Online il nuovo sito de "L'Araldo"
L'amministrazione di Franco Valenti punta al decoro della città
L'amministrazione di Franco Valenti punta al decoro della città
L'amministrazione di Franco Valenti punta al decoro della città admin
admin - martedì, 19 giugno, 2012
Visualizzazioni: 147
News [1241]

Sono stati sistemati in maniera consona e funzionale i sedili in pietra collocati in piazza Matteotti a Santa Margherita di Belìce. Da diversi mesi, alcuni di questi sedili erano stati spostati, da giovani frequentatori della piazza, per creare una sorta di comodi “salottini privè”. Come se non bastasse, in qualche occasione, sopra e vicino ai sedili venivano lasciate bottiglie vuote, bicchieri e immondizia varia. Il tutto, finiva con lo sporcare, anche, la pavimentazione in marmo della piazza. Adesso, dopo essere stati allineati ai lati della piazza bisognerebbe controllare che i sedili non vengano di nuovo spostati e che il decoro e la pulizia della piazza non venga pregiudicato da gesti poco civili. In modo da consentire a tutti i cittadini, primi tra tutti gli anziani, di potersi sedere comodamente e di fruire nel miglior modo possibile della principale piazza del paese definita come “il salotto e il cuore del centro storico” della città del Gattopardo. La sistemazione dei sedili, è un altro piccolo segnale che la nuova Amministrazione comunale ha voluto dare accogliendo le proposte costruttive formulate da alcuni cittadini margheritesi. Un piccolo tassello che si va ad aggiungere all’opera che vuole ridare ai luoghi pubblici il giusto decoro. In modo da rendere Santa Margherita un paese più vivibile, pulito e accogliente.

In quest’ottica è stata effettuata, dal personale comunale, la pulizia e la scerbatura degli spazi a verde del parco giochi della scuola materna. Dopo che sono state tolte le erbacce che infestavano l’area, qualche cittadino ha manifestato l’esigenza di effettuare, anche, la manutenzione dei giochi e delle strutture in legno collocate nel parco giochi. Ed eventualmente provvedere alla sostituzione di giochi eventualmente rotti. Inoltre, necessita di una bella pitturata la ringhiera in ferro che delimita la scuola materna. Un intervento che sarebbe opportuno venisse fatto prima dell’apertura del nuovo anno scolastico. Un intervento simile è stato fatto, sempre dagli operai comunali,  presso la scuola elementare. La ringhiera è stata pitturata e l’atrio esterno della scuola ha assunto un aspetto bello e pulito.

Opere di manutenzione e di pittura delle pareti stanno interessando i locali del Teatro Sant’Alessandro. Una serie di piccoli interventi che sono necessari per rendere più accoglienti e funzionali i luoghi pubblici del paese. 

Continua inoltre l'accoglimento delle segnalazioni, fatte da alcuni cittadini anche alla nostra redazione, sull'opera di scerbatura e pulizia di altri spazi a verde e di aree del centro urbano. Un centro urbano, quello di Santa Margherita, che per le sue estese dimensioni richiede una massiccia campagna di pulizia. Che, evidentemente, non si riesce a fronteggiare con la squadra di operai comunali attualmente impegnata. In altri comuni, tra i quali Sciacca, si è provveduto ad aumentare numericamente il numero degli operai che si occupano della pulizia e degli interventi di ordinaria manutenzione. In altri casi si è provveduto a stipulare convenzioni con altri enti pubblici per richiedere l’utilizzo di specifico personale.

Un’altra soluzione, potrebbe essere favorire e invogliare il volontariato dei cittadini. Attuando una partecipazione attiva dei cittadini margheritesi nella cura degli spazi verdi e delle aree cittadine. Ad iniziare da quelle più vicine alla propria abitazione. In cambio, come incentivo, i volenterosi e solerti cittadini potrebbero ricevere ad esempio degli sconti sul pagamento di alcuni tributi locali.

L’opera di volontariato, in quest’ambito, ha già dei bei precedenti. Un caso emblematico è rappresentato dalla villetta di piazza Francesca Morvillo,  all’ingresso del paese nei pressi della rotonda del Gattopardo. Villetta che viene curata con grande attenzione dal signor Giovanni Barbera e da altri cittadini che lo collaborano. Un impegno che merita di essere allargato.

L’Araldo, accogliendo le segnalazioni dei suoi lettori, in alcuni articoli ha avanzato e indirizzato alle Amministrazioni comunali che si sono susseguite alla guida del paese proposte costruttive in merito al decoro urbano. E alcune proposte sono state accolte. Ad iniziare dall’assegnazione delle delega assessoriale al decoro urbano. Le altre proposte, accolte ed attuate, hanno portato alla sistemazione dei sedili in piazza, alla riparazione dell’orologio, fermo da tempo, di palazzo Filangeri di Cutò, all’intervento di pulizia della via Calvario, alla collocazione di piante all’ingresso del Museo della Memoria, alla collocazione di pannelli informativi turistici (iniziativa che dovrebbe continuare anche attraverso il contributo fattivo e concreto, dal punto di vista economico, delle aziende e di privati cittadini), al sopralluogo per aprire l’ufficio turistico di via della Libertà.

E per continuare sulla scia delle proposte costruttive, L’Araldo propone altre iniziative che potrebbero essere attuate con pochi soldi e in un tempo tutto sommato breve. Interventi che darebbero più decoro a piazza Matteotti.                                                                                       

Rendere più bella e funzionale l’antica fontana di piazza Matteotti. Ripulirla, ripristinare e potenziare gli zampilli d’acqua, controllare e riparare eventuali perdite d’acqua, illuminarla con alcuni faretti colorati. E, soprattutto, intonacarla con un intonaco di un colore appropriato al contesto della piazza. Completare la parte sommitale di piazza Matteotti che presenta un piccolo spazio non ancora pavimentato. A terra, si notano, da diverso tempo, pedane con rimanenze di pavimentazione che, a poco a poco, vengono disseminate per terra.

Non consentire l’accesso nella piazza, tranne qualche eccezione, ai mezzi di trasporto. Non consentire che sulla pavimentazione della piazza vengano effettuati giochi pirotecnici o utilizzati, per varie iniziative, materiali che ne compromettano la pulizia.

Prevedere un regolamento specifico per garantire in tutto il contesto della piazza e del centro storico una maggiore pulizia e un più radicale decoro degli ambienti e degli spazi pubblici e privati. 

Piccole grande cose. Che con un po' di buonsenso possono migliorare l'aspetto delle cittadina del Cafè House.                                                                                                                                       

                           
Articoli Correlati
Si svolgerà venerdì, 1 giugno, alle ore 18,30, nella sede dell’Istituzione all’interno del Palazzo Filangeri di Cutò, l'incontro tra il Comune.... Gran bella cosa l'informazione. Specie quella che spiega ciò che il burocratese da per scontato, ma scontato non è. Prendiamo un esempio dalla cronaca di questi.... Il sindaco Franco Valenti ha reso nota la composizione della nuova giunta comunale di Santa Margherita di Belice. Una squadra giovane, sia anagraficamente che come esperienza.... di Francesco Sciara Il sindaco Francesco Valenti ha assegnato questa mattina, 15 maggio, le deleghe assessoriali. Eccole in dettaglio: Leonardo Ventimiglia: vicesindaco,.... Si riscalda la campagna elettorale a Santa Margherita di Belìce in vista del voto per le elezioni amministrative del 6 e 7 maggio. Le due liste civiche in campo, la....