lampedusa”, di Santa Margherita di Belìce, impegnati nel “Progetto Shoah”.

Una serie di iniziative, proiezioni di films, riflessioni e confronti, incontri, conferenze e testimonianze, concerto musicale, sono state alle base del progetto denominato “Strumenti di Pace… per non dimenticare”.

Con questo progetto l’Istituto Comprensivo, guidato dal dirigente scolastico prof. Girolamo Piazza, ha voluto ricordare la Shoah che ha visto la persecuzione e lo sterminio del popolo ebraico.

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale che si celebra il 27 gennaio, di ogni anno,  data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz. Una giornata dedicata alla commemorazione delle vittime del nazismo, dell'Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.

Per non dimenticare, gli studenti hanno partecipato a diverse iniziative.

Hanno assistito ai films “La Vita è bella”, “Concorrenza sleale”, “Arrivederci ragazzi” e “Hotel Meina”. In classe si sono confrontati riflettendo sui temi trattati.

Gli studenti hanno partecipato alla conferenza tenuta dalla dottoressa Miriam Ancona dell’Istituto Studi Ebraici, di Palermo.

Il 25 gennaio, al Teatro Sant’Alessandro, si è svolto un Concerto-Lettura che ha visto la partecipazione dell’”Orchestra e del Coro del Gattopardo”. In un teatro gremito da un pubblico attento e partecipe, gli studenti hanno eseguito diversi brani musicali, intervallati dalla lettura di brani e poesie. Per l’occasione è stato presentato il lavoro multimediale prodotto dagli studenti delle classi terze.

Il Progetto Shoah prosegue e si concluderà martedi, 5 febbraio. Alle ore 10,30, al Teatro Sant’Alessandro è previsto un incontro che vedrà la partecipazione e l’importante testimonianza diretta del dott. Enrico Modigliani, sopravvissuto allo sterminio del popolo ebraico. Enrico Modigliani  rappresenta la fondazione CDEC, dipartimento cultura comunità ebraica di Roma.

Una serie di iniziative che hanno voluto tenere vivo il ricordo e il monito di quel tragico periodo storico caratterizzato dalle leggi razziali, dalla persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che si sono opposti al progetto di sterminio ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

E gli studenti margheritesi hanno detto forte e chiaro: “Io non dimentico”.

                           
Articoli Correlati
L’Istituto Comprensivo “G. Tomasi di Lampedusa” ha avviato diverse iniziative, nell’ambito delle attività natalizie, e dei progetti scolastici.... Santa Margherita di Belìce ricorda l’impegno e il sacrificio dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e delle vittime delle stragi mafiose. Il 23 maggio,.... "Una rosa per la mamma". Questa l'idea di Edoardo Gallaci per la "sua" Santa Margherita di Belice. Un'idea che coinvolgerà anche i ragazzi della scuola media del paese.... Con una intensa e gioiosa giornata, l’Istituto comprensivo statale “Giuseppe Tomasi di Lampedusa”, di Santa Margherita di Belìce, inaugura l’anno.... Rispetto dell’ambiente e della natura. Questo il tema del progetto avviato dall’istituto comprensivo “Santi Bivona”, scuola primaria plesso “G.....