Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Allevamento di lumache a Montevago: ecco come ci si inventa un lavoro
Allevamento di lumache a Montevago: ecco come ci si inventa un lavoro
Allevamento di lumache a Montevago: ecco come ci si inventa un lavoro admin
admin - lunedì, 1 ottobre, 2012
Visualizzazioni: 183
News [1238]

di Francesco Graffeo

Nella terra del lavoro che non c’è, due giovani con la forza delle proprie idee, il lavoro lo hanno creato, senza cercare il posto fisso, senza correre dietro a nessuno, dando vita ad un allevamento di lumache. Ai loro genitori hanno chiesto solo mezzo ettaro di terreno, e con i loro risparmi lavorativi, di circa 15 mila euro, hanno messo su una azienda elicicola. L’hanno voluta chiamare “La lumaca delle Terre Sicane”.

“Siamo partiti – racconta Dionisio Impastato di 33 anni, laureato in Scienze agrarie - a settembre dell’anno scorso, poi l’acquisto di 40 mila lumache ad aprile, che riprodotte sono diventate circa un milione. Un investimento che si prevede di ammortizzare in quest’anno che si concluderà a dicembre. Già ad agosto abbiamo raccolto circa 4 quintali di lumache. Entro fine anno stimiamo una produzione di circa 30 quintali, vendute nei mercati che vanno da Agrigento a Trapani. Guardiamo però alla grande distribuzione, mentre stiamo puntando alla certificazione biologica del prodotto”.

Dopo anni di esperienza lavorativa, prima in uno studio e dopo come esperto “green” in un campo da golf a Milano, ha sentito il desiderio che hanno tutti i siciliani all’estero, di tornare nella propria terra così ricca di bellezze e di calore ma così povera di prospettive lavorative.

Una volta tornato, ha investito i suoi risparmi ed energie non indifferenti, accompagnato in questo progetto da una sola persona, un cugino che ha il suo stesso nome e cognome. L’allevamento è a pochi passi dal centro abitato di Montevago, sorge dove prima c’era un vigneto, la sua costruzione è stata studiata dai due, passo dopo passo. Dall’individuazione delle aree per i recinti, al posizionamento di pali, reti, al sistema d’irrigazione, dalla semina della vegetazione per alimentare le lumache, fino all’arrivo delle fattrici. Sono state create delle apposite serre. La chiocciola (in ambiente chiuso) si accoppia, depone le uova e può anche diventare adulta, ma necessita di un continuo lavoro per la pulizia, per apporto di alimenti dall’esterno e per l’irrigazione artificiale. Al coperto è meno soggetto alla predazione da parte di insetti, roditori, volatili, ma presenta maggiori problemi per l’assimilazione di anidride carbonica.

“Quotidianamente si sono verificati imprevisti e problemi vari. Rischiavamo di perdere la pazienza, ma non ci siamo dati per vinti ed abbiamo affrontato e risolto le difficoltà una alla volta” dice l’agronomo. Il cugino, ventenne, diplomato alla prima esperienza lavorativa, è entusiasta dell’iniziativa: “L’elicicoltura richiede lavoro ed impegno costante ma dà anche molte soddisfazioni, prima di tutto quello di sapere che la voglia di fare, il lavoro e la determinazione, ripagano sempre nonostante tutto attorno sia ostile ”.  

La produzione di lumache è oramai avviata, si aspetta di raccogliere i frutti da quest’investimento. Ogni giorno arriva clientela nuova. “Le richieste – dice Dionisio Impastato – arrivano da tutta la Sicilia, i clienti sono soprattutto i ristoranti, le lumache sono apprezzate, sono cibo per buongustai”.

La produzione di Montevago finisce, insomma, sulle tavole di Palermo, Catania e Trapani. A giorni la filiera di distribuzione avrà un contatto più diretto con il mercato dei privati. Chiunque potrà fare acquisti on line. Basterà collegarsi con il sito (in costruzione) www.lalumacadelleterresicane.it ed avviare l’iter della prenotazione. Da Montevago poi partiranno delle accurate spedizioni con postacelere che in poche ore effettueranno la consegna. In un territorio dove impera la viticoltura, i due giovani hanno lanciato la loro scommessa.

 

 

                           
Articoli Correlati
                            di Marilena.... Il Consiglio dell'Unione dei Comuni "Terre Sicane" è chiamato a surrogare il suo presidente. La seduta è fissata per stasera, 29 settembre. L'elezione dovrebbe.... Un Ospite d'eccezione alle Terme Acqua Pia , Cristiano Militello, da tempo protagonista sugli schermi televisivi con "Striscia lo striscione" su Canale 5. L'artista si è.... di Fausto Moretti Si è conclusa, a San Pietro in Musio, Arcevia, in provincia di Ancona, la XX edizione della festa della Madonna di Montevago. La festività.... La nuova trovata del Dj Antidroga Aniceto “ FATTI DI ZUCCHERO!” 100.000 bustine di zucchero monouso distribuite in omaggio nelle migliori discoteche italiane come....