Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Ricorrenza terremoto: il sindaco Valenti invoca una ripartizione più rispondente alla realtà
Ricorrenza terremoto: il sindaco Valenti invoca una ripartizione più rispondente alla realtà
Ricorrenza terremoto: il sindaco Valenti invoca una ripartizione più rispondente alla realtà admin
admin - martedì, 15 gennaio, 2013
Visualizzazioni: 107
News [1239]

Quello del 2013 potrebbe essere l'anno della svolta, almeno per Santa Margherita di Belice, in materia di ricostruzione post terremoto. Dei 45 milioni di euro previsti dalla finanziaria appena approvata dal Parlamento, solo cinque milioni dovrebbero arrivare nelle casse comunali del paese del Cafè House.

Pochi. Pochissimi, per le reali esigenze connesse con l'opera di ricostruzione ancora da completare. Di questo disappunto della comunità margheritese si è fatto interprete il sindaco di Santa Margherita di Belice, Franco Valenti.

Un vero e proprio "non ci sto", quello di Valenti. "Chiederò al coordinatore dei sindaci Nicola Catania – ha detto Valenti - di porre all’ordine del giorno la questione di un’equa ripartizione affinché in futuro a Santa Margherita vengano riconosciute le risorse che le permettano di essere alla pari degli altri comuni terremotati. Sia chiaro che non voglio dare inizio ad una “guerra tra poveri” o polemizzare con i colleghi sindaci, bensì desidero sensibilizzarli affinché si possa dare corso ad una nuova ipotesi di ripartizione che tenga conto delle vere ed attuali esigenze e non si rifaccia ad una situazione ormai obsoleta risalente al lontano 2007”. 

Nei giorni della ricorrenza del 45° anniversario di quel tragico 15 gennaio 1968, il sindaco di Santa Margherita spiega che “Non espleterei compiutamente il mio mandato di sindaco e non renderei un buon servizio alla mia città se non mi opponessi e denunciassi con forza l’assoluta illogicità ed incoerenza dei criteri di ripartizione delle somme stanziate per la ricostruzione del Belice”.

Il paese del Gattopardo, infatti, ha un intero quartiere post terremoto privo di urbanizzazioni primarie. Molte case sono state già ricostruite – in molti casi con fondi personali degli aventi diritto alla ricostruzione – ma non possono essere abitate per mancanza dei servizi a rete.

E’ un mio dovere – ha detto Valenti - garantire ai margheritesi una fognatura, una strada, una pubblica illuminazione".

Nella giornata di oggi è prevista una santa messa in suffragio delle vittime del terremoto e la posa di una corona davanti la lapide che ne ricorda i nomi.

                           
Articoli Correlati
Quando il sindaco Franco Valenti ha pronunciato il suo j’accuse: “Io non ci sto più” era il 15 gennaio 2016, giorno del 48° anniversario del.... Anche se a Santa Margherita si era festeggiato qualche anno fa con il sindaco Franco Santoro, la ricorrenza ricade nel 2013, come testimonia la rivista America Oggi, di cui.... "Io non ci sto più". Questa la frase che ha caratterizzato il 48° anniversario del sisma del gennaio 1968 che sconvolse la Valle del Belìce. A pronunciarla.... In un paese dove (per la folta presenza di Istituzioni che si rifanno alla Costituzione di Anderson) i simboli hanno un senso, la scelta del sindaco Franco Valenti di.... 41 Sono passati tre anni e mezzo da quando il consulente legale del sindaco Franco Valenti spiegò, nero su bianco, che gli ex proprietari di “palazzo....