Online il nuovo sito de "L'Araldo"
Piace il sito di Porta Nuova per il Cristo Redentore. Snobbata l'ironia del blog Il Movimento sul sito indicato dai sondaggi
Piace il sito di Porta Nuova per il Cristo Redentore. Snobbata l'ironia del blog Il Movimento sul sito indicato dai sondaggi
Piace il sito di Porta Nuova per il Cristo Redentore. Snobbata l'ironia del blog Il Movimento sul sito indicato dai sondaggi  admin
admin - giovedì, 23 agosto, 2012
Visualizzazioni: 85
News [1238]

di Giacomo Giuffrida Samonà

Pensiamoci, ma con un sorriso.

In effetti, a ben guardare il fotomotaggio pubblicato sul blog "Il Movimento", ipotizzante un “come potrebbe presentarsi “l'ingresso di Porta Nuova con il Cristo installato nella villetta sulla destra entrando in paese, tanto peregrina non è!

Questo non vuol essere una sconfessione della mia precedente opinione circa la collocazione della stessa al Calvario, posizione, sempre a mio avviso, più "suggestiva", ma in alternativa, valutando vincoli urbanistici, pareri di sovrintendenze varie, ed intoppi burocratici che in questi casi spuntano come i funghi in inverno, il porla a fianco dell'ingresso del paese, non sarebbe poi così male, in quanto rivitalizzerebbe una zona sostanzialmente oggi poco frequentata, se non in totale abbandono, e sulla quale gravitano invece importanti testimonianze del passato, quali la Villa Comunale, con il suo Cafè-House, la cappelletta della Bùcara, e l'antico bevaio, una volta ristoro di uomini ed animali, ed oggi, spesso, estemporaneo e gratuito (ma sempre incivile) lavaggio a cielo aperto di auto o trattori, cosa, lasciatemelo dire, piuttosto "indecente" vuoi per chi lo fà, vuoi per chi non sanziona la cosa.

Anche da questa posizione il Cristo, dominerebbe i sottostanti feudi, e sarebbe visibile da un tratto della fondovalle, e pur dando le spalle al centro abitato, sarebbe, con le sue braccia spalancate, pur sempre un segno di "benvenuto" a chi a Santa Margherita si rechi dalla fondovalle stessa. C'è, è vero, chi sul blog "Il Movimento" ha virulentemente invocato, in disaccordo con questa collocazione, la "laicità" del paese, (o della nazione, se vogliamo) discorso questo, che in senso squisitamente oggettivo, potrebbe anche starci, lo stato, infatti, di per sé è laico, o meglio aconfessionale, in quanto non si dichiara, costituzionalmente "cattolico-apostolico-romano", e tutte le religioni, purchè non cozzino con le leggi dello stesso, trovano in esso tutela e riconoscimento. La laicità, peraltro, così come il cristianesimo, il buddismo, l'ebraismo etc, altro non è che una convinzione ed un convincimento del tutto interiore e soggettivo del singolo individuo, un moto dell'anima, per chi ammette l'esistenza della stessa, o dell’animus (per chi non crede nell’esistenza dell’anima) per cui, non si può imporre a nessuno, (ci provano spesso gli stati ed i regimi totalitari, con risultati sempre ridicoli!).

La statua in oggetto, di per sè, altro non è che un manufatto artistico, bello o brutto non importa, ma pur sempre un bel pezzo di marmo, che racchiude in se il significato, od i significati, che ciascuno di noi col suo sentire le attribuisce. La si può quindi "vedere" solo come opera d'arte in se, o la si può "sentire", più intimamente, come un richiamo ecumenico alla fratellanza. In fondo, molti pacifisti di ieri e di oggi erano e sono anch'essi laici, ma non per questo meno impegnati al raggiungimento del loro scopo, la pace!

Bella quindi, guardando le cose con una serena ottica, laica o confessionale non importa, l’iniziativa della vulcanica Margot Cacioppo, poliedrico architetto che tante belle iniziative culturali ha seguito ed organizzato, di raccogliere le firme dei cittadini che non vedono la collocazione del manufatto in piazza Matteotti, che rischia, continuando con questo andazzo-installativo, di diventare una sorta di expò a cielo aperto, ed una babele di stili dissonanti se non configgenti fra loro, perdendo quindi la sua armonicità già rovinata in parte dal terremoto e soprattutto dal post-terremoto. (Abbasta e avanza “u Pupu di latta”!!!). Continuare così sarebbe peggio che sparare l’ennesima scupittata sulla Croce Rossa!!!

Per chiudere, e cercare di stemperare le polemiche in un sorriso, c’è anche un altro “motivo” (piuttosto goliardico a dir la verità) che non mi vede sfavorevole a tale scelta allocativa in quel di Porta Nuova: probabilmente i più vecchi fra noi, margaritari o non, ricorderanno, magari “solo per sentito dire, sia chiaro !!!!” (sic!) come in tempi pre terremoto ed immediatamente post allo stesso, “Porta Nova” fosse ben nota, localmente e nel circondario, come “sede lavorativa” stabile di “garbate fanciulle consolatrici” che, dietro adeguato compenso, alleviavano “il peso dell’animo” di chi, “schettu o maritatu” ad esse si indirizzava per fugaci convegni. Poi, un bel giorno, mercè l’intervento deciso e “salvifico “ della Benemerita, le “segnorine” di cui sopra, abbandonarono definitivamente il sito, volando via come rondini in autunno! Ecco quindi, che l’istallazione del “manufatto” nelle immediate vicinanze di quell’antico sito “di svago”, riequilibrerebbe idealmente, in un certo senso e per chi ci crede, il luogo con una normalità, urbano-cristian-naturalistica, se non “purificata”, almeno cristianamente “asettica”. In fondo, se riandiamo ad antiche Scritture, anche il Cristo perdonò la Maddalena.

E’ chiaro che in tutto questo inciso finale io abbia scherzato, buttando un po’ la cosa in riso, e con la speranza di non aver offeso la sensibilità o peggio la suscettibilità di nessuno, per cui i “moralisti ad oltranza” (ce ne è sempre qualcuno in giro!!!) frenino il loro impulso di bacchettarmi per questo accostamento, ai loro occhi “profano”!

                           
Articoli Correlati
Si inaugura oggi, 9 settembre, alle ore 18,00 l'opera scultorea dell'artista margheritese Paolo Manno. L'opera, raffigurante il "Cristo Redentore", è stata commissionata.... La scultura raffigurante il “Cristo Redentore” non sarà più collocata nella piazza Matteotti di Santa Margherita di Belice. L’Amministrazione.... La proposta di cambiare nome alla piazza Matteotti di Santa Margherita di Belice, pubblicata sul blog Il Movimento, ha comportato un acceso dibattito sul web. Segno che la.... Riceviamo e pubblichiamo Ho letto sul blog de Il Movimento la quarta relazione del sindaco Francesco Santoro. Ottimo servizio. Dalla lettura del documento ho potuto apprendere.... Un sito blog ha assunto il nome del prodotto tipo margheritese: il ficodindia. Il nome gioca sull'equivoco, visto che è una sorta di reportage quotidiano di uno studente....